Schüco Corona S 150
Il Forum di Edilportale

CTP in Accertamento Tecnico Preventivo (ATP)

Messaggi 15 di 15
Visite 12947
   
Ing. Corrado
5 Gen 2009, 12:43

Perdonatemi l'intrusione e la semplicità di scrittura,

sono stato nominato quale consulente di parte in un accertamento tecnico preventivo (ATP).

premesso che già nella fase di redazione del verbale di sopralluogo ho fatto aggiungere delle argomentazioni tecniche alla CTU,

chiedo

a chi e quando
devo trasmettere le mie note tecniche/perizia?

Al Ctu prima della consegna dell ATP?
Al Giudice prima della consegna dell ATP?
Al Giudice prima della fissazione dell'udienza ad ATP consegnato nella quale decidera se andare avanti o meno?

Grazie mille!!
   
Alberto
5 Gen 2009, 15:32


Buongiorno Ingegnere. In generale, il Giudice si limita a concedere un termine (finale) al CTU, per il deposito della relazione peritale. Poi, è il CTU stesso, possibilmente d'intesa con i CTP, a fissare i termini per questi ultimi: logica vorrebbe, trattandosi di ATP, che le relazioni di parte fossero depositate prima di quella d'ufficio.
   
Renato
5 Gen 2009, 16:28

Buonasera
Note tratte da un Forum sul rolo dei Consulenti.
"Il ruolo del c.t.p. è quello di essere un "difensore tecnico" di una delle parti. Non deve avere titoli particolari, nè essere iscritto ad Albi. Riguardo alle competenze...beh se si tratta di un ingegnere o di un geimetra , si presuppone che abbia competenze tecniche del settore richiesto dal cliente.Perchè in realtà è cura del cliente stesso affidarsi ad uno specialista con ottime competenze.
Riguardo ai comportamenti professionali che occorre tengano gli esperti: Il c.t.u. è tenuto ad osservare le disposizioni del giudice (ricordiamo che prima di iniziare i lavori giura di bene e fedelmente adempiere alle funzioni affidategli dal giudice).
Il c.t.p. ha diritto di partecipare alle operazioni peritali svolte dal c.t.u., può presentare al c.t.u. istanze ed osservazioni di cui il c.t.u. deve tenere conto.
Ogni consulente ha il suo modo di operare. Di solito si preferisce non interferire nel lavoro del c.t.u. e quest'ultimo chiede ai colleghi presenti, poi, se hanno domande da porre alle parti nel corso dell'incontro. Se un c.t.p. vuole fare una domanda chiede al c.t.u. se può rivolgere una domanda alla parte.
In ogni caso puoi fare riferimento al c.p.c. Quale testo migliore!"
Distinti saluti
   
Corrado
5 Gen 2009, 16:35


Grazie renato, ma il quesito era un pò più specifico sull'argomento ATP.

Pr alberto, io farei anche così
ma ti chiedo
le mie note tecncihe devono pervenire al ctu prima della consegna dell ATP(come alcuni dicono) o al giudice prima del deposito dell'ATP.

Grazie.
   
REnato
5 Gen 2009, 16:45

Ing. Corrado.
Va bene, come dice il Sig. Alberto.
Saluti.
   
Alberto
8 Gen 2009, 17:51



Ing. Corrado, lo dico per esperienza forense: nelle procedure di ATP, salvo che il CTU non disponga diversamente, le CTP si consegnano allo stesso CTU. La prassi vige anche per le CTU ordinarie (quelle in corso di giudizio). L'unico ad avere sempre l'onere di depositare le proprie relazioni peritali nella cancelleria interessata è proprio il CTU
   
Alberto
8 Gen 2009, 18:22


Ing. Corrado, lo dico per esperienza forense: nelle procedure di ATP, salvo che il CTU non disponga diversamente, le CTP si consegnano allo stesso CTU. La prassi vige anche per le CTU ordinarie (quelle in corso di giudizio). L'unico ad avere sempre l'onere di depositare le proprie relazioni peritali nella cancelleria interessata è proprio il CTU
   
LUIGIDAM
8 Gen 2009, 18:52

Scusate forse sbaglio.
Si chiamano controdeduzioni e non possono essere consegnate al CTU , ne tanto meno prima della redazione della sua perizia ( il CTP è ignaro di cosa andrà a scrivere il CTU). Il CTP assiste alle operazioni peritali, può intervenire sempre. Si consiglia solo qualora il suo intervento è costruttivo ed utile alla CTU, che magari conosce poco i luoghi e i fatti. Il CTU non è obbligato a prenderli in considerazione ma alcontrario deve mettere a verbale ogni intervento. A seguito della deposizione in tribunale della Consulenza tecnica d'ufficio, sarà l'Avvovato di parte che nel presentare le proprie note allegherà le controdeduzioni del suo tecnico di fiducia (CTP). E discrezione del Giudice prendere o meno in considerazione di quanto il CTP asserisce.
   
Ing. Corrado
8 Gen 2009, 19:29

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente LUIGIDAM il 8 Gen 2009, 18:52 (Chiudi Messaggio)
> Scusate forse sbaglio.
> Si chiamano controdeduzioni e non possono essere
> consegnate al CTU , ne tanto meno prima della redazione della sua perizia
> ( il CTP è ignaro di cosa andrà a scrivere il CTU). Il CTP assiste
> alle operazioni peritali, può intervenire sempre. Si consiglia solo
> qualora il suo intervento è costruttivo ed utile alla CTU, che magari
> conosce poco i luoghi e i fatti. Il CTU non è obbligato a prenderli
> in considerazione ma alcontrario deve mettere a verbale ogni intervento.
> A seguito della deposizione in tribunale della Consulenza tecnica d'ufficio,
> sarà l'Avvovato di parte che nel presentare le proprie note
> allegherà le controdeduzioni del suo tecnico di fiducia (CTP). E discrezione
> del Giudice prendere o meno in considerazione di quanto il CTP
> asserisce.


Tale procedura potrebbe essere ragionevole.

Ricordo però che stavamo parlando di ATP - Accertamento Tecnico Preventivo

Nel verbale in qualità di CTP feci aggiungere "iN ctp DICHIARA: << Premesso...... .......qualora dovessi ritenerlo necessario mi riservo di integrare ed ampliare, nelle allegazioni di parte attrice, le considerazioni sopra esposte, una volta presa visione della consulenza del ctu - ATP>
   
Alberto
9 Gen 2009, 10:54




La differenza tra ATP (nelle due modalità oggi previste, ex 696 e 696 bis cpc) e CTU ordinaria è, se non si è ancora capito, nel ruolo processuale del Giudice, che nell'istruzione preventiva compare solo alla prima udienza, assegnando i termini del caso. Le eventuali controdeduzioni sono disciplinate dallo stesso C
   
Ing. Corrado
9 Gen 2009, 11:16

Perdonami
Le eventuali controdeduzioni sono disciplinate dallo stesso C.....


   
Alberto
9 Gen 2009, 19:30

...dallo stesso CTU
   
Giorgio Fiorelli
10 Ott 2009, 10:55


se un CTU, ha avuto l'incarico dal Sig. Giudice di attivarsi per una conciliazione tra le parti (fra i due CTP), mi sembra naturale che il CTU, trasmetta e discuta la sua relazione con i CTP ed eventualmente anche con i diretti interessati.
   
enrico lanfossi
9 Giu 2010, 14:28


Ciao per informazioni dettagliate prova questo Link

[url=http://www.ilportaledelctu.it]il portale del ctu [/url]
   
Francesco
16 Dic 2012, 19:49


il ctp ha il compito di partecipare in contraddittorio alle operazioni peritarie, ma le osservazione ufficiali le deve trasmettere al ctu entro i termini stabiliti dal giudice e dopo la presentazione della bozza della perizia ufficiale.
ad esempio: il giudice accorda un termine di 60 giorni al ctu per completare le operazioni, il, ctu consegna la bozza agli avvocati delle parti ed eventualmente in copia ai ctp, i quali hanno 15 giorni per presentare le loro osservazioni. trascorsi i 15 giorni il ctu ha altri 15 giorni per rispondere alle osservazioni depositando la perizia ufficiale in cancelleria.

non conviene mai sconfinare nell'attività del ctu ma semplicemente verificare ed osservare che le operazioni vengano eseguite correttamente dal punto di vista tecnico.
Messaggi 15 di 15


Nuovo termometro a immagine IR
Kappazeta
Controsoffitti acustici

Tele metalliche per l