ProSap

Edifici a Energia Quasi Zero, la ricerca e la qualità pagano

Si è concluso con successo a Verona il Tour dedicato all’edilizia sostenibile

vedi aggiornamento del 01/03/2013
Letto 4461 volte

08/06/2012 - Si è concluso ieri a Verona, con l’ultima delle 15 tappe, il Tour Edifici a Energia Quasi Zero di Edilportale, dedicato all’edilizia sostenibile.

 
Fabio Peron, docente alla Facoltà di Architettura dello IUAV di Venezia, ha aperto i lavori spiegando che l’imminente esaurimento delle fonti fossili renderà inevitabile una rivoluzione copernicana nell’uso delle risorse energetiche e nel modo di progettare, passando da un percorso lineare (progetto architettonico > impianti > costruzione) ad uno circolare che, oltre alla progettazione architettonica e impiantistica, comprenda analisi ambientali ed energetiche e simulazioni termofisiche, illuminotecniche e del microclima.
 
Un ruolo importante, ha proseguito Peron, è quello dell’involucro, soprattutto di quello trasparente: esistono elementi ad altre prestazioni, in grado di non disperdere calore, come i vetri basso-emissivi, elementi capaci di recuperare energia ma anche di produrla, come le facciate fotovoltaiche.

Scarica gli atti del convegno

 
Guarda le foto dell'evento


Guarda il video del convegno


Un esempio che mette in pratica molte delle soluzioni citate, è la casa passiva, illustrata da Francesco Nesi, direttore di Zephir - Zero Energy and Passivhaus Institute for Research. Un insieme di criteri di progettazione che mettono al primo posto il benessere abitativo, secondo uno standard ormai consolidato che consente di ridurre i consumi dell' 85-90%, con extracosti del 6-8%.

Un progetto realizzato è stato descritto da Silvano Zanella, consulente energetico CasaClima Oro: si tratta della ricostruzione di un edificio a Rossano Veneto. Il risultato è una casa a consumo zero, realizzata con struttura portante in legno, fondazioni termicamente isolate, cappotto, tetto isolato con fibra di legno, estrema attenzione per i dettagli (cassonetti, finestre) per ridurre il fabbisogno energetico. La casa, infatti, ha due soli impianti, per il ricambio d’aria e fotovoltaico.
 
Ha affrontato il tema degli edifici a energia quasi zero dal punto di vista finanziario Laura Pighi, Project Manager di Habitech Trentino, spiegando che gli operatori economici non si accontentano di concetti come ‘quasi zero’ e risparmio energetico, chiedono invece numeri che da calcolare attraverso sistemi di rating come il Protocollo LEED. Tutto ciò allo scopo di dare un valore agli immobili presenti nei portafogli dei grandi investitori consentendogli di scegliere quali tenere (i più efficienti) e quali vendere al più presto (i più energivori).
 
L’ultimo intervento è stato quello del coordinatore gruppo Tecnologico e Innovazione di ANCE Veneto, Livio Zarantonello, che ha rilevato come, nell’attuale situazione di crisi, le sole imprese di costruzioni che resistono sul mercato sono quelle che costruiscono edilizia di qualità. Le case dalla Classe B in giù restano invendute.
 
Qualità e benessere abitativo però dipendono non solo dal progetto ma anche dall’esecuzione dei lavori, quindi dalla competenza dell’impresa di costruzioni, nonché dall’attenzione riservata, in seguito, alla manutenzione degli edifici. Le imprese - ha concluso Zarantonello - devono fare ricerca e crescere, alla pari dei produttori di materiali e dei progettisti. E per certificare la qualità del costruito, Ance Veneto, in collaborazione con CasaClima, ha proposto un marchio di qualità volontario.
 
Proposta che ha suscitato però un’obiezione: in Veneto esistono già diversi marchi, come quello istituito dalla Provincia di Treviso, oltre alla normativa nazionale, che senso ha introdurne altri? L’obiettivo dell’Ance è proprio quello di fare sintesi tra i marchi esistenti e proporre un sistema unico per tutto il Veneto.

I partecipanti al convegno hanno ricevuto gratuitamente il Vademecum “Edifici a Energia Quasi Zero”.

Tutti i progettisti che si occupano di edifici sostenibili possono pubblicare i propri progetti nella nuova sezione di Archilovers dedicata agli edifici e energia quasi zero: Archilovers/edificieenergiaquasizero.

(riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Documenti correlati
Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Kappazeta
Fiera BAU
Sistemi RasoParete
Triso Super 10+