Carrello 0
Il Forum di Edilportale

Spazio esterno chiuso fino a che punto posso farlo?

Messaggi 2 di 2
Visite 92
   
ERIKA
28 Ago 2017, 16:19

Salve a tutti!
avrei una questione da porre...
Sto acquistando una casa che presenta nella corte esterna sua propria e privata un porticato (tipo tunnel di un 1,60 metri per 4 m) che stato chiuso da entrambi i lati corti con una porta a vetri di alluminio e una porta a vetri di legno leggero. Sui lati lunghi non stata fatta nessuna opera perch era gi chiuso regolarmente in fase di costruzione. Non sono state fatte opere edilizie in alzato. Il tetto sarebbe il balcone del piano di sopra (sempre privato della casa) e sotto al pavimento c' il garage (sempre della casa medesima). Questo porticato stato chiuso dal padrone di casa nel 1994. Ora al momento dell'acquisto (io ho fatto solo il compromesso) si presentato un vicino di casa dicendo che non si tratta di un'opera regolare e che ci avrebbe fatto un esposto al comune perch fin quando la casa era del vecchio proprietario lui "stava chiudendo un occhio" adesso che il vecchio proprietario sta vendendo invece dobbiamo riaprire o "dare a lui un rimborso" per il disaggio che stiamo creando al suo balcone (che si trova affianco e in basso e sul quale abbiamo anche il diritto di affaccio). La mia domanda : regolare chiudere un portico con quel tipo di strutture? e possibile aver acquisito tale diritto essendo passati pi di 20 anni? Grazie
   
Patricio
29 Ago 2017, 12:16


ciao. ricorda sempre che ogni acquisto immobiliare all'atto del rogito deve essere preceduto da una dichiarazione resa dal venditore che l'immobile conforme alla normativa edilizia e urbanistica. qualora non lo fosse, il venditore lo deve dichiarare e comunque il notaio deve obbligatoriamente verificarlo.
inoltre chiudere un portico in tal modo a me pare, stante la sommaria descrizione, che non sia fattibile, ma per darti una giusta risposta bisogna guardare il piano regolatore cosa dice. la normativa del piano regolatore cambia da comune in comune.
per ultimo ti ricordo che non si acquistano diritti su immobili realizzati in difformit edilizia, semmai starei attento a non dovermi trovare nella condizione di rispondere come responsabile dell'eventuale "abuso edilizio". se nell'atto notarile fatte la classica soluzione all'italiana di far finta di niente, cosa che ti sconsiglio, domani potresti essere chiamata a rispondere anche penalmente, perch a quel punto sareti tu la responsabile dell'eventuale abuso edilzio, visto che nell'atto si dichiarano altre cose. attenzione!



" erika " >e...@gmail.com< in data 28 ago 2017, 16:19 ha scritto:

> salve a tutti! avrei una questione da porre... sto acquistando una casa che
> presenta nella corte esterna sua propria e privata un porticato
> (tipo tunnel di un 1,60 metri per 4 m) che stato chiuso da entrambi
> i lati corti con una porta a vetri di alluminio e una porta a
> vetri di legno leggero. sui lati lunghi non stata fatta nessuna opera
> perch era gi chiuso regolarmente in fase di costruzione. non
> sono state fatte opere edilizie in alzato. il tetto sarebbe il balcone
> del piano di sopra (sempre privato della casa) e sotto al pavimento
> c' il garage (sempre della casa medesima). questo porticato stato
> chiuso dal padrone di casa nel 1994. ora al momento dell'acquisto
> (io ho fatto solo il compromesso) si presentato un vicino
> di casa dicendo che non si tratta di un'opera regolare e che ci avrebbe
> fatto un esposto al comune perch fin quando la casa era del vecchio
> proprietario lui "stava chiudendo un occhio" adesso che il vecchio
> proprietario sta vendendo invece dobbiamo riaprire o "dare a lui
> un rimborso" per il disaggio che stiamo creando al suo balcone (che
> si trova affianco e in basso e sul quale abbiamo anche il diritto
> di affaccio). la mia domanda : regolare chiudere un portico
> con quel tipo di strutture? e possibile aver acquisito tale diritto essendo passati pi di 20 anni? grazie
Messaggi 2 di 2


 
Schüco ASE 67 PD
Daikin Bluevolution
Bigmat

CLS30 Color