Triso Super 10+

Edifici rurali, nuove procedure per il censimento

Dopo il 30 novembre via al nuovo software per la compilazione dei documenti tecnici catastali

vedi aggiornamento del 27/11/2012
Letto 11547 volte

06/09/2012 - Dall’Agenzia del Territorio novità per il censimento dei fabbricati rurali. Nella sezione Software del sito è stata pubblicata la nuova versione della procedura Docfa 4.00.1 per la compilazione dei documenti tecnici catastali, che risponde ai criteri dell’art. 13, commi 14-bis, 14-ter, 14-quater della Manovra Salva Italia e del DM 26 luglio 2012, con cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha definito le modalità per l’inserimento del requisito di ruralità negli atti catastali.

 
La nuova versione del software prevede due versioni di documento.
 
Come precisato in un comunicato dell’Agenzia del Territorio, il primo documento, pensato per le dichiarazioni ai sensi del DM 26 luglio 2012, va utilizzato per le dichiarazioni di fabbricati di nuova costruzione o su cui sono stati effettuati interventi edilizi. Alla documentazione è necessario allegare le autocertificazioni previste, utilizzando i modelli allegati al decreto ministeriale.


La seconda tipologia di documento è utilizzata per le dichiarazioni al Catasto Edilizio Urbano di fabbricati rurali già censiti al Catasto Terreni, che, ai sensi dell’art. 13, comma 14-ter, del DL 201/2011( Manovra Salva Italia) nello stato in cui si trovano sono in grado di produrre un reddito proprio. Anche in questo caso è è necessario allegare le autocertificazioni previste, utilizzando i modelli allegati al DM 26 luglio 2012.
 
Il nuovo sistema ha introdotto una nuova causale di variazione, chiamata“Richiesta ruralità”, che può essere utilizzata solo in combinazione con la tipologia di documento 1 e permette variazioni semplificate, per la cui compilazione sono richiesti solo i dati identificativi dell'immobile. La procedura è valida per le unità immobiliari già censite nel gruppo delle categorie D, a eccezione della D/10.
 
La nuova versione del software sarà operativa dopo il 30 novembre 2012. Fino ad allora si potrà continuare ad utilizzare il vecchio sistema. Le decisioni sulla tempistica mirano probabilmente a non creare interferenze e difficoltà in vista della scadenza  
 
Le decisioni sulla tempistica si intrecciano con il pagamento dell’Imu. Gli immobili rurali, per i quali non è conosciuta la rendita catastale, dovranno infatti essere dichiarati entro il 30 novembre per poter pagare l’imposta in un’unica soluzione al conguaglio di dicembre. Cambiare le procedure prima di questa scadenza avrebbe quindi potuto creare interferenze, difficoltà e possibili ritardi.
(riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Normativa sull'argomento

Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Fiera BAU
ecoBLOCK plus
Nuovo termometro a immagine IR
SismiCad 12