Carrello 0
NORMATIVA

Tax credit alberghi, click day il 1° febbraio

di Rossella Calabrese
Commenti 3227

Tutte le scadenze per ottenere il credito d’imposta del 30% sulle spese sostenute nel 2015

Vedi Aggiornamento del 29/01/2016
Commenti 3227
21/01/2016 - È fissato al 1° febbraio 2016 il click day per accedere al credito d’imposta delle spese di riqualificazione sostenute nel 2015 dalle strutture ricettive. Lo fa sapere il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact).
 

Il credito di imposta per gli alberghi

Alle strutture alberghiere esistenti al 1° gennaio 2012, con almeno 7 camere, compresi alberghi, villaggi-albergo, residenze turistiche, alberghi diffusi, è riservato un credito di imposta del 30%, fino a un massimo di 200mila euro, delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2016, ripartito in 3 rate annuali (utilizzabile esclusivamente in compensazione), non cumulabile con altre agevolazioni fiscali.
 
Le spese agevolabili sono quelle sostenute per: ristrutturazione edilizia; restauro e risanamento conservativo; riqualificazione energetica; eliminazione delle barriere architettoniche; acquisto di mobili, componenti d’arredo, cucine, ecc. Leggi tutti i dettagli
 

Le scadenze per ottenere il credito d’imposta

Il Ministero ricorda che dalle ore 10:00 dell’11 gennaio alle ore 16:00 del 29 gennaio 2016 è possibile compilare sul Portale dei procedimenti del Mibact l’istanza e la relativa attestazione di effettività delle spese sostenute nell’anno 2015 dalle imprese alberghiere.
 
Le istanze e le attestazioni, debitamente firmate solo digitalmente, dovranno essere caricate e salvate sul Portale dei procedimenti entro le ore 16:00 del 29 gennaio 2016.

Infine, dalle ore 10:00 del 1° febbraio 2016 fino alle ore 16:00 del 5 febbraio 2016 sarà possibile inviare definitivamente istanze e attestazioni.

Dal 2016 detraibili anche gli ampliamenti 

La Legge di Stabilità 2016 ha disposto che il credito d’imposta del 30% per la ristrutturazione edilizia degli alberghi si applicherà anche ai casi in cui la ristrutturazione comporti un aumento della cubatura complessiva, entro i limiti fissati dal Piano Casa. I dettagli saranno definiti entro fine marzo 2016.

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui