Carrello 0
NORMATIVA

NTC, entro fine anno partirà la stesura della circolare applicativa

di Rossella Calabrese

Sessa, Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici: uniformeremo anche le procedure dei Geni civili

Vedi Aggiornamento del 21/02/2018
19/12/2014 - Entro la fine di quest’anno il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici costituirà la Commissione incaricata di scrivere la circolare applicativa delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni.
 
Lo ha annunciato il presidente del CSLLPP Massimo Sessa nel corso di un convegno sulle Norme Tecniche organizzato da Finco, l’associazione dei produttori di impianti e servizi per l’edilizia, e dal Consiglio Nazionale Ingegneri nella sede del Consiglio Superiore.
 
La revisione delle NTC, ricordiamo, ha avuto un punto di svolta il 14 novembre scorso con il via libera del CSLLPP ad un nuovo testo che aggiorna quello del 2008. Testo scelto a maggioranza tra i due proposti, che ha scontentato alcuni, ma sul quale i tecnici del Ministero delle Infrastrutture sono aperti a modifiche e correzioni.
 
E una delle richieste avanzate sia da Armando Zambrano, Presidente CNI, che da Marco Perazzi, Responsabile Relazioni Istituzionali Finco, è stata quella di rimandare alla normativa volontaria (norme UNI) per gli aspetti tecnici delle costruzioni, incrementando la collaborazione tra legislatore e normatori privati.
 
In questo modo si alleggerirebbe il corpus normativo da decine di pagine delle NTC. “La mole delle NTC è notevole - ha detto Sessa - ma si tratta di norme tecniche che illustrano come progettare edifici, ponti e infrastrutture. Anche il Codice degli Appalti e il Testo Unico dell’Edilizia sono corposi, e si tratta solo di procedure”.
 
Quanto alla circolare applicativa, stavolta gli operatori speravano che non ce ne fosse bisogno, che le nuove NTC fossero chiare abbastanza da non richiedere un documento che le spiegasse. Invece il presidente Sessa sta già lavorando all’avvio della sua stesura.
 
Un altro tema che il CSLLPP si appresta ad affrontare è quello del Genio Civile. “Dopo la riforma del Titolo V della Costituzione, che ha trasferito molte competenze dallo Stato alle Regioni - ha spiegato il presidente Sessa -, oggi ogni Genio Civile ha proprie procedure e proprie interpretazioni delle norme”. L’intenzione del CSLLPP è quella di uniformare tali procedure.

“Il convegno è stato un momento di indubbia utilità e confronto - ha osservato il Direttore Generale di Finco, Angelo Artale - ed è stata l’occasione per chiarire alcuni aspetti che erano ancora controversi”. 

 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
This webtise makes t

This webtise makes things hella easy.