Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Scuole, via libera ai 38 milioni di euro del Miur

di Rossella Calabrese
Commenti 8481

Entro il 22 aprile Enti locali e Regioni devono presentare le domande per accedere ai fondi

Vedi Aggiornamento del 27/01/2016
Commenti 8481
09/04/2013 - Enti locali e Regioni avranno tempo fino al 22 aprile prossimo per presentare al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) la domanda di contributo per la realizzazione di nuove scuole e la ristrutturazione di quelle esistenti.
 
È stata infatti pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 6 aprile la Direttiva 34/2013 del MIUR che assegna 38 milioni di euro al cofinanziamento di interventi di rigenerazione del patrimonio immobiliare scolastico e di costruzione di nuovi edifici scolastici, resa nota dallo stesso Ministero a fine marzo, insieme con le Linee guida per le architetture interne delle scuole (leggi tutto).
 
Gli interventi dovranno essere realizzati tramite lo strumento del fondo immobiliare, costituito da una Società di Gestione del Risparmio appositamente individuata dall’Ente locale o dalla Regione con procedure ad evidenza pubblica, a cui saranno conferiti e/o apportati immobili da valorizzare, aree pubbliche per nuove costruzioni ed ogni eventuale ulteriore cofinanziamento.
 
Per accedere ai contributi, gli Enti locali/Regioni devono presentare la richiesta, sottoscritta dal rappresentante legale - all’indirizzo di PEC: dppr@postacert.istruzione.it - entro 15 giorni dalla pubblicazione della Direttiva sulla Gazzetta Ufficiale (22 aprile 2013), specificando l’importo del contributo richiesto ed inviando il modello di protocollo di intesa (Allegato A) nel quale dovranno essere indicati gli interventi da realizzare ed il relativo costo totale.

Il contributo sarà concesso secondo lo stretto ordine cronologico di ricevimento delle richieste risultante dalla data e dall’orario della PEC, fino ad esaurimento delle risorse disponibili e, per ciascun Ente locale/Regione, non potrà eccedere il 25% del costo totale previsto per la realizzazione degli interventi, nè essere superiore a quanto richiesto, né superare l’importo complessivo di 5 milioni di euro.
 
Gli Enti locali e le Regioni che hanno diritto al contributo dovranno successivamente sottoscrivere con il MIUR, nel termine che sarà loro comunicato, il protocollo di intesa, impegnandosi a realizzare gli interventi secondo le regole stabilite.
 
Successivamente, con proprio decreto che sarà pubblicato sul sito internet www.istruzione.it, il Direttore generale per la politica finanziaria ed il bilancio del MIUR indicherà agli Enti locali e alle Regioni che hanno sottoscritto i protocolli di intesa, termini e modalità per l’effettiva assegnazione ed erogazione dei contributi.


Foto tratta da www.indire.it/eventi/quandolospazioinsegna
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui