AVE
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Consolidamento terreno e fondazioni

giovedì 1 marzo 2018
pubblicato da Rossella Calabrese in RESTAURO

Dal CIPE 740 milioni di euro per 59 interventi sul patrimonio culturale

Risorse per i centri storici di Napoli, Palermo, Cosenza e Taranto. Assegnati 782 milioni di euro contro il dissesto idrogeologico

Dal CIPE 740 milioni di euro per 59 interventi sul patrimonio culturale
01/03/2018 - Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica ha approvato un piano di investimenti da 740 milioni di euro per rafforzare l’offerta culturale e potenziare i sistemi urbani e di promozione turistica. Ne dà notizia il Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo (Mibact).   Le risorse finanzieranno 59 interventi “che rispondono a un approccio sinergico che vede nell’integrazione tra le politiche culturali e turistiche la componente essenziale per la crescita dell’occupazione e dell’economia nazionale e per lo sviluppo dei territori in chiave sostenibile”.   Tra i 59 interventi ci sono: - 360 milioni di euro per la riqualificazione urbana dei centri storici di Cosenza, Napoli, Taranto [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 1 marzo 2018

Grandi e piccole opere, il Cipe sblocca nuove risorse per completarle

Statale 106 Jonica, Telesina, Malpensa, Hub Portuale di Ravenna tra i maggiori interventi finanziati

Grandi e piccole opere, il Cipe sblocca nuove risorse per completarle
01/03/2018 – Completamento di grandi e piccole opere infrastrutturali, rinnovo del materiale rotabile e sistemi di trasporto sostenibile. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano delrio, ha espresso particolare soddisfazione per il via libera del Cipe ai finanziamenti di alcune opere considerate "molto rilevanti": la seconda tratta del progetto definitivo della statale 106 Jonica in Calabria da un miliardo di euro, il progetto definitivo della Telesina con 460 milioni di euro, investimenti nel porto di Ravenna per 235 milioni e progetti di accessibilità stradale per l’aeroporto di Malpensa per 220 milioni.   Strada Statale 106 ‘Jonica’ È stato approvato il progetto definitivo relativo alla seconda tratta del terzo megalotto [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 15 febbraio 2018

Appalti sotto soglia, Consiglio di Stato: ‘nessuno sconto sulla rotazione degli inviti’

Reinvito possibile solo in casi eccezionali. Via libera alle linee guida Anac attuative del Codice Appalti

Appalti sotto soglia, Consiglio di Stato: ‘nessuno sconto sulla rotazione degli inviti’
15/02/2018 – Sono possibili pochissime eccezioni al principio di rotazione degli inviti negli appalti sotto soglia. Lo ha ribadito il Consiglio di Stato nel parere sulle linee guida Anac "Contratti sotto la soglia comunitaria aggiornate al D.lgs. 56/2017" attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016).   Il parere del CdS verte in particolare sul principio di rotazione e sulle possibilità di reinvito, ma anche sui criteri di sostenibilità energetica e ambientale, sulle autodichiarazioni e sul confronto competitivo. Tutto per semplificare le procedure a carico delle stazioni appaltanti, ma senza violare i principi comunitari di concorrenza e par condicio.   Rotazione degli inviti Il criterio di rotazione degli affidamenti e degli inviti, spiega [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 9 febbraio 2018
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Gare di progettazione: ok dell’Anac al requisito dei lavori analoghi

Bocciata invece la clausola di avere nel curriculum incarichi riferiti a lavori identici a quelli del bando

Gare di progettazione: ok dell’Anac al requisito dei lavori analoghi
09/02/2018 – Per l’affidamento di incarichi di progettazione, la Stazione Appaltante può chiedere come requisito di ammissione lo svolgimento di servizi analoghi, ma non identici. Il chiarimento arriva dall’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac), che ha emesso una delibera alla luce del Codice Appalti e delle linee guida n.1 sui servizi di ingegneria e architettura.   L’Anac ha accolto le richieste dell’Ordine degli Architetti di Bologna in merito ad un contenzioso sorto sul bando per l’affidamento di servizi di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza per i lavori di restauro e consolidamento strutturale di un cimitero monumentale.   Concorsi di progettazione, il caso Una clausola del bando richiedeva [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 19 gennaio 2018

Ricostruzione, al via il Piano opere pubbliche da oltre 1 miliardo di euro

Novità per gli interventi privati: all’avvio dei lavori sarà erogato l’80% del contributo per le spese di progettazione

Ricostruzione, al via il Piano opere pubbliche da oltre 1 miliardo di euro
19/01/2018 – In arrivo 1,035 miliardi di euro destinati alla ricostruzione delle opere pubbliche distrutte dal sisma dell'agosto 2016 come scuole, case comunali, caserme ed edilizia popolare.   E’ stato, infatti, approvato il Piano delle opere pubbliche durante la cabina di regia riunitasi ieri a Pieve Torina (Macerata) e presieduta dalla Commissaria straordinaria per la ricostruzione post sisma, Paola De Micheli.   L’ordinanza 49/2018 (non ancora pubblicata), approvata nel corso dell’incontro della cabina di regia, contiene la lista degli interventi di ricostruzione delle opere pubbliche in Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria.     Ricostruzione opere pubbliche: la suddivisione degli interventi Alla regione Abruzzo sono stati assegnati 156,86 [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 16 gennaio 2018

Appalti sotto soglia, si può derogare alla rotazione degli inviti?

La risposta in una sentenza del Consiglio di Stato. Dai giudici anche chiarimenti sulle possibilità di limitare gli inviti alle imprese della zona

Appalti sotto soglia, si può derogare alla rotazione degli inviti?
16/01/2018 – Negli appalti sotto soglia normalmente non si può derogare al principio di rotazione degli inviti. Lo ha chiarito il Consiglio di Stato che, con la sentenza 5854/2017 ha spiegato anche quando è possibile limitare gli inviti alle imprese della zona senza incorrere in una procedura anticoncorrenziale.   Appalti sotto soglia, il principio di rotazione degli inviti In base all’articolo 36 del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), negli appalti sotto soglia la rotazione degli inviti deve assicurare la partecipazione delle piccole e medie imprese. Allo stesso modo, hanno spiegato i giudici, bisogna evitare il consolidamento di rendite di posizione.   Questo significa che l’impresa uscente, cioè quella che ha già svolto l’incarico [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 21 dicembre 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in AMBIENTE

Dissesto idrogeologico, 148 milioni di euro a Toscana ed Emilia Romagna

Dal Ministero dell’Ambiente le risorse per la difesa del suolo e il contrasto del rischio idrogeologico

Dissesto idrogeologico, 148 milioni di euro a Toscana ed Emilia Romagna
21/12/2017 - 63 milioni di euro in Toscana e 85 milioni in Emilia-Romagna per la difesa del suolo e la sicurezza idrogeologica.   Sono i contenuti dei Protocolli di intesa e degli atti integrativi all’accordo del 2010 firmati nei giorni scorsi a Roma dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e dai Presidenti della Regione Toscana Enrico Rossi e dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini.   Rischio idrogeologico, 63 milioni di euro alla Regione Toscana Il protocollo d’intesa prevede che attraverso il ‘Fondo Infrastrutture Ambientali’ istituito dalla Legge di Bilancio 2017, il Ministero finanzi subito i 15 interventi contenuti nella parte programmatica del ‘Piano nazionale per le aree metropolitane’.   L’intervento più [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 18 dicembre 2017
pubblicato da Paola Mammarella in AMBIENTE

Dissesto idrogeologico, 90 milioni di euro per interventi urgenti di risanamento

Dal Ministero dell’Ambiente 60 milioni al Piemonte, 25 alle Marche e 5 alla Liguria

Dissesto idrogeologico, 90 milioni di euro per interventi urgenti di risanamento
18/12/2017 – Ammontano a più di 90 milioni di euro le risorse stanziate dal Ministero dell’Ambiente per contrastare il dissesto idrogeologico in Piemonte, nelle Marche e in Liguria.   Dissesto idrogeologico, 60 milioni in arrivo in Piemonte Con un Protocollo d’intesa e un Accordo integrativo, siglati dal Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti e dal Presidente della Regione Sergio Chiamparino, saranno finanziati interventi di prevenzione e difesa del suolo.   Il Protocollo di intesa da 54 milioni e 700 mila euro riguarda gli interventi del “Piano stralcio per le aree metropolitane e le aree urbane con alto livello di popolazione esposta al rischio di alluvioni”. In questo ambito, 49 milioni di euro saranno destinati alla cassa [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 1 dicembre 2017
pubblicato da Alessandra Marra in NORMATIVA

Sismabonus, detraibili al 70-80% anche i lavori di manutenzione collegati

L’Agenzia Entrate aggiunge che il limite complessivo dei lavori di ristrutturazione e di miglioramento antisismico è di 96 mila euro

Sismabonus, detraibili al 70-80% anche i lavori di manutenzione collegati
01/12/2017 – Per il sismabonus “potenziato” (70% o 80%) vale il principio secondo cui l’intervento di categoria superiore assorbe quelli di categoria inferiore a esso collegati o correlati? Qual è il limite massimo di spesa agevolabile? Il sismabonus deve essere necessariamente ripartito in cinque quote annuali o, a scelta del contribuente, può essere fruito nel termine di dieci anni previsto per la detrazione relativa agli interventi di recupero edilizio?   L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 147/2017 risponde a queste domande, sollevate da un’istanza d’interpello, e fornisce alcune precisazioni sui lavori antisismici (sismabonus) con riferimento all’ipotesi in cui su uno stesso immobile, oltre  all’adozione [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 28 novembre 2017

Il consolidamento delle fondazioni con micropali precaricati SYSTAB

Intervento su una una civile abitazione a Bibbiena (AR)

Il consolidamento delle fondazioni con micropali precaricati SYSTAB
28/11/2017 - Si tratta del consolidamento di una villetta a schiera sita nel comune i Bibbiena, provincia di Arezzo. Un edificio civile in muratura con un piano seminterrato in cemento armato, dotato di fondazioni continue a trave rovescia. Il fabbricato ormai da anni manifestava un cedimento differenziale sul lato di valle, probabilmente impostato su terreni di riporto e argillosi. Il cedimento delle fondazioni aveva determinato il manifestarsi di un quadro fessurativo con lesioni prevalentemente a 45°, di tipo passante, visibile a tutti  livelli della struttura. L’INTERVENTO DI CONSOLIDAMENTO La prima problematica da affrontare era quella di un intervento risolutivo di consolidamento e stabilizzazione delle fondamenta che potesse essere eseguito nel più [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news CONSOLIDAMENTO TERRENO E FONDAZIONI

Speciale CONSOLIDAMENTO TERRENO E FONDAZIONI sponsored by:

Fibrotubi
Hormann
Siliconi Fassa


AS 300 Automatic