Carrello 0
EVENTI

Re+build: al via dal prossimo 17 settembre a Riva del Garda

di Valentina Ieva
Commenti 1919

Ritorna la convention nazionale dedicata alla riqualificazione sostenibile

Vedi Aggiornamento del 20/11/2013
Commenti 1919
14/09/2012 - Mancano ormai pochissimi giorni all’apertura di Re+build, la convention nazionale dedicata alla riqualificazione e gestione sostenibile dei patrimoni immobiliari, che si terrà dal 17 al 19 settembre prossimi presso il Centro Congressi di Riva del Garda.

Il primo evento nazionale di cadenza annuale che affronta i temi della riqualificazione dell’involucro edilizio e degli impianti, nonché la conduzione sostenibile dell’edificio nell’uso quotidiano è promosso da Habitech, Progetto Manifattura e Riva Fiere e Congressi, rivolgendosi a professionisti, operatori del real estate, progettisti, Energy Service Company, banche, associazioni di settore e organi amministrativi. Edilportale e Archiportale sostengono l'iniziativa in qualità di main media partner.

Modelli vincenti, esperienze ed approcci innovativi saranno illustrati a Re+build da più di 80 relatori nazionali e internazionali, tra cui Gary Saulson, Nils Kok, Fraser Thompson, Michael Loose, Thomas Beyerle, Chicco Testa, Luigi Colombo e Gianni Silvestrini. Anche i rappresentanti di Ikea avranno modo di presentare un piano di sostenibilità redatto dall’intero team al fine di migliorare la gestione del patrimonio immobiliare, riducendone i consumi energetici.

L’Italia, disponendo di oltre il 50% di edifici da riqualificare, ha l’opportunità di trarre importanti benefici muovendosi in direzioni degli orientamenti richiesti dalle disposizioni della Comunità Europea, raggiungendo il -20% di emissioni entro il 2020 ed il -80% entro il 2050.

Re+build oltre a costituire un’iniziativa di respiro internazionale che consente a professionisti e aziende di condividere e confrontare metodi e approcci, rappresenta una nuova formula per fornire strumenti concreti al tema del green building e dare impulso alla crescita del mercato grazie anche alle esperienze sperimentali del Trentino Alto Adige.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui