Carrello 0
RISULTATI

Design a scenario for altreforme

Commenti 2866

Concluso il concorso

Vedi Aggiornamento del 30/04/2012
Commenti 2866
25/03/2010 - Si è da poco concluso il concorso “Design a scenario for altreforme”, lanciato lo scorso dicembre dall’azienda produttrice di complementi d’arredo Altreforme e rivolto agli studenti della Domus Academy.
 
Oggetto della competizione la creazione di una città “altreforme” capace di accogliere i prodotti della nuova collezione.
 
Gli studenti della Domus Academy hanno partecipato con entusiasmo al concorso, liberando estro e creatività per dar vita a diversi prestigiosi scenari: da un hotel lussuoso a un’elegante boutique, da un appartamento glamour all’ufficio di un top manager.
 
I lavori, giudicati tenendo conto di criteri quali il rispetto delle guidelines del briefing di altreforme, la realizzazione di un concept di design di alto livello e le modalità di comunicazione del progetto, sono stati valutati sulla base di tre differenti categorie: miglior ambientazione, miglior interpretazione del prodotto altreforme e idea più originale.
 
Vincitore per la miglior ambientazione il progetto Wave dei coreani Yoo Joo Hee, Yoon Jae Hyun e Choi Song Yi, dove la raffinata collezione altreforme – la seduta modulare liquirizia, la consolle mariù, la libreria cioccolata design Aziz Sariyer e lo specchio monza, design Valentina Fontana – regala un tocco di esclusiva eleganza ad una boutique d’alta moda.
 
Per la sezione miglior interpretazione del prodotto altreforme la palma della vittoria è andata a altrefunzione a luxury boutique for PRADO dei coreani Han Sang Yeon e Koh Hyunjee e della studentessa indiana Kshirsagar Sneha, ideatori di un progetto dove la collezione di Aziz Sariyer, qui in versione black, insieme allo specchio monza, rigorosamente in alluminio, sono interpretati in un conceptboutique che ne esalta le linee contemporanee.
 
Infine per la sezione idea più originale il primo premio è andato a tre giovani studenti di Taiwan, Chang Yu Ting, Hsieh Wan Ju e Wu Ming Hsien per Squeezing, singolare scenario green, dove la seduta liquirizia è come tempera color alluminio fuoriuscita da un bizzarro tubetto. La modularità di liquirizia e la morbidezza delle forme sono così originalmente raccontate dal gioco materico della tempera, per un’interpretazione davvero originale.
 
I primi classificati di ciascuna categoria saranno premiati durante il prossimo Fuori Salone 2010: l’evento di altreforme Challenging Aluminium, in scena al Supertsudio Più, dedicherà inoltre parte dell’allestimento alla proiezione delle tre ambientazioni finaliste per ogni categoria, che avranno uno spazio speciale anche sul sito di altreforme.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui