Carrello 0
NORMATIVA

Superdia: modello unico in sette Regioni

di Alessandra Marra
Commenti 14119

Il modello unico nazionale è operativo in Abruzzo, Basilicata, Friuli, Liguria, Lombardia, Puglia e Veneto

Vedi Aggiornamento del 15/07/2016
Commenti 14119
23/02/2016 – A sette mesi dall’adozione del modello unico per la Superdia, cioè la Dia alternativa al permesso di costruire, sono soltanto 6 le Regioni che hanno adeguato la modulistica: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Lombardia, Puglia e Veneto.
 

Superdia: le Regioni che si sono adeguate

L’Abruzzo ha approvato la modulistica unica regionale con deliberazione 1048/2015. A breve provvederà a pubblicare la modulistica sul sito web istituzionale della Regione (portale "Impresainungiorno").
 
La Basilicata, con deliberazione di Giunta Regionale n. 1350 /2015 ha adottato il modulo unificato per la presentazione della Denuncia di Inizio Attività (DIA) alternativa al permesso di costruire. Scarica la modulistica unificata

Il Friuli Venezia Giulia con Decreto 949/2015 ha adeguato tutta la modulistica unificata (ovvero PdC, SCIA,CILA e DIA alternativa al PdC). Scarica la modulistica unificata

La Liguria, con deliberazione della Giunta 1121/2015 ha provveduto ad adeguare alla propria legislazione le parti variabili del modulo unificato nazionale per la presentazione della denuncia di inizio attività (Dia). Scarica la modulistica unificata per la Dia

La Regione Lombardia ha approvato la modulistica unificata della DIA alternativa al permesso di costruire, con Deliberazione della Giunta Regionale il 17 dicembre 2015. Provvederà a breve a pubblicare sul portale regionale la modulistica, unitamente alle prime indicazioni operative di attuazione.
 
La Puglia ha adottato la modulistica della DIA alternativa al permesso di costruire con la Deliberazione 2118/2015.
 
Il Veneto, con deliberazione di Giunta regionale1583/2015 ha approvato la modulistica unificata per la presentazione della denuncia di inizio attività (DIA) alternativa al permesso di costruire. Scarica la modulistica unificata

In Emilia Romagna, Marche, Sardegna, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta la normativa regionale non prevede la DIA in alternativa.
 
La Provincia di Trento ha una propria disciplina legislativa in materia edilizia ed urbanistica e dispone già di una modulistica unica per tutto il territorio provinciale. 

Il Lazio ha predisposto la bozza di delibera che sarà a breve sottoposta all'approvazione della Giunta Regionale.
 

Superdia: il modello unico nazionale

Ricordiamo che il modello unico per la Superdia è stato adottato dalla Conferenza Unificata il 16 luglio 2015. In base all’accordo siglato, le Regioni hanno avuto a disposizione 90 giorni per adeguare, in relazione alle specifiche normative locali di settore, la modulistica della Denuncia di inizio attività alternativa al permesso di costruire. A distanza di oltre 4 mesi dalla scadenza, solo sei Regioni hanno adottato il modello unico.
 
Secondo le norme nazionali, la Superdia può essere usata per interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso, interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica disciplinati da piani attuativi e accordi negoziali aventi valore di piano attuativo con precise disposizioni planovolumetriche, tipologiche, formali e costruttive, interventi di nuova costruzione in diretta esecuzione di strumenti urbanistici generali
 
Nel modello si devono inserire tutti i dati che consentono la localizzazione dell’intervento e il calcolo del contributo di costruzione. Bisogna inoltre indicare se l’intervento riguarda le parti comuni di un edificio, se sono necessari altri atti o pareri, i tecnici incaricati, l’impresa esecutrice, la regolarità urbanistica.
 
I lavori possono iniziare trenta giorni dopo la presentazione della Superdia allo Sportello unico per l’edilizia o allo Sportello delle attività produttive.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui