Otis Homelift

Dati catastali e ipotecari online gratuitamente per i contribuenti

Da lunedì 31 marzo accesso libero alle banche dati dell’Agenzia delle Entrate e invio telematico degli atti per i pubblici ufficiali

vedi aggiornamento del 12/11/2014
Letto 26963 volte

02/04/2014 - Sono disponibili gratuitamente online da lunedì scorso le banche dati ipotecaria e catastale dell’Agenzia delle Entrate.

 
Attraverso i canali Entratel e Fisconline, i contribuenti possono consultare tutti i dati relativi ai propri immobili e verificare, ad esempio, la planimetria o la rendita, la classe e la categoria catastale.
 
Il nuovo servizio è previsto dal Provvedimento 31224/2014 della stessa Agenzia delle Entrate, che attua il DL 16/2012 sulle semplificazioni fiscali.

L’Agenzia ricorda che i contribuenti - persone fisiche - abilitati ai servizi Fisconline ed Entratel dell’Agenzia possono consultare gratuitamente dal proprio PC le informazioni relative alla casa di loro proprietà come:
- la visura catastale (per soggetto e per immobile);
- la mappa con la particella terreni;
- la planimetria del fabbricato;
- la visura ipotecaria.
 
La procedura è attiva per gli immobili presenti su tutto il territorio nazionale (ad eccezione delle Province autonome di Trento e Bolzano e, per le visure ipotecarie, delle zone dove vige il sistema tavolare) dei quali i contribuenti risultano titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento.
 
Il servizio di consultazione di questi dati è già disponibile negli uffici provinciali del Territorio. Le informazioni catastali potranno essere consultate gratuitamente anche presso gli sportelli catastali decentrati, in questo caso non solo per le persone fisiche.
 
Sempre in un’ottica di semplificazione - spiega l’Agenzia - si inserisce l’invio telematico, con il modello unico informatico disponibile sul sito dell’Agenzia, degli atti alle Conservatorie dei registri immobiliari, che viene adesso esteso anche a tutti i pubblici ufficiali, come i segretari comunali, gli ufficiali roganti della Pa e gli agenti della riscossione, oltre che ai notai.
 
Dal 31 marzo 2014, anche i pubblici ufficiali possono quindi inviare online i documenti che costituiscono il titolo per gli atti da presentare alle Conservatorie dei registri immobiliari. Non sarà, quindi, più necessario recarsi presso gli uffici per richiedere le trascrizioni, le iscrizioni e le annotazioni. Questa novità è contenuta nel Provvedimento del 10 marzo 2014.
 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
  (riproduzione riservata)
Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Normativa sull'argomento

Inserisci un commento alla news

Non hai un account Facebook?

Clicca qui
I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
Altri Commenti

CM2

Ma si potranno visualizzare le visure e le planimetrie della propria abitazione oppure, se ho una società di servizi, posso rintracciare le visure e le planimetrie di più utenti? saluti

NEWS IN TEMPO REALE?
ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI SOCIAL







Made 2015
Easy Wand
Kone Monospace
Da oggi il WEB è WEBER
-15%
Geografia. Teoria e prassi
GEOGRAFIA. TEORIA E PRASSI

Prezzo: € 24

Offerta: € 20,4

-13%
I suoni del mondo. Studi geografici sul paesaggio sonoro
I SUONI DEL MONDO. STUDI GEOGRAFICI SUL PAESAGGIO SONORO..

Prezzo: € 28

Offerta: € 24,44

Corsi di formazione on line