Carrello 0
STRUTTURALE

Autorizzazione sismica, procedura 'ostica' secondo gli ingegneri

di Giovanni Carbone
Commenti 19114

Oltre 100 giorni per la presentazione della domanda, fino a 1 anno per l'ok del Genio Civile regionale

Vedi Aggiornamento del 14/07/2014
Commenti 19114
28/08/2013 - Il rilascio dell’autorizzazione sismica è una procedura “discretamente ostica” a causa della mancanza di congruità tra l’intervento da realizzare e la complessità della procedura stessa.
È il giudizio di oltre 8000 ingegneri chiamati a rispondere a una serie di domande sulle principali procedure da seguire nell’esercizio della loro attività professionale come la denuncia dei lavori e il deposito progetti per la realizzazione di costruzioni in zone sismiche.
 
L’indagine è stata svolta dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri nell’ambito di un progetto di ricerca dal titolo: “per il rilancio del Paese: sussidiarietà e semplificazione. Le opinioni degli ingegneri”.
 
La complessità della procedura è stata stimata in riferimento alla quantità di tempo necessaria per l’elaborazione e la raccolta dei documenti da allegare alla pratica edilizia. 
 
Dallo studio è emerso che, con opere di ristrutturazione urbanistica, nuove costruzioni residenziali e non residenziali e con demolizioni, gli intervistati impieghino in media 29 giorni per la preparazione degli elaborati. Tale dato collocherebbe la procedura tra le più celeri se non fosse per la loro successiva integrazione con ulteriori documenti, richiesti dalle amministrazioni durante l’esame della domanda.
 
Per il 59,7% dei professionisti intervistati, infatti, servono almeno altri 20 giorni per presentare la documentazione aggiuntiva, almeno 30 per il 18,7% e tra i 50 e i 100 giorni per il 6,8%.
 
La legge prevede che l’autorizzazione sismica sia rilasciata dal Genio Civile regionale entro 60 giorni dalla presentazione della domanda, cui deve far seguito l’immediata comunicazione al Comune.
 
Dallo studio è emerso che tale tempistica spesso non è rispettata (in media sono necessari 84 giorni) con il 39,1% dei tecnici che ha dichiarato di non aver ricevuto l’autorizzazione entro i termini previsti: il 17,8% ha dovuto attendere fino a 3 mesi, l’8,7% fino a 5 mesi con incredibili punte fino ad 1 anno per il 2,5% degli intervistati.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui