Carrello 0
INFORMATICA

Umbria, presentate le linee guida per l’utilizzo dello Sportello Unico

di Giovanni Carbone

Più facili le procedure edilizie e produttive per imprese, professionisti, cittadini e PA

Vedi Aggiornamento del 17/10/2013
24/06/2013 - La Regione Umbria ha presentato le linee guida per il funzionamento e l’utilizzo dello Sportello unico attività produttive ed edilizia (Suape).
 
Lo strumento rientra nel programma di attuazione della LR 8/2011 in materia di semplificazione amministrativa ed è stato pensato per facilitare le procedure e le relazioni tra imprese, professionisti, cittadini e pubblica amministrazione.
 
“Relativamente all’amministrazione digitale - ha affermato l’assessore all’Innovazione, Fabio Paparelli - è stato definito un programma di interventi condiviso con enti locali, Anci Umbria e tutti i soggetti pubblici coinvolti per favorire la digitalizzazione dei Comuni”.
 
L'assessore Paparelli ha proseguito dicendo che la prima fase del programma è stata dedicata all’attivazione degli sportelli unici comunali in modo da favorire un’applicazione completa del processo di digitalizzazione e dematerializzazione da riproporre, in seguito, anche in altri settori della pubblica amministrazione.
 
“È importante - ha dichiarato l’assessore - non fermarsi agli investimenti per le sole tecnologie, ma imporre un cambiamento organizzativo e culturale che va gestito con la collaborazione di tutti i soggetti interessati dal fenomeno; diventa cruciale passare dall’implementazione tecnologica, alla trasformazione organizzativa e culturale, per un utilizzo efficace delle tecnologie in grado di produrre snellimento, semplificazione e meno oneri per imprese e cittadini”.
 
“In proposito - ha concluso Paparelli - la Regione ha individuato nelle linee di funzionamento un riferimento regionale per tutti gli enti umbri, mentre nell’ambito della più ampia strategia dell’Agenda digitale dell’Umbria, continua a potenziare e consolidare le infrastrutture tecnologiche ponendosi come obiettivo di lungo termine quello di interconnettersi con le altre amministrazioni periferiche dello Stato e con gli enti di categoria”.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui