Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Smart Village in Tour ha fatto tappa al Kilometro Rosso di Bergamo

Commenti 5442

Tra i temi: le qualità del cemento al fine della durabilità e della sicurezza antisismica

Vedi Aggiornamento del 07/06/2013
Commenti 5442
31/05/2013 - Un edificio particolare, un’opera architettonica contemporanea progettata da Richard Meier e dedicata alla ricerca e all’innovazione, l’i.lab di Italcementi, ha ospitato ieri la tappa di Bergamo di Smart Village in Tour, il road show dedicato all’edilizia antisismica e ad alta efficienza energetica, organizzato da Edilportale in collaborazione con Made Expo e con il supporto di Agorà.

Dopo aver parlato molto di legno nella altre tappe del Tour, a Bergamo l’attenzione si è concentrata sul calcestruzzo e sulle sue potenzialità e caratteristiche di resistenza, durabilità e tenacità. Un approfondimento reso più efficace dal luogo stesso in cui l’evento si è svolto. Edificio dove hanno trovato anche una concreta applicazione le travi strutturali miste acciaio e cemento utilizzate per le coperture.

Scarica gli atti del convegno
 
Guarda le foto dell'evento

Guarda il video del convegno

Soluzioni costruttive oggetto di un’analisi dettagliata da parte del professor Paolo Riva dell’Università di Bergamo, finalizzata ad individuare le modalità e gli ambiti di intervento per mettere in sicurezza in modo particolare gli edifici industriali prefabbricati.
 
Una delle criticità emerse riguarda il superamento della concezione di adeguamento antisismico dell’edificio, economicamente spesso insostenibile, con quella del miglioramento, su cui sarebbe auspicabile una correzione normativa, così da consentire e di facilitare le scelte relative alla demolizione per poi ricostruire. Tema aperto sul quale appare urgente una riflessione.
 
Sicurezza ed efficientamento energetico costituiscono due aspetti strettamente connessi, nonché due mercati dalle grandi potenzialità, sui quali ci si attende un ruolo di promozione e di orientamento da parte delle istituzioni pubbliche.
 
Ed esperienze virtuose iniziano ad esserci, come quella della Fondazione Muvita della provincia di Genova, con il progetto ‘Condomini intelligenti’, finalizzato ad orientare le scelte degli abitanti attraverso una presentazione dei vantaggi economici e di confort.
 
Sul fronte delle nuove costruzioni diventa viceversa essenziale superare il concetto del “quasi zero” per perseguire l’edificio ad “energia zero”. Perché, come ha evidenziato il professor Niccolò Aste del Politecnico di Milano, le tecnologie ci sono e l’esperienza e il numero delle opere costruite non lascia dubbi sulla loro realizzabilità. Ne sono esempi concreti l’edificio Hotel Bonapace di Torbole e la casa zero energy realizzata a Cassacco in provincia di Udine, illustrati nel corso dell’evento.


I partecipanti al Convegno hanno ricevuto gratuitamente il Vademecum “Edifici a energia quasi zero e Antisismica”. La partecipazione dà diritto all’assegnazione di crediti formativi.

I prossimi appuntamenti:
PADOVA - 5 giugno 2013
UDINE - 6 giugno 2013

ISCRIVITI ALLA TUA TAPPA!

Durante i convegni, i partecipanti potranno interagire con le aziende espositrici - attraverso la formula di Business Matching chiamata Archidating - per ricevere una consulenza personalizzata. Prenota l’appuntamento!

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui