Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Abruzzo, a breve la consegna delle prime C.A.S.E.

di Rossella Calabrese
Commenti 6770

Proseguono i lavori per gli edifici antisismici, le casette in legno e le scuole provvisorie

Vedi Aggiornamento del 30/09/2009
Commenti 6770
07/09/2009 - Saranno consegnate entro settembre le prime abitazioni del Progetto C.A.S.E. , una delle soluzioni temporanee per i cittadini dell’Aquila le cui case sono state distrutte o rese inagibili dal sisma del 6 aprile. 

Le attività procedono a ritmo serrato per trasferire nelle abitazioni, a partire da settembre, i primi 2.500 aquilani. Le altre saranno concluse entro la fine dell’anno. Verranno realizzati 164 edifici - costruiti con vari materiali, dal calcestruzzo al legno lamellare - per un totale di circa 4.000-4.500 appartamenti che ospiteranno circa 15.000 persone.

I lavori sono in corso su tutte le 19 aree previste dal programma: dopo le fasi preliminari di preparazione avviate tra la metà e la fine di agosto, si è dato il via ai lavori di costruzione anche negli ultimi due cantieri di Coppito 2 e Assergi 2, mentre nelle nuove aree di Roio Poggio, Paganica 2, Coppito 3, Camarda, Gignano e Arischia continuano spedite le attività di costruzione delle piastre di fondazione.

Al 4 settembre risultano ultimate 152 piastre con isolatori sismici. Nelle aree di Cese di Preturo, Bazzano, S. Elia 1, S. Elia 2, S.Antonio, Sassa NSI, Pagliare di Sassa e Paganica sud, sale a 109 il numero degli edifici sui quali le ditte appaltatrici stanno operando per completarne la costruzione. In queste stesse aree sono in piena fase realizzativa le opere di urbanizzazione, comprensive di strade, infrastrutture e pavimenti industriali.

Proseguono anche le attività delle società vincitrici delle gare per gli arredi interni degli appartamenti, mentre è stata affidata la realizzazione di impianti fotovoltaici, mediante il comodato d’uso delle coperture dei nuovi edifici. Nel frattempo sono state attivate anche le procedure di gara per la realizzazione degli ascensori e per la progettazione e la sistemazione a verde delle parti esterne delle 19 aree del Progetto C.A.S.E. 

Si sono inoltre concluse le gare che hanno affidato 1.500 MAP (Moduli Abitativi Provvisori), le abitazioni in legno destinati ai cittadini del “cratere sismico”, ovvero dei 56 Comuni attorno a L’Aquila. Saranno in tutto 2.300, cui si aggiungono quelli arrivati come donazione. I lavori sono partititi in 18 Comuni, presto inizieranno anche in altri 22 Comuni. I primi 1.300 MAP saranno completati per la fine di settembre, i restanti entro la fine dell’anno.
 
Sono state aggiudicate anche le gare relative a 27 lotti per la realizzazione di MUSP ( Moduli ad Uso Scolastico Provvisori ), che sostituiscono temporaneamente le scuole danneggiate o distrutte dal terremoto. Si tratta di strutture prefabbricate adatte alle zone in cui verranno montate, anche in aree a 1.500 metri di altitudine, che accoglieranno 6.000 bambini e ragazzi. Le strutture previste nel primo bando MUSP sono destinate a 4.300 alunni. I lavori sono iniziati il 10 agosto. È invece ancora in corso il bando MUSP II  che assegnerà altri 8 lotti per la costruzione di 6 scuole desinate a 1.700 alunni, un convitto e un complesso di uffici. Le scuole saranno pronte per l’anno scolastico 2009/2010.
 

Fonte: Protezione Civile
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui