Uretek
Carrello 0
Il Forum di Edilportale

chi sa dirmi qualcosa sui blocchi isotex e relativi problemi??

Messaggi 8 di 8
Visite 23163
   
felix
8 Lug 2009, 21:32

ho visto delle costruzioni con isotex, ma l'architetto mi ha detto che potrei avere problemi con lo smaltimento dell'umidità al'interno dell'edificio????
   
Sandra
9 Lug 2009, 08:30

E allora? Non comperi costruzioni con isotex e si faccia illustrare dall'architetto i possibili rimedi.
   
Nicola
28 Dic 2011, 20:48

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Sandra il 9 Lug 2009, 08:30 (Chiudi Messaggio)
> E allora? Non comperi costruzioni con isotex e si faccia illustrare dall'architetto
> i possibili rimedi.
>





mi perdoni, per caso è caduta dal seggiolone da piccola?
non era obbligata ad intervenire se non aveva una risposta sensata..
   
Federico F.
28 Dic 2011, 22:42

allora premetto di non riusce a darle una spiegazione scientifica ma posso illustrarle qualche mio ragionamento. diciamo che i blocchi isotex sono un materiale secondo me molto veloce da posare e quindi un risparmio di ore di manodopera che solitamente incidono molto nel costo finale di un'opera edilizia ma bisogna tenere conto però di tutti i quintali di armature che vanno posizionati all'interno della muratura e di tutti i metri cubi di cls utilizzati per riempire i fori dei blocchi... a livello sismico sono senza dubbio ottimi, certificati da enti competenti, a livello energetico penso anche... è ovvio anche io ho qualche dubbio sul fatto che un materiale legnoso come il blocco e il cls all'interno non facciano traspirare il muro ma credo che, siccome sono così tanto commercializzati e sponsorizzati, siano riusciti a trovare un giusto compromesso nel rispetto delle vigenti norme... io chiederei maggiori informazioni al produttore dei blocchi o addirittura chiedere al rappresentante di zona un colloquio magari insieme anche al suo architetto di fiducia e credo che lei possa avere maggiori delucidazioni e maggior sicurezza per prendere decisioni in previsione del progetto e della costruzione del suo edificio. spero di esserle stato d'aiuto... buonaserata
   
diego
28 Apr 2013, 13:59


volevo sapere ogni 4 mani devo riempire di calcestruzzo grazie
   
andrea foschini
23 Apr 2015, 09:08

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Federico F. il 28 Dic 2011, 22:42 (Chiudi Messaggio)
> allora premetto di non riusce a darle una spiegazione scientifica ma posso
> illustrarle qualche mio ragionamento. diciamo che i blocchi isotex
> sono un materiale secondo me molto veloce da posare e quindi un risparmio
> di ore di manodopera che solitamente incidono molto nel costo finale
> di un'opera edilizia ma bisogna tenere conto però di tutti i quintali
> di armature che vanno posizionati all'interno della muratura e di
> tutti i metri cubi di cls utilizzati per riempire i fori dei blocchi...
> a livello sismico sono senza dubbio ottimi, certificati da enti competenti,
> a livello energetico penso anche... è ovvio anche io ho qualche
> dubbio sul fatto che un materiale legnoso come il blocco e il cls all'interno
> non facciano traspirare il muro ma credo che, siccome sono
> così tanto commercializzati e sponsorizzati, siano riusciti a trovare
> un giusto compromesso nel rispetto delle vigenti norme... io chiederei
> maggiori informazioni al produttore dei blocchi o addirittura chiedere
> al rappresentante di zona un colloquio magari insieme anche al suo architetto
> di fiducia e credo che lei possa avere maggiori delucidazioni
> e maggior sicurezza per prendere decisioni in previsione del progetto
> e della costruzione del suo edificio. spero di esserle stato d'aiuto...
> buonaserata


salve,
sono passati quasi 4 anni ma per caso ho letto questa conversazione e non potevo dire la mia.
sono ingegnere edile e ho fatto una tesi proprio su questi argomenti.
le soluzioni murarie migliori a livello di termica, acustica, condensa ecc sono sempre quelle che garantiscono omogeneità del materiale:
una soluzione di mattoni e calcestruzzo per esempio è una soluzione omogenea.
considerando anche ciò che la norma richiede però si deve ricercare un prodotto più performante del mattone tradizionale.
va considerato anche il ciclo di vita del materiale (per quanto tempo vengono garantite le prestazioni richieste?).

il legno o blocchi in legno non so quanto possano durare nel tempo rispetto all'argilla cotta.

detto ciò il laterizio di ultima generazione permette di raggiungere ancora questi obiettivi.

sono quindi a suggerirvi blocchi a setti sottili, magari rettificati (con circa 1.80 euro/cad si comprano)...sicuramente i più omogenei e performanti...volendo anche i blocchi con isolante integrato (tipo wienerberger) garantiscono prestazioni termiche elevatissime (ma costano tanto 5-6 euro/cad...l'isolante sarà da smaltire al momento della demolizione).

in questo periodo di crisi si è evoluto, oltre che alla muratura armata (poco isolamento termico, quindi necessita di cappotto, quindi costo isolante, quindi materiale non omogeneo, quindi rischio condensa e isolante da smaltire), il laterizio antisismico: questo è probabilmente la scelta si rassicurante per chi deve farsi una casa in qualsiasi zona d'italia.
mi spiego. il blocco antisismico deve rispettare certi parametri da norma come % foratura, peso, disegno dei setti ecc, oltre al dover garantire prestazioni termiche (magari senza il supporto di cappotto).
ricercando per un mio amico, il blocco più azzeccato per i motivi sopracitati è l's42k. viene prodotto proprio qui in emilia-romagna dalla gattelli spa.
è bello stabile ed è uno dei pochissimi blocchi antisismici ad avere setti sottili per migliorare l'aspetto termico (quindi completo ed omogeneo)...un anno fa è costato meno di 1,80 euro/cad...non ricordo esattamente.
con questo fate un muro omogeneo, veloce da posare e siete a posto.

per qualsiasi dubbio comunque potete contattarmi e appena ho tempo vi rispondo

andrea.foschini@hotmail.com

spero di esservi stato utile.
andrea
   
giuseppe
9 Mag 2017, 09:20

un consiglio a tutti i privati che vogliono informarsi su questioni di umidità, traspirabilità, isolamento e trasmissione calore di strutture. rivolgetevi a degli ingegneri che , di imedia, ne sanno leggerissimamente di più di un architetto. un architetto, con il dovuto rispetto, è più preparato in altri campi, salvo rarissime eccezioni.
cmq, tanto x precisare, è dimostrato che un muro contribuisce alla migrazione del vapore per circa il 2% di quello che "se ne deve andare" da dentro a fuori. cioè bisogna aprire le finestre. non c'è scampo. stiamo parlando di umidita interna, attenzione, non di coibentazione invernale in cui l'umidità interna al muro può creare altri problemi ed è un'altra faccenda.
sgombriamo il campo dalla immaginazione che un muro sia una tenda da cui deve passare chissà cosa.




" felix " >pi...@gmail.com< in data 8 lug 2009, 21:32 ha scritto:

> ho visto delle costruzioni con isotex, ma l'architetto mi ha detto che
> potrei avere problemi con lo smaltimento dell'umidità al'interno dell'edificio????
   
Marco
1 Mag 2018, 11:05

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente andrea foschini il 23 Apr 2015, 09:08 (Chiudi Messaggio)
> salve,
> sono passati quasi 4 anni ma per caso ho letto questa conversazione
> e non potevo dire la mia.
> sono ingegnere edile e ho fatto una tesi
> proprio su questi argomenti.
> le soluzioni murarie migliori a livello
> di termica, acustica, condensa ecc sono sempre quelle che garantiscono
> omogeneità del materiale:
> una soluzione di mattoni e calcestruzzo
> per esempio è una soluzione omogenea.
> considerando anche ciò che la
> norma richiede però si deve ricercare un prodotto più performante del
> mattone tradizionale.
> va considerato anche il ciclo di vita del materiale
> (per quanto tempo vengono garantite le prestazioni richieste?).
>
> il
> legno o blocchi in legno non so quanto possano durare nel tempo
> rispetto all'argilla cotta.
>
> detto ciò il laterizio di ultima generazione
> permette di raggiungere ancora questi obiettivi.
>
> sono quindi
> a suggerirvi blocchi a setti sottili, magari rettificati (con circa 1.80
> euro/cad si comprano)...sicuramente i più omogenei e performanti...volendo
> anche i blocchi con isolante integrato (tipo wienerberger) garantiscono
> prestazioni termiche elevatissime (ma costano tanto 5-6 euro/cad...l'isolante
> sarà da smaltire al momento della demolizione).
>
> in
> questo periodo di crisi si è evoluto, oltre che alla muratura armata
> (poco isolamento termico, quindi necessita di cappotto, quindi costo
> isolante, quindi materiale non omogeneo, quindi rischio condensa e isolante
> da smaltire), il laterizio antisismico: questo è probabilmente la
> scelta si rassicurante per chi deve farsi una casa in qualsiasi zona
> d'italia.
> mi spiego. il blocco antisismico deve rispettare certi parametri
> da norma come % foratura, peso, disegno dei setti ecc, oltre al
> dover garantire prestazioni termiche (magari senza il supporto di cappotto).
> ricercando
> per un mio amico, il blocco più azzeccato per i motivi
> sopracitati è l's42k. viene prodotto proprio qui in emilia-romagna
> dalla gattelli spa.
> è bello stabile ed è uno dei pochissimi blocchi
> antisismici ad avere setti sottili per migliorare l'aspetto termico (quindi
> completo ed omogeneo)...un anno fa è costato meno di 1,80 euro/cad...non
> ricordo esattamente.
> con questo fate un muro omogeneo, veloce
> da posare e siete a posto.
>
> per qualsiasi dubbio comunque potete
> contattarmi e appena ho tempo vi rispondo
>
> andrea.foschini@hotmail.com
>
> spero
> di esservi stato utile.
> andrea



risposta dell’ ing.andrea foschini,
responsabile dell’ufficio tecnico delle gattelli spa
azienda associata al consorzio poroton italia.

sicuramente una risposta imparziale che non tiene conto del fatto che lei lavora per questa azienda vero?
Messaggi 8 di 8


 
Marmomac
SIKA MONOTOP-441 UNIKA

Viessmann

Drutex