Carrello 0
NORMATIVA

Emilia Romagna, procedure edilizie più snelle con il software SiedER

di Rossella Calabrese
Commenti 4069

Sono finora 57 gli Enti abilitati al sistema per la gestione dell’attività edilizia

Vedi Aggiornamento del 10/05/2016
Commenti 4069
26/01/2016 - Con la Legge regionale 15/2013 la Regione Emilia Romagna ha avviato il processo di semplificazione e standardizzazione della disciplina edilizia.
 
Lo strumento cardine dei questo processo è l’applicativo SiedER, che rispecchia la modulistica unificata regionale e che ha reso possibile l’inoltro telematico delle pratiche edilizie, “garantendo - afferma la Regione - procedure più snelle e maggiore interazione tra professionisti e pubblica amministrazione”.
 
SiedeER, sviluppato nell’ambito del Piano Telematico 2011-2014, offre ai professionisti una ‘scrivania unica’ per avviare i procedimenti edilizi in tutti i Comuni abilitati. Permette anche di consultare lo stato di avanzamento delle pratiche, funziona come banca dati delle pratiche già presentate e mediante una procedura guidata, che si configura in base al tipo di titolo edilizio scelto e dei dati inseriti, assiste i professionisti nella redazione delle istanze da inoltrare on line.
 
La diffusione di SiedER su scala regionale - informa la nota della Regione - è seguita da Lepida che sta curando, presso i Comuni, anche le installazioni delle “Anagrafi comunali degli immobili” (Aci), che rappresentano il prerequisito per la configurazione di SiedER.
 
Inoltre - conclude il comunicato -, è in corso l’integrazione del sistema con la piattaforma regionale per lo sportello unico per le attività produttive (SuapER) ed è in studio l’integrazione con il Sistema Informativo per la Sismica (SIS) e il servizio online per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui