Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Responsabile dei lavori, Anac: ‘nei contratti pubblici è sempre il RUP’

di Alessandra Marra
Commenti 4476

Si tratta di un ruolo di garanzia connessa ai compiti di sicurezza che non può essere assunto dall’appaltatore

Commenti 4476
20/01/2016 – Negli appalti pubblici il responsabile dei lavori è il Responsabile del procedimento (RUP), e non l'Appaltatore.
 
A chiarirlo il parere dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) in riferimento ad una istanza Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) relativa ad una gara del Comune di Vercelli per lavori di restauro conservativo finalizzati alla messa in sicurezza della cortina esterna della Torre Civica.
 

Responsabile dei lavori: il caso evidenziato da Ance

Il quesito dell’Ance era volto a chiarire la legittimità della previsione della lettera di invito alla gara secondo la quale l’appaltatore assume la qualifica e le competenze di responsabile dei lavori, in contrasto con quanto disciplinato dal Dlgs 81/08 (Testo unico sulla sicurezza).
 
L’Ance infatti, nell’istanza di parere, ha evidenziato che il Testo unico sulla sicurezza definisce il Responsabile dei lavori come "il soggetto che può essere incaricato dal committente per svolgere i compiti ad esso attribuiti dal decreto. Nel campo di applicazione del decreto legislativo 163/2006 e successive modificazioni, il responsabile dei lavori è il responsabile del procedimento".
 
Per l’Ance quindi la clausola della lettera d'invito in esame, risultava in contrasto con la normativa in quanto nell'ambito dei lavori pubblici il responsabile dei lavori non può essere l'Appaltatore bensì è il Responsabile del procedimento.
 

Responsabile dei lavori: il parere dell’Anac

L’Anac, con parere 223/2015, ha rilevato che nel settore dei contratti pubblici, disciplinato dal Dlgs 163/2006 e dal DPR 207/2010, la normativa di riferimento è chiara nel disporre che il responsabile del procedimento assume il ruolo di responsabile dei lavori, ai fini del rispetto delle norme in materia di salute e sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro.
 
Infatti nella realizzazione dei lavori pubblici, a carico del RUP, “grava una posizione di garanzia connessa ai compiti di sicurezza non solo nella fase generica dei lavori, laddove vengono redatti i piani di sicurezza, ma anche durante il loro svolgimento, ove è previsto che debba svolgere un’attività di sorveglianza del loro rispetto”. Tale ruolo di garanzia non può essere assunto dall’appaltatore.
 
Di conseguenza l’operato della stazione appaltante è stato definito non conforme, chiedendo alla stessa di far conoscere i provvedimenti assunti a seguito della pronuncia dell’Anac. 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui