Maxxiphon

Wienerberger e l'uso del laterizio nella progettazione antisisimica

vedi aggiornamento del 07/02/2013
Letto 1218 volte

31/07/2012 - In seguito agli ultimi accadimenti, sorgono spontanee riflessioni sul tema della sicurezza strutturale degli edifici rispetto agli eventi sismici. Innanzitutto una modalità di azione rivolta al contenimento dei danni e alla salvaguardia della vita umana deve basarsi su una buona progettazione e sulla corretta esecuzione dei lavori in fase di cantiere.


In questo senso - come già sosteneva alcuni anni fa Catervo Cangiotti – all’epoca Presidente ANDIL (Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi): "il laterizio è un materiale in grado di garantire livelli di sicurezza adeguati, se vengono adottati i giusti criteri progettuali dettati dalla normativa specifica. Costruire in laterizio in aree sismiche è coerente con le regolamentazioni più avanzate e garantisce case sicure e collaudate dai massimi esperti in materia a livello internazionale, grazie a ingenti investimenti nella ricerca, alla realizzazione di edifici di riferimento, alla crescita culturale degli operatori, al controllo di qualità in produzione e nella fase di esecuzione"

Case History: abitazione di Finale Emilia realizzata con Porotherm BIO PLAN 45 di Wienerberger

Dopo il terremoto dello scorso 20 maggio, Wienerberger ha iniziato a monitorare alcuni edifici realizzati con Porotherm BIO PLAN sul territorio interessato, per osservare come avevano reagito al sisma.

Tra questi c'è un’unità immobiliare di Finale Emilia (Modena) realizzata dal ragioniere Ubaldo Bega. Si tratta di una residenza unifamiliare composta da due piani fuori terra. La muratura utilizzata è portante rettificata e la parete è un monostrato semplicemente intonacato con intonaco traspirante. E' stato utilizzato per questa struttura abitativa il prodotto Wienerberger Porotherm BIO PLAN 45. La costruzione, nonostante si trovasse nell'epicentro del terremoto che ha scosso l'Emilia, assieme ad altri edifici realizzati in muratura portante rettificata, non ha riscontrato nessun tipo di danno. Il motivo della forte resistenza della struttura è dovuto all'utilizzo di materiali di elevata qualità e alla costruzione dell'edificio.

“La scelta del prodotto Wienerberger – come spiega il ragioniere – è stata determinata dalla massima serietà dimostrata dalle certificazioni dei prodotti aziendali e dalla bontà delle caratteristiche di BIO PLAN 45, ideale per la costruzione della abitazione senza intelaiatura portante in cemento armato. Nonostante gli eventi sismici con epicentro nel Comune di Finale Emilia, l'abitazione ha retto perfettamente anche grazie al prodotto e non è stata evidenziata nessuna lesione o micro crepa al termine del sisma.”

Porotherm BIO PLAN Wienerberger conforme ai requisiti per la progettazione alle azioni sismiche

- Da tempo impiegati in numerosi Paesi europei, i blocchi a incastro Porotherm BIO PLAN sono blocchi "rettificati", cioè elementi con facce di appoggio superiori e inferiori perfettamente planari e parallele. Questo prodotto è composto da blocchi realizzati con argilla e farina di legno, ideali per un ambiente biocompatibile che assicura risparmio energetico nel tempo.

- I blocchi Porotherm BIO PLAN, scelti anche dal proprietario della villetta di Finale Emilia, sono elementi idonei alla realizzazione di murature portanti (anche in zona sismica) e di pareti di tamponamento. Il sistema Porotherm BIO PLAN si trova perfettamente allineato con i requisiti imposti dalle NTC 08.

- Inoltre i blocchi Porotherm BIO PLAN con la tasca riempita di malta sono conformi ai requisiti per la progettazione alle azioni sismiche, in quanto garantiscono una percentuale di foratura non superiore al 45%, con i setti disposti continui e rettilinei parallelamente al piano del muro.

Per i blocchi rettificati Porotherm BIO PLAN le prove di laboratorio hanno dimostrato le eccezionali caratteristiche di resistenza meccanica delle murature. La resistenza a compressione ha superato di oltre il 30 per cento quella dei muri in blocchi ad incastro e malta di analoghe caratteristiche meccaniche ma di spessore tradizionale.

Nella normativa citata in precedenza viene inoltre introdotta la Marcatura CE, che codifica in maniera precisa e univoca i controlli da effettuarsi sui prodotti da costruzione in stabilimento. Tutta la gamma Porotherm Wienerberger é sottoposta al sistema di attestazione della conformità 2+ grazie al quale è possibile inserire il proprio prodotto in Categoria I, ovvero il livello qualitativo e prestazionale di certificazione più alto e costante nel tempo.

Il laterizio è un elemento fondamentale per realizzare murature portanti e pareti di tamponamento per costruzioni in zone a rischio sismico. L'impiego di blocchi in laterizio rispondenti alle prescrizioni di legge per percentuale di foratura, dimensione massima dei fori, e resistenza meccanica rappresentano una garanzia rispetto alle sollecitazioni sismiche. In ogni caso è fondamentale tenere ben presente che la qualità dei materiali va associata alla regolarità morfologica e costruttiva dell’edificio, in modo che le azioni prodotte dal sisma siano contrastate in modo omogeneo: una configurazione regolare, priva di sbalzi esuberanti, e soprattutto simmetrica, resiste meglio ai terremoti. La qualità dei materiali va associata infine alla qualità della posa in opera.

WIENERBERGER su Edilportale.com
(riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







ecoBLOCK plus
Bticino BuildingBlog
Ytong
Tele metalliche per l