TPL 500/300
Il Forum di Edilportale

Revoca ceritficato di agibilità

Messaggi 4 di 4
Visite 3235
   
Roberto
10 Apr 2009, 12:08

Voglio porre una semplice domanda.
Un comune, dopo 7 anni, si "accorge" che nel certificato di conformità alla 46/90 elettrico, allegato al certificato di agibilità da lui rilasciato per un capannone ad uso artigianale (Mq 1400), è dichiarato.. "impianto ad uso civile".
Inoltre apre un procedimento amministrativo perchè agli atti ha riscontrato essere mancante la dichiarazione a firma del progettista e della propietà circa l'obbligo o meno della presentazione del progetto degli impianti elettrici realizzati (documento necessario per il conseguimento della concessione edilizia).

Il comune dovrebbe revocare l'agibilità, secondo il mio parere, per 2 motivi:

1 - mancano i presupposti per il rilascio della medesima (non ci sono gli
elementi valutativi imposti dalla norma)
2 - se i documenti contengono elementi non veritieri (falsi) o che possono o
potrebbero inficiare il rilascio della medesima deve applicare il principio
dell'autotutela.
Mi sbaglio????
   
koine.rock
10 Apr 2009, 17:37

Potrebbe anche essere che l'impiantista ha barrato la casella IMPIANTO USO CIVILE sbagliandosi ma realizzazndo invece un impianto ad uso industriale.

L'agibilità non viene revocata se manca o non si trova o è forse falso un certificato ma se, previa verifiche, si scopre che l'impianto non è anorma.
Se mancano i progetti ma l'impianto è a norma, l'Agibilità non viene revocata.

Il Comune deve fare un'ordinanza e obbligare il proprietario a far verificare subito l'impianto e farsi rilasciare il collaudo da un tecnico abilitato.

Se dal collaudo si evince che l'impianto è a norma per l'uso cui è destinato allora la cosa si chiude quì.
Se non è a norma deve essere revocata l'Agibilità fino a quando non viene messo a norma, verificato e collaudato di nuovo.
   
Roberto
10 Apr 2009, 18:19

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente koine.rock il 10 Apr 2009, 17:37 (Chiudi Messaggio)
> Potrebbe anche essere che l'impiantista ha barrato la casella IMPIANTO
> USO CIVILE sbagliandosi ma realizzazndo invece un impianto ad uso industriale.
>
> L'agibilità
> non viene revocata se manca o non si trova o
> è forse falso un certificato ma se, previa verifiche, si scopre che l'impianto
> non è anorma.
> Se mancano i progetti ma l'impianto è a norma,
> l'Agibilità non viene revocata.
>
> Il Comune deve fare un'ordinanza
> e obbligare il proprietario a far verificare subito l'impianto e farsi
> rilasciare il collaudo da un tecnico abilitato.
>
> Se dal collaudo si
> evince che l'impianto è a norma per l'uso cui è destinato allora la cosa
> si chiude quì.
> Se non è a norma deve essere revocata l'Agibilità
> fino a quando non viene messo a norma, verificato e collaudato di nuovo.



   
Roberto
10 Apr 2009, 18:30

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente koine.rock il 10 Apr 2009, 17:37 (Chiudi Messaggio)
> Potrebbe anche essere che l'impiantista ha barrato la casella IMPIANTO
> USO CIVILE sbagliandosi ma realizzazndo invece un impianto ad uso industriale.
>
> L'agibilità
> non viene revocata se manca o non si trova o
> è forse falso un certificato ma se, previa verifiche, si scopre che l'impianto
> non è anorma.
> Se mancano i progetti ma l'impianto è a norma,
> l'Agibilità non viene revocata.
>
> Il Comune deve fare un'ordinanza
> e obbligare il proprietario a far verificare subito l'impianto e farsi
> rilasciare il collaudo da un tecnico abilitato.
>
> Se dal collaudo si
> evince che l'impianto è a norma per l'uso cui è destinato allora la cosa
> si chiude quì.
> Se non è a norma deve essere revocata l'Agibilità
> fino a quando non viene messo a norma, verificato e collaudato di nuovo.



Sei sicuro??
Amettiamo per un momento che tu abbia ragione! Perchè nessuno (DL, propietario, ditta elettrica) ha risposto al provvedimento del comune???
Inoltre come può "mancare" la dichiarazione a firma del progettista e della propietà circa l'obbligo o meno della presentazione del progetto degli impianti elettrici realizzati (documento necessario per il conseguimento della concessione edilizia) in comune?
Come puo' mancare il progetto?
Secondo me, la ditta elettrica dovrebbe dovuto "rettificare la dichiarazione alla 46/90" presentare anche il progetto.
Se "riappare" documento qualcuno non ha fatto una dichiarazione mendace?
Dimenticavo di informarti che nella pratica in oggetto sono emerse ben 12, dico dodici, dichiarazioni "non corrette".
Sono a dir poco preoccupato!!!
Messaggi 4 di 4


Sika
Sistemi RasoParete
Easy Wand

Tecfi