Carrello 0
NORMATIVA

Bonus ristrutturazioni e mobili anche se si paga a rate con finanziaria

di Paola Mammarella
Commenti 16033

Agenzia Entrate: possibile ottenere la detrazione anche prima del rogito se è stato stipulato il compromesso

Vedi Aggiornamento del 28/04/2015
Commenti 16033
04/09/2014 – Si ha diritto al Bonus ristrutturazioni e Mobili anche senza aver fatto il rogito o se si paga a rate con finanziamento. I chiarimenti sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate con una nuova serie di faq.
 
Il Fisco ha spiegato che si può usufruire della detrazione del 50% per i lavori di ristrutturazione e l’acquisto di mobili anche prima di aver effettuato il rogito, a condizione che sia stato stipulato il compromesso, cioè il preliminare di compravendita, e che questo sia stato registrato all’Agenzia delle Entrate. Per ottenere il bonus fiscale è inoltre necessario avere il possesso dell’immobile e aver effettuato gli interventi a proprie spese.
 
La detrazione viene concessa anche se i mobili e gli elettrodomestici sono pagati a rate tramite finanziamento. In questo caso, la società finanziaria deve pagare il fornitore con un bonifico contenente tutti i dati previsti dalla normativa, cioè causale del versamento con indicazione degli estremi della norma agevolativa (articolo 16-bis del Dpr 917/1986), codice fiscale di chi acquista i mobili, numero di partita Iva del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.
 
L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito che se l’acquisto dei mobili è avvenuto nel 2013 e il pagamento a rate è stato effettuato tra il 2013 e il 2014, si può detrarre l’intera spesa nella dichiarazione del 2014, che si riferisce all’anno 2013. Questo perché la finanziaria ha effettuato il bonifico al fornitore nel 2013, anche se l’acquirente ha rimborsato le rate nell’anno successivo.
 
Sono ammessi i pagamenti non solo con bonifici e carte di credito, ma anche con bancomat. La data di pagamento risulta quella di utilizzo della carta, risultante dalla ricevuta telematica, e non quella di addebito della spesa sul conto corrente.
 
Il Fisco ha infine ricordato che la detrazione fiscale spetta per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del DL Ecobonus 63/2013 che ha esteso la detrazione del 50% sulle ristrutturazioni all’acquisto di mobili ed elettrodomestici efficienti per l’arredo dell’immobile ristrutturato) al 31 dicembre 2014.
 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
sabino D'Angelo

ho comprato casa e mobili nel 2014 con rogito a suo nome però a spese mie. Posso accedere al bonus per rsonalmente sul mio 730 ?