Uretek
Carrello 0
Il Forum di Edilportale

trasformare un vano tecnico in ripostiglio

Messaggi 5 di 5
Visite 1409
   
Giuseppina
28 Ott 2015, 12:39

Salve,vorrei sapere se è possibile trasformare un vano tecnico,in cui adesso non c'è nulla,in un ripostiglio.Premetto che tale vano è di mia proprietà ed è posto sul terrazzo condominiale.Vorrei sapere se è possibile cambiare il suo uso e cosa devo fare per essere in regola.
In attesa di una risposta
Saluti Giuseppina
   
Robby
15 Nov 2015, 14:12

salve
deve fare una richesta di permesse comunale per cambio di destinazione d'uso.
poichè siamo in un condominio è buona norma (alcuni comuni lo richiedono) ottenere la approvazione dell'assemblea e una eventuale revizione della tabella millesimale se esistente.
cordialmente
   
Giuseppina
15 Nov 2015, 14:59

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Robby il 15 Nov 2015, 14:12 (Chiudi Messaggio)
> salve
> deve fare una richesta di permesse comunale per cambio di destinazione
> d'uso.
> poichè siamo in un condominio è buona norma (alcuni comuni
> lo richiedono) ottenere la approvazione dell'assemblea e una eventuale
> revizione della tabella millesimale se esistente.
> cordialmente



grazie mille x le info.
   
Lino
18 Nov 2015, 11:38

ciao robby se questo vano tecnico ha anche i requisiti per l'abitabilità (altezza internoaeroilluminazione) si potrebbe aver un cambio di destinazione d'uso da parte del volume da volume tecnico accatastato come c/2 ad abitazione accatastabile come a/2 ? e' sempre possibile fare ciò pagando degli oneri o no?
   
Robby
18 Nov 2015, 13:53

salve
i requisiti del locale sono condizione necessaria ma non sufficiente per la trasformazione e molto dipende dalle norme locali.
qui in emilia per esempio i vani con requisiti di vano principale vengono conteggiati comunque nella consistenza, (anche se non sono vani residenziali) per cui il cambio d'uso è un semplice atto formale, in quanto la consistenza è già conteggiata e legittimata.
ci sono comuni (da quel che so) che non conteggiano i vani tecnici (o anche di sevizio tipo cantine o soffitte ecc.) anche quando hanno requisiti di abitabilità.
in questi casi il cambio d'uso aumenta la consistenza approvata e va verificato secondo le norme comunali; se questo aumento (concodro formale ed è per questo che molti comuni conteggiano gia la consistenza) potrebbe superare i limiti consentiti come approvati dal comune.
so che è ed ha una logica tutta sua (burocratica) ma è qualcosa che va verificata.
nel caso cerchereri per prima cosa i progetti approvati così da avere un punto fermo di partenza e guarderei se il vano tecnico sia o meno stato conteggiato o anche se questo aumento (qualora non conteggiato) possa rimanere sotto i limiti consentiti.
questo va fatto nei rapporti col comune (che è il garante della legalità) lascierei perdere per il momento il catasto (le dizioni nel post) in quanto il catasto prende atto solamente di uno stato di fatto ai fini della rendita ma non garantisce la leggittimità.
con i progetti comunali e le norme sicuramente le idee saranno più chiare
cordialmente
Messaggi 5 di 5


 
Viessmann
SIKA MONOTOP-441 UNIKA

Lapitec

Uretek