Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Smart Village in Tour a Padova: progettare oltre le norme

Commenti 4806

I temi della tappa veneta: antisismica, casa mediterranea e PassivHaus

Vedi Aggiornamento del 05/10/2013
Commenti 4806
06/06/2013 - Un Paese che ha bisogno di ingegneri che tornino a saper fare gli ingegneri. È la provocazione lanciata da Renato Vitaliani, professore all’Universita di Padova, nella tappa veneta di Smart Village in Tour, il road show dedicato all’edilizia antisismica e ad alta efficienza energetica, organizzato da Edilportale in collaborazione con Made Expo e con il supporto di Agorà.
 
Secondo il docente, oggi per costruire antisismicamente o intervenire sul patrimonio esistente per metterlo in sicurezza, è necessario che i progettisti tornino a saper guardare al progetto nella sua interezza, evitando di limitare la propria analisi strutturale a fattori di resistenza o meramente quantitativi, cosi come dettati dalla normativa.

Scarica gli atti del convegno
 
Guarda le foto dell'evento

Guarda il video del convegno

Una normativa troppo rigida e poco attenta alla storia e alle tradizioni che hanno accumulato nel tempo saperi e che hanno prodotto tecniche costruttive di grande efficacia antisismica in un Paese come il nostro dove l’intensità sismica si attesta su livelli decisamente inferiori a quelli registrati in altre realtà come ad esempio il Giappone o gli Stati Uniti, identificati come distruttivi.
 
In sintesi, un approccio attento all’edificio nel suo insieme consente di garantire la sicurezza con interventi di piccola dimensione.
 
In questa direzione vanno anche alcune iniziative della Regione Veneto, impegnata ad aumentare controlli sui cantieri e sulle nuove costruzioni e di favorire con protocolli di intesa analisi e verifiche sul patrimonio esistente.
 
Un vivace dibattito ha caratterizzato la sessione dedicata ai diversi modelli e progetti di casa ad energia zero. Riprendendo le riflessioni avanzate in materia di antisismica si sono alternati interventi dedicati ai diversi sistemi costruttivi, legno, cemento armato e laterizio, applicati alla casa EEQZ, alla casa mediterranea, fino alla casa passiva.
 
Confort, estetica e funzionalità sono stati i parametri del confronto. Attenzione è stata anche prestata alla certificazione e alla necessita’ di evitare la pericolosa deriva del greenwashing, ricordato da Lorenzo Orsenigo di ICMQ, per affermare il valore di una certificazione in grado di garantire all’utente finale le prestazioni promesse e un processo costruttivo concretamente sostenibile.
 
 
I partecipanti al Convegno hanno ricevuto gratuitamente il Vademecum “Edifici a energia quasi zero e Antisismica”. La partecipazione dà diritto all’assegnazione di crediti formativi.

L’ultimo appuntamento:
UDINE - 6 giugno 2013


ISCRIVITI

Durante i convegni, i partecipanti potranno interagire con le aziende espositrici - attraverso la formula di Business Matching chiamata Archidating - per ricevere una consulenza personalizzata. Prenota l’appuntamento!
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui