Connettori per il rinforzo dei solai

Imu, via alla campagna di mobilitazione per le modifiche

Dagli enti locali una serie di proposte per ridurre la rigidità della nuova imposta e limitare l’aumento della pressione fiscale

vedi aggiornamento del 13/06/2012
Letto 5072 volte

04/05/2012 - È iniziata la campagna di mobilitazione dei sindaci per la modifica delle norme sull’Imu, l’imposta municipale unica che sarà estesa anche alla prima casa, e già si intravede qualche manifestazione di apertura da parte del Sottosegretario all'Economia Vieri Ceriani.

 
Il presidente dell’Anci Graziano Delrio, portavoce del movimento che chiede una revisione nel senso di maggiore flessibilità ed equità, ha affermato che l’Imu non è un’imposta comunale ma statale perché ai Comuni non viene data autonomia nella sua applicazione, generando forti rigidità e pesanti conseguenze per i cittadini più svantaggiati sui territori.
 
Delrio ha sottolineato come, nonostante il gettito complessivo dell’imposta sia stimato intorno ai 21,4 miliardi, la maggior parte di queste entrate sarà destinata allo Stato, anche sotto forma di tagli ai trasferimenti.
 
Il risultato, ha spiegato il presidente dell’Anci, è che quest’anno si perderà il 27 per cento dei 9,2 miliardi entrati l’anno scorso nelle casse dei Comuni grazie all’Ici. Al contrario, la pressione fiscale sugli immobili aumenterà del 133 per cento.
 
Queste considerazioni hanno spinto gli enti locali a lanciare una campagna di mobilitazione, che vedrà il suo epilogo giovedì 24 maggio con una manifestazione di tutti i sindaci a Venezia. Tra le richieste spicca la disponibilità, manifestata dagli enti locali, a rinunciare a tutti i trasferimenti statali in modo proporzionale alle entrate dell’Imu, a condizione che queste rimangano per intero sui territori.
 
Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Torino, Piero Fassino, secondo il quale l’Imu è un tributo locale che viene sequestrato per più del 50 per cento dallo Stato.
 
Per Enrico La Loggia del PdL, così come impostata, l’Imu è in palese contraddizione con il federalismo municipale e occorre dunque che l'esecutivo chiarisca quanto prima le sue idee sull'argomento, per evitare che l'intero sistema del fisco locale subisca pericolosi contraccolpi.

Data la complessità dei calcoli sull'Imu, il Sottosegretario all'Economia Vieri Ceriani ha proposto di far decadere le sanzioni a carico dei cittadini in caso di errore. Rispondendo alle richieste, portate avanti dal movimento degli enti locali, Ceriani ha annunciato che dopo il 2013 si potrebbe pensare di destinare il gettito Imu interamente ai Comuni. (riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
Altri Commenti

Rambo

I comuni invece di piangere sulle minori entrate pensino piuttosto ad amministrare meglio abbassando ii costi dei servizi resi ai cittadini. Le amministrazioni locali sono divenute strutture di. potere, clientelari, elefantiache che poco danno ai poveri sudditi.O cambiate oppure sa- rete abbattute dal vento della crisi. L' Italia anche se sarà messa in ginocchio da pes- simi politici e amministratori troverà nuovamente la forza di risorgere con nuove idee e nuove istituzioni veramente democratiche.

GranoT

Ho ereditato una casa dai miei genitori in un piccolo paese. Non riesco nè a venderla nè ad affittarla perchè non vi è mercato! Ho sempre Pagato l'ICI come seconda casa. Ora mi tocca pagare l'IMU : l'importo è triplicato! Vi sembra giusto? Perchè i "Palazzinari" e tutti coloro che hanno speculato sugli immmobili sono stati esonerati? In italia non vi è equità! Ci sono sempre i settori che vengono avvantaggiati dallo Stato e sono spesso parte della causa di disastri economici tipo quello che stiamo attraversando.

dario

dopo 40 anni di lavoro sono in pensione da poco, ho due figli sposati con prole, pur diplomati essi vivono con lavori saltuari, precari e mal pagati.L'anno passato, con mia moglie, abbiamo deciso di vendere la nostra casa pagata con anni di sacrifici, abbiamo aggiunto quello che mi spettava di liquidazione dal mio lavoro, più un piccolo mutuo e abbiamo comprato due appartamentini, uno ciascuno ai miei figli. essendo da anni in separazione dei beni con mia moglie ci siamo intestati una casetta ciascuno a noi stessi, giusto per essere sicuri di dare un tetto a questi figli senza rischi che essi incappino in problemi, in separazioni ecc.. che potrebbero anche venire in futuro. Io e mia moglie, abbiamo preso una casa in affitto per noi, che paghiamo con la mia modestissima unica pensione. Ora grazie a Monti sento che dovrò pagare l'imu come sec. casa per i due app. dati in uso gratuito ai miei figli e giusto?

vincenzo

non c'è solo l'imu,ma anche tutto il resto di tasse,con stipendi da poco più di mille euro al mese,come si fa a pagarle tutte?qualcuno me lo dica per favore.questo governo non è adatto a guidare l'italia e non conoscono la realtà della vita semplice di operai e pensionati.loro possono permettersi di pagare 5 euro un litro di benzina.io alle prossime elezioni non vado a votare.il culo che mi sono fatto lavorando e pagando tasse per30 anni,non è servito a nulla.basta prese in giro

Davide

Proposta di modifica: Ok all'Imu ma il calcolo dell'imposta si dovrebbe calcolare in base alla classe energetica della propria abitazione, classe "A+" zero Imu classe " A" 20% dell'Imu classe " B" 40% dell'Imu classe " C" 60% dell'Imu classe " D" 80% dell'Imu classe " E" 100% dell'Imu classe " F" 120% dell'Imu classe " G" 140% dell'Imu Perché questa proposta? Per obbligare gli Italiani a risanare energeticamente la propria casa senza l'utilizzo di incentivi statali che altrimenti dobbiamo pagarli sempre noi. Basta a tutti gli incentivi sul 55% o sul fotovoltaico, dobbiamo pensare ai nostri figli, che razza di case erediteranno!! Che razza di mondo gli passeremo!!

NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Verifica interventi migliorativi
Problemi di umidità? Chiama Volteco
Sika
-15%
I costi della sicurezza in edilizia. Con CD-ROM
I COSTI DELLA SICUREZZA IN EDILIZIA. CON CD-ROM

Prezzo: € 46

Offerta: € 39,1

-15%
Guida alla verifica dei lavori. Con CD-ROM
GUIDA ALLA VERIFICA DEI LAVORI. CON CD-ROM

Prezzo: € 39

Offerta: € 33,15

PRO_SAP PROfessional SAP