Volteco su misura

Conto Termico, via alle domande dal 31 marzo

Come accedere agli incentivi per sostituire gli impianti di riscaldamento da 500 a 1000 kW con pompe di calore o biomassa

vedi aggiornamento del 02/09/2014
Letto 10636 volte

03/03/2014 - Saranno aperti dalle 9.00 del 31 marzo alle 21.00 del 29 maggio i registri per accedere agli incentivi del Conto Termico. Lo fa sapere il GSE, Gestore dei servizi energetici, che ha pubblicato sul proprio sito web il bando relativo al 2014.

 
Chi deve iscriversi
Ricordiamo che, in base al DM 28 dicembre 2012, che incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e gli interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni, e alle Regole Applicative, l’obbligo di iscrizione ai registri vale per gli interventi indicati dall’articolo 4 comma 2 lettere a) e b) di potenza termica nominale complessiva, con riferimento al singolo edificio, unità immobiliare, fabbricato rurale o serra, maggiore di 500 kW e inferiore o uguale a 1000 kW.
 
Si tratta degli interventi di:
- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica
 
- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa.
 
Modalità di iscrizione
La richiesta di iscrizione, a pena di esclusione, deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica mediante l’applicazione Portaltermico messa a disposizione dal GSE. L’applicazione è accessibile tutti i giorni del periodo di apertura dei Registri, 24 ore su 24, ad eccezione dei giorni di apertura e di chiusura.
 
Risorse disponibili
Le risorse destinate all’incentivazione degli interventi per cui c’è l’obbligo di iscrizione ai Registri sono pari a 6,91 milioni di euro annui per gli interventi realizzati dalle Amministrazioni Pubbliche e a 22,81 milioni di euro per gli interventi realizzati dai soggetti privati.
 
Formazione della graduatoria
La graduatoria è formata sulla base delle dichiarazioni inserite dai soggetti responsabili. Nella valutazione delle domande sarà data priorità alla minore potenza degli impianti. Tra i criteri secondari si farà riferimento all’anteriorità dell’autorizzazione e alla precedenza della data della richiesta di iscrizione al Registro.
 
La pubblicazione dei risultati avverrà  sul sito del GSE entro 60 giorni dalla data di chiusura dei Registri.
 
Cause di esclusione
Il GSE può verificare in qualunque momento la veridicità e la correttezza delle informazioni dichiarate dai soggetti responsabili. In caso di mancato rispetto del DM 28 dicembre 2012, del bando o delle regole applicative può quindi decidere l’esclusione degli interventi dalle graduatorie.
 
L’esclusione può essere determinata anche dal mancato possesso dei requisiti per l’iscrizione, dal mancato rispetto dei termini o dall’incompletezza dei documenti richiesti.
 
L’intervento giudicato non idoneo all’iscrizione viene quindi escluso se la graduatoria non è stata ancora pubblicata. Nel caso in cui la pubblicazione sia già avvenuta e gli elementi che determinano l’esclusione sono riscontrati in un secondo momento, l’intervento decade invece dal diritto di ricevere gli incentivi.


Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+

  (riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Normativa sull'argomento

Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Made 2015
Controsoffitti acustici
Vitrum, semplicemente inimitabile
Unipro
Sistema filtro fumo