Climacell

Ristrutturazioni: l’Iva al 10% diventa permanente

Agevolati gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio

vedi aggiornamento del 06/04/2012
Letto 166216 volte

24/09/2009 - L’Iva agevolata al 10% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio diventa permanente. È quanto prevede il disegno di Legge Finanziaria per il 2010 approvata dal Consiglio dei Ministri di martedì scorso.

Ristrutturazioni: l’Iva al 10% diventa permanente

Notizie correlate

Norme correlate

Legge dello Stato 23/12/ 2009 n. 191

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2010)..

Direttiva CEE 05/05/ 2009 n. 2009/47/CE

Consiglio Europeo - Modifica della direttiva 2006/112/CE per quanto riguarda le aliquote ridotte dell’imposta ..

Legge dello Stato 24/12/ 2007 n. 244

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008). ..

Decreto Ministeriale 29/12/ 1999

Individuazione dei beni costituenti parte significativa del valore delle forniture effettuate nel quadro ..

Finora il regime agevolato è stato prorogato di anno in anno, da ultimo con la Finanziaria 2008 che l’ha previsto fino a tutto il 2011. L’articolo 2, comma 8, della manovra per il 2010 modifica il comma 18 dell’articolo 1 della Finanziaria 2008, aggiungendo agli anni 2010 e 2011 anche gli anni 2012 e successivi.
 
Si concretizza così la decisione presa dall’Ecofin, il Consiglio dei ministri dell’Economia europei, nel marzo scorso. “Dall’Ue abbiamo avuto la conferma della trasformazione da temporaneo a permanente del regime Iva agevolato per l’edilizia”, aveva annunciato il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, al termine dell’incontro, e aveva aggiunto: “considerando gli obiettivi che abbiamo per la politica edilizia, mi sembra un dato importante” (leggi tutto).

Successivamente la Direttiva Europea 2009/47/CE del 5 maggio 2009 ha previsto la possibilità per gli Stati membri di ridurre al 10% l’imposta sul valore aggiunto sui lavori ad alta intensità di manodopera.  La direttiva, emanata il 5 maggio 2009, è entrata in vigore all’inizio di giugno (leggi tutto).

 
L’Iva agevolata al 10% si applica agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa, sia alle prestazioni di lavoro che alla fornitura di materiali e di beni, purché, questi ultimi, non costituiscano una parte significativa del valore complessivo della prestazione. I beni significativi, espressamente individuati dal DM 29 dicembre 1999, sono: ascensori e montacarichi; infissi esterni e interni; caldaie; video citofoni; apparecchiature di condizionamento e riciclo dell'aria; sanitari e rubinetteria da bagni; impianti di sicurezza.
 
Per l’applicazione dell’Iva al 10% non è necessario alcun adempimento come, invece, previsto per la detrazione Irpef del 36%. Ad esempio, non si deve inviare alcuna comunicazione al Centro Operativo di Pescara, né è richiesto il pagamento mediante bonifico.
 
Per tutti gli altri interventi di recupero edilizio è sempre prevista, senza alcuna data di scadenza, l'applicazione dell'aliquota Iva del 10%. Si tratta, in particolare, delle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto o d'opera relativi alla realizzazione degli interventi di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione; dell'acquisto di beni (con esclusione di materie prime e semilavorati) forniti per la realizzazione degli stessi interventi di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, individuate dall'articolo 3, lettere c) e d) del Dpr 380/2001 “Testo Unico in materia edilizia”.
 
L’Iva al 10% si applica, inoltre, alle forniture dei cosiddetti beni finiti, vale a dire quei beni che, benché incorporati nella costruzione, conservano la propria individualità (ad esempio, porte, infissi esterni, sanitari, caldaie, eccetera). L'agevolazione spetta sia quando l'acquisto è fatto direttamente dal committente dei lavori, sia quando ad acquistare i beni è la ditta o il prestatore d’opera che li esegue. (riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Normativa sull'argomento

Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
Altri Commenti

alessandro ruzzene

Stò fissando una struttura in metallo a sostegno tenda para sole e para grandine, l'IVA va al 10 % sulla fattura?

Ivano

E se si strattasse di restaurare i propri terrazzini condominali, raschiando e stuccando le parti lese, ritinteggiando balconate e soffitti degli stessi, e infine installando pure l'aria condizionata (diffusori dentro e ventolemotori fuori) ? Dove si può chiedere un'IVA agevolata inquesto caso? Il condominio potrebbe concorrere in parte alle spese?

maggi francesco

Devo ristrutturare una una vecchia casa in campagna. L'architetto deve applicare l'Iva al 10% o al 20% sulla fattura per il progetto e direzione lavori? Grazie

cinzia

l'impresa di costruzione al momento dell'emissione fattura per i lavori eseguiti per ampliamento della mia prima casa, mette come aliquota il 10 %. La mia domanda è : quando si usufruisce dell'aliquota del 4% ? Grazie a quanti vogliono rispondere.

Antonio

L'appaltatore che dovrà eseguire ilavoro di modifica finestre e costruzione di un balcone mi chiede una dichiarazione per l'iva al 10% come posso fare? Inoltre l'architetto che seguirà i lavori e quant'altro,vale anche per lui lo stesso ? Ed ancora: Il progetto è stato fatto più di un anno fà,posso chiedere lo stesso la detrazioine del 36%? Grazie

fiorella

mi è cvhiaro che sulla ristrutturazione e materiali l'iva è al 10%. Ma chiedo se sulla parcella del geometra che ha chiesto la DIA ed è direttore dei lavori si applica IVA 10 o 20?? ringrazio e saluto Fiorella

Salvatore

Questa è la mia domanda, rispetto all'IVA sugli oneri di un architetto sono di 10% o di 20% e i contributi, vengono pagati dal privato o sono a carico dell'architetto? vedi:(Cassa previdenza L.N. 09/08/95 n°335 e Contributo integrativo C.N.P.A.I.A.) Distinti saluti

giuseppe

sto iniziando i lavori di ristrutturazione di una casa (seconda casa) che prevedono anche un ampliamento. Ai lavori sulla parte "vecchia" si applicherà l'IVA al 10%, vorrei sapere se sui lavori che riguardano l'ampliamento occorre applicare l'Iva al 10 o al 20 %. grazie

nizza pietro

ho comprato un rudere da ristrutturare essendo prima casa volevo sapere con che iva potevo acquistare i vari materiali, edili,elettrici,idraulici.

giovanni

il mio tetto e gravemente deteriorato per i troppi anni si parla piu di quarantanni che non anno mai fatto interventi su questo tetto e adesso siamo messi malissimo perche e diventata veramente pericoloso mi stavo chiedendo se ce aiuto della comunita europea in questi gravissimi condizioni mi chiedevo se ti potevano aiutare con un finaziamento a tasso zero che potevi rietrare con delle piccole rate essendo che la mia banca se ne sbatte per colpa di cuesta crisi pero la vice diretrice cuando a visto tutte le foto si e spaventata e mi adetto di abandonare la casa esendo che o anche una moglie e una figlia di tre anni mi fa paura veramente cuesto tetto prima che succede limprevedibile essendo che sene sentono di tutti colori mio tetto e da poter visionare cuando si vuole percuesto che chiedo aiuto a tutti anche al mio comune

EDILIZIA STISSI SNC

Buona sere sono un impreditore edile di Genova,dovrei svolgere dei lavori per ripristino poggioli direttamente a clienti privati e nn amministrazioni. Alcuni di loro mi hanno fatto richiesta dell'iva al 10% ma io ho spiegato che senza una comunicazione di inizio lavori o una Dia,noi come impresa nn potevamo, Vorrei levarmi questo dubbio. Grazie buonaserata

ANDREA

Sto effettuando una ristrutturazione prima casa, ho acquistato pavimenti piastrelle e vasca idromassaggio dallo stesso rivenditore. Il rivenditore mi dice che loro non possono applicarmi l'Iva al 10% sulla vasca idromassaggio perchè non c'è la posa in opera. Dovrei secondo loro farmela acquistare dall'idraulico, e richiedere a lui l'iva agevolata.. Ma la vasca non rientra tra i beni fini? chiedo un consiglio grazie

Tiziana

il serramentista che costruisce e installa i serramenti l'iva al 10% sulla manod'opera deve considerare la manod'opera impiegata nel processo produttivo o solo la manod'opera relativa alla posa dei serramenti ? grazie a chi mi chiarisce questo dubbio .

Bartolo

L'Agenzia Entrate Vi risponderà a questo quesito, comunque caldaie, montacarichi, sanitari,ecc. sono sia beni significativi che prodotti finiti.Quando l'uso che se ne fa rientra nella lett. a) e b) del D.leg.457 del 78 (ossia manutenz. ordin. e staordin.per cui non c'è bisogno di DIA) allara si parla di beni significativi e l'IVA è al 10% fino all'ammontare della M.O, l'eccedente è al 20% #sempre che ci sia contratto d'appalto e sia l'esecutore lavori a fornirli, altrimenti se uno se li acquista direttamente l'IVA è tutta al 20%#. Quando l'uso che se ne fa rientra invece nelle lett. c) d) e) sempre del D.L 457 art.31#ossia Restauro,risanamento conservativo,ristruttur. edilizia,ristrutt. urbanistica-in cui occorre una DIA#, allara si parla di beni finiti e l'IVA sugli stessi è tutta al 10%, anche se uno si compra questi beni per proprio conto.Bisogna però offrire al venditore una dichiarazionepiù una documentazione#la può fare il Comune#che attesti che se ne sta facendo un uso secondo la lettera c) oppure d) oppure e) di cui sopra. NB Gli stessi beni se uno li acquista poi di fronte ad un permesso di costruire la casa di prima abitazione L'IVA diventa del 4%

angelo

volevo sapere se esiste un fac-simile di atto notorio per la richiesta da parte del committente all'impresa dell'aliquota ridotta al 10%. se si potete inviarmene un modello all'indirizzo email: stiloaz@alice.it grazie.

MICHELE

Ho fatto richiesta di detrazione irpef 36% per ristrutturazione edilizia per manutenzione straordinaria sulla mia abitazione, la ditta esecutrice deve inserire l'impianto elettrico comprendente dei fari sul cavedio costruito per l'allontanamento del terreno dal fabbricato, posso far fatturare con l'iva al 10% considerando i fari came beni finiti e non elencati tra i beni significativi elencati dal D.D. 29/12/1999???? inoltre per l'istallazione di infissi interni, in alluminio, per la divisione tra la tavernetta e il locale garage, posso usufruire dell'iva al 10% o devo considerare gli infissi come bene significativo e quindi devo scorporarli dalla fattura usufruendo dell'iva al 10% solo sulla mano d'opera?. Grazie a quanti vogliano rispondere

Donatello

In risposta al commento di Renzo Marrucci...d'accordo sulle ultime quattro righe in cui sembrerebbe tutto chiaro...il dubbio è su quello che c'è scritto prima che riporto di seguito "L’Iva agevolata al 10% si applica agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa, sia alle prestazioni di lavoro che alla fornitura di materiali e di beni, purché, questi ultimi, non costituiscano una parte significativa del valore complessivo della prestazione. I beni significativi, espressamente individuati dal DM 29 dicembre 1999, sono: ascensori e montacarichi; infissi esterni e interni; caldaie; video citofoni; apparecchiature di condizionamento e riciclo dell'aria; sanitari e rubinetteria da bagni; impianti di sicurezza. " Qui sembrerebbe che l'IVA è al 20% oltre la concorrenza del costo della mano d'opera....

flavio

per servizi tecnici e opere di manutenzione straordinaria in D.I.A. cosa è previsto?

Silvia

Il parquet o le piastrelle sono un bene finito? Può essere applicata l'IVA al 10% anche senza indicare la posa in opera in fattura (non mi riferisco alla detrazione del 36%)? L'Agenzia delle Entrate di Brescia dice di sì, quella di Verona invece dice di no....... Grazie per ogni vostra risposta

renzo marrucci

Se leggete con attenzione le ultime 4 righe VI RISPONDETE DA SOLI...

enzo

Ho letto attentamente la normativa per non interpretarla diversamente, e' chiaro per me, il 10% sulle caldaie sui sanitari infissi eccetera va applicato sia che lo compra il proprietario o la ditta che esegue i lavori

rino

mi associo ai dubbi di Claudio, le caldaie, gli infissi con quale iva devono essere fatturati ??

Claudio

alla luce di quanto scritto sopra, nel caso di una manutenzione straordinaria, il quarto capoverso inserisce le caldaie tra i cosiddetti beni significativi, ESCLUSI dall'applicazione dell'iva agevolata al 10%. Ne concludo che posso pagare l'iva al 10% fino alla concorrenza del costo della mano d'opera. L'ultimo capoverso invece lascia intendere che le caldaie, in quanto beni finiti, prevedano l'applicazione dell'iva al 10% indipendentemente dalla tipologia di intervento edilizio in esecuzione. Qualcuno mi sa dire a quanto si deve applicare l'iva sulle caldaie? quanto detto vale anche per altri beni inseriti nell'elenco dei beni significativi, ma il discorso è analogo. Grazie a quanti vogliano rispondere

Donatello

alla luce di quanto scritto sopra, nel caso di una manutenzione straordinaria, il quarto capoverso inserisce i sanitari tra i cosiddetti beni significativi, ESCLUSI dall'applicazione dell'iva agevolata al 10%. Ne concludo che posso pagare l'iva al 10% fino alla concorrenza del costo della mano d'opera. L'ultimo capoverso invece lascia intendere che i sanitari, in quanto beni finiti, prevedano l'applicazione dell'iva al 10% indipendentemente dalla tipologia di intervento edilizio in esecuzione. Qualcuno mi sa dire a quanto si deve applicare l'iva sui sanitari? quanto detto vale anche per altri beni inseriti nell'elenco dei beni significativi, ma il discorso è analogo. Grazie a quanti vogliano rispondere

NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Made 2015
Kone Monospace
Rumor Block
-15%
Guida alla verifica dei lavori. Con CD-ROM
GUIDA ALLA VERIFICA DEI LAVORI. CON CD-ROM

Prezzo: € 39

Offerta: € 33,15

-5%
Busta paga edilizia (2011)
BUSTA PAGA EDILIZIA (2011)

Prezzo: € 43

Offerta: € 40,85

SismiCad 12