Carrello 0
Il Forum di Edilportale

avviso abuso edilizio in zona sottoposta a vincolo paesaggistico

Messaggi 5 di 5
Visite 124
   
gianna
28 Ago 2017, 17:27

Salve a tutti, il mio Comune (attenzione dopo anni oltre 5 / 6 anni) mi contesta l'aver "costruito" una veranda (struttura semi fissa con 3 vetrate - vetrate che possono essere aperte ). La veranda stata montata su a copertura e semi-chiusura di una tettoia gi esistente. Ora, ho letto della sentenza del TAR Regione Campania ove il comune non ha potuto chiedere la rimozione di una struttura proprio per il fatto che la medesima era aperta su lati 3. Ma forse , essendo la mia zona soggetta a vincoli paesaggistici, e trattandosi di altra Regione (io sono in Lombardia) non vorrei che la questione fosse totalmente diversa. In sostanza il comune chiede la rimozione della mia veranda; cosa bizzarra debbo dire in quanto molti tecnici del comune (per verifiche altri lavori) son venuti in tempi passati a casa mia e nessuno ha mai sollevato alcuna questione. Mi preoccupavo anche del lato penale della questione, ho letto che vi prevista una prescrizione, credo anni 5 dall'ultimo lavoro effettuato: corretto? Ma chiedo, in particolare, corretto che il Comune, oggi e solo oggi, chieda la demolizione? Senza darmi possibilit di sanare?
Grazie per ogni risposta e mi scuso se, forse, ho espresso non al meglio la mia domanda.
   
Patricio
29 Ago 2017, 12:09

la questione molto delicata.
il comune pu sempre ed in ogni momento contestarti l'eventuale "abuso edilizio". infatti il comune deve mandarti un avvio del procedimento di "contestazione edlizia" e poi successivmanete la chiusura del procedimento cone l'eventuale esito di abuso o non abuso edilizio.
l'eventuale sanatoria edilizia non sempre possibile, bisogna verificare che vi siano due particolari condizioni da verificare contestualmente. cio se quanto hai realizzato impropriamente era fattibile alla data di costruzione e alla data della presentaziolne della sanatoria.
in pi se la costruzione abusiva in zona tutelata paesisticamente, occorre acquisire l'accertamento di conformit paesistico presso la competente soprintendenza.
per le sentenza del tar, ti invito a leggerle con attenzione. la giurisprudenza utile ma dipende sempre dal caso specificio e dalla relativa legge regionale in materia urbanistica ed edilizia che si applica. purtroppo siamo in italia e ogni comune fa stato !
occhio al procedimento penale


" gianna " >d...@email.it< in data 28 ago 2017, 17:27 ha scritto:

> salve a tutti, il mio comune (attenzione dopo anni oltre 5 / 6 anni) mi
> contesta l'aver "costruito" una veranda (struttura semi fissa con
> 3 vetrate - vetrate che possono essere aperte ). la veranda stata montata
> su a copertura e semi-chiusura di una tettoia gi esistente.
> ora, ho letto della sentenza del tar regione campania ove il comune
> non ha potuto chiedere la rimozione di una struttura proprio per
> il fatto che la medesima era aperta su lati 3. ma forse , essendo la
> mia zona soggetta a vincoli paesaggistici, e trattandosi di altra
> regione (io sono in lombardia) non vorrei che la questione fosse
> totalmente diversa. in sostanza il comune chiede la rimozione della
> mia veranda; cosa bizzarra debbo dire in quanto molti tecnici del
> comune (per verifiche altri lavori) son venuti in tempi passati a casa
> mia e nessuno ha mai sollevato alcuna questione. mi preoccupavo anche
> del lato penale della questione, ho letto che vi prevista una
> prescrizione, credo anni 5 dall'ultimo lavoro effettuato: corretto?
> ma chiedo, in particolare, corretto che il comune, oggi e solo
> oggi, chieda la demolizione? senza darmi possibilit di sanare?
> grazie per ogni risposta e mi scuso se, forse, ho espresso non al meglio la mia domanda.
   
gianna
29 Ago 2017, 16:15

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Patricio il 29 Ago 2017, 12:09 (Chiudi Messaggio)
> la questione molto delicata.
> il comune pu sempre ed in ogni momento
> contestarti l'eventuale "abuso edilizio". infatti il comune deve mandarti
> un avvio del procedimento di "contestazione edlizia" e poi successivmanete
> la chiusura del procedimento cone l'eventuale esito di abuso
> o non abuso edilizio.
> l'eventuale sanatoria edilizia non sempre
> possibile, bisogna verificare che vi siano due particolari condizioni
> da verificare contestualmente. cio se quanto hai realizzato impropriamente
> era fattibile alla data di costruzione e alla data della presentaziolne
> della sanatoria.
> in pi se la costruzione abusiva in zona
> tutelata paesisticamente, occorre acquisire l'accertamento di conformit
> paesistico presso la competente soprintendenza.
> per le sentenza del
> tar, ti invito a leggerle con attenzione. la giurisprudenza utile
> ma dipende sempre dal caso specificio e dalla relativa legge regionale
> in materia urbanistica ed edilizia che si applica. purtroppo siamo in
> italia e ogni comune fa stato !
> occhio al procedimento penale
>
>
>
> " gianna " >d...@email.it< in data 28 ago 2017, 17:27 ha scritto:
>
> >
> salve a tutti, il mio comune (attenzione dopo anni oltre 5 / 6 anni)
> mi
> > contesta l'aver "costruito" una veranda (struttura semi fissa
> con
> > 3 vetrate - vetrate che possono essere aperte ). la veranda
> stata montata
> > su a copertura e semi-chiusura di una tettoia gi esistente.
> >
> ora, ho letto della sentenza del tar regione campania ove il
> comune
> > non ha potuto chiedere la rimozione di una struttura proprio
> per
> > il fatto che la medesima era aperta su lati 3. ma forse , essendo
> la
> > mia zona soggetta a vincoli paesaggistici, e trattandosi di
> altra
> > regione (io sono in lombardia) non vorrei che la questione
> fosse
> > totalmente diversa. in sostanza il comune chiede la rimozione
> della
> > mia veranda; cosa bizzarra debbo dire in quanto molti tecnici
> del
> > comune (per verifiche altri lavori) son venuti in tempi passati
> a casa
> > mia e nessuno ha mai sollevato alcuna questione. mi preoccupavo
> anche
> > del lato penale della questione, ho letto che vi prevista
> una
> > prescrizione, credo anni 5 dall'ultimo lavoro effettuato:
> corretto?
> > ma chiedo, in particolare, corretto che il comune,
> oggi e solo
> > oggi, chieda la demolizione? senza darmi possibilit di
> sanare?
> > grazie per ogni risposta e mi scuso se, forse, ho espresso
> non al meglio la mia domanda.


grazie mille per la tua risposta patricio, purtroppo (mi sa) che dovr prendere un avvocato. non so se all'epoca dei fatti vi erano condizioni particolari che me lo han permesso, avevo un tecnico ed ora, non riesco a rintracciarlo; sar un vacanza. ma l'ansia mi ha assalito ed per questo che ho posto la richiesta del "help" al web.
tra l'altro la struttura non ha comunque cambiato la cubatura ha solo coperto ci che da sempre era li', una veranda aperta. la zona s, sottoposta a vincolo di autorizzazione paesaggistica, ma avendo comunque chiuso (in modo se-fisso) la veranda che poi, dedicata a degustazione vini (la casa parte di una azienda agricola) mi ha stupito che dopo anni, il comune abbia dato il via ad un procedimento. ma come dici tu (e scusa se ti do del tu) siamo in italia; ogni comune fa a s.
grazie mille per i consigli.

   
Patricio
31 Ago 2017, 11:47

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente gianna il 29 Ago 2017, 16:15 (Chiudi Messaggio)
> grazie mille per la tua risposta patricio, purtroppo (mi sa) che dovr
> prendere un avvocato. non so se all'epoca dei fatti vi erano condizioni
> particolari che me lo han permesso, avevo un tecnico ed ora, non riesco
> a rintracciarlo; sar un vacanza. ma l'ansia mi ha assalito ed
> per questo che ho posto la richiesta del "help" al web.
> tra l'altro la
> struttura non ha comunque cambiato la cubatura ha solo coperto ci che
> da sempre era li', una veranda aperta. la zona s, sottoposta a vincolo
> di autorizzazione paesaggistica, ma avendo comunque chiuso (in
> modo se-fisso) la veranda che poi, dedicata a degustazione vini (la
> casa parte di una azienda agricola) mi ha stupito che dopo anni, il
> comune abbia dato il via ad un procedimento. ma come dici tu (e scusa
> se ti do del tu) siamo in italia; ogni comune fa a s.
> grazie mille
> per i consigli.
>
>


figurati.
comunque se hai bisogno di aiuto, contattami.
io di mestiere faccio l'architetto ma sopratutto sono consulente degli "avvocati" che spesso fanno casini!!.
come avvocato ti suggerisco di cercare un avvocato "amministrativista" o comunque uno che conosca molto bene la materia edilizia (lascia perdere i civilisti o penalisti) e sopratutto che sia sempre aggiornato, infatti la norma edilizia nazionale (dpr 380/2001) viene modificato quasi ogni mese (purtroppo)
se non fai volumetria, allora la cosa si potrebbe chiudere velocemente con una richiesta di sanatoria edilizia, previo per ottenimento dell'accertamento paesaistico della soprintendenza competente nella tua regione.
ciao




" gianna " >d...@email.it< in data 29 ago 2017, 16:15 ha scritto:

> grazie mille per la tua risposta patricio, purtroppo (mi sa) che dovr
> prendere un avvocato. non so se all'epoca dei fatti vi erano condizioni
> particolari che me lo han permesso, avevo un tecnico ed ora, non riesco
> a rintracciarlo; sar un vacanza. ma l'ansia mi ha assalito
> ed per questo che ho posto la richiesta del "help" al web. tra
> l'altro la struttura non ha comunque cambiato la cubatura ha solo coperto
> ci che da sempre era li', una veranda aperta. la zona s, sottoposta
> a vincolo di autorizzazione paesaggistica, ma avendo
> comunque chiuso (in modo se-fisso) la veranda che poi, dedicata a
> degustazione vini (la casa parte di una azienda agricola) mi ha
> stupito che dopo anni, il comune abbia dato il via ad un procedimento.
> ma come dici tu (e scusa se ti do del tu) siamo in italia; ogni
> comune fa a s. grazie mille per i consigli.
   
gianna
1 Set 2017, 11:48

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Patricio il 31 Ago 2017, 11:47 (Chiudi Messaggio)
> figurati.
> comunque se hai bisogno di aiuto, contattami.
> io di mestiere
> faccio l'architetto ma sopratutto sono consulente degli "avvocati"
> che spesso fanno casini!!.
> come avvocato ti suggerisco di cercare un
> avvocato "amministrativista" o comunque uno che conosca molto bene la
> materia edilizia (lascia perdere i civilisti o penalisti) e sopratutto
> che sia sempre aggiornato, infatti la norma edilizia nazionale (dpr
> 380/2001) viene modificato quasi ogni mese (purtroppo)
> se non fai volumetria,
> allora la cosa si potrebbe chiudere velocemente con una richiesta
> di sanatoria edilizia, previo per ottenimento dell'accertamento
> paesaistico della soprintendenza competente nella tua regione.
> ciao
>
>
>
>
>
> " gianna " >d...@email.it< in data 29 ago 2017, 16:15 ha scritto:
>
>
> > grazie mille per la tua risposta patricio, purtroppo (mi
> sa) che dovr
> > prendere un avvocato. non so se all'epoca dei fatti vi
> erano condizioni
> > particolari che me lo han permesso, avevo un tecnico
> ed ora, non riesco
> > a rintracciarlo; sar un vacanza. ma l'ansia
> mi ha assalito
> > ed per questo che ho posto la richiesta del "help"
> al web. tra
> > l'altro la struttura non ha comunque cambiato la cubatura
> ha solo coperto
> > ci che da sempre era li', una veranda aperta.
> la zona s, sottoposta
> > a vincolo di autorizzazione paesaggistica,
> ma avendo
> > comunque chiuso (in modo se-fisso) la veranda che poi,
> dedicata a
> > degustazione vini (la casa parte di una azienda agricola)
> mi ha
> > stupito che dopo anni, il comune abbia dato il via ad
> un procedimento.
> > ma come dici tu (e scusa se ti do del tu) siamo in
> italia; ogni
> > comune fa a s. grazie mille per i consigli.
>



ok. ancora grazie per il suggerimento-
cerco di orientarmi sul da farsi e in caso... perche' no, potremmo sentirci.
io non so di dove sia lei - io sono in prov di bs
grazie ancora
Messaggi 5 di 5


 
Gavazzi
Manuale sui rivestimenti a cappotto
Viessmann

NRB-NRBH