Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Da Enel Energia corsi di formazione per gli architetti italiani

di Rossella Calabrese
Commenti 6485

Accordo con il Cnappc per la promozione delle riqualificazioni energetiche

Vedi Aggiornamento del 24/03/2016
Commenti 6485
18/02/2016 - Promuovere le riqualificazioni energetiche degli edifici e la loro qualità architettonica, politiche, azioni comuni e proposte normative per innalzare la qualità dell’installazione delle tecnologie efficienti; garantire benefici e decoro ambientali e consentire, allo stesso tempo, un risparmio economico per i cittadini.
 
Questi i punti qualificanti del Protocollo d’intesa siglato ieri tra il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ed Enel Energia.
 
Il Protocollo - spiegano gli Architetti in una nota - delinea una collaborazione finalizzata a favorire e sviluppare forme di integrazione e di cooperazione. È previsto che Enel Energia metta a disposizione degli architetti italiani iniziative di Formazione Continua Permanente, conformi al regolamento sulla Formazione permanente del Consiglio Nazionale degli Architetti, in modo che essi siano aggiornati sull’innovazione delle tecnologie efficienti residenziali, sulle loro caratteristiche, sui relativi benefici e sulle criticità installative ed autorizzative.
 
Principio base dell’accordo è infatti che formazione e ricerca siano fattori strategici prioritari per la crescita ed il progresso, ed occorra quindi investire in tale settore in una prospettiva adeguata alle esigenze del sistema socio-economico e produttivo delle singole realtà locali. Di conseguenza l’aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo non possono che costituire il presupposto per una crescita economica sostenibile ed una positiva evoluzione non solo degli specifici operatori di settore, ma dell’intera società.
 
 “Le soluzioni tecnologiche e impiantistiche di ultima generazione - spiega Nicola Lanzetta, responsabile Mercato Enel Italia - permettono di efficientare in modo importante i consumi delle abitazioni e ridurre il livello di emissione di inquinanti, attraverso interventi che vanno dall’ammodernamento degli impianti all’integrazione con le fonti rinnovabili, dall’uso di sistemi a led all’installazione di dispositivi innovativi per i servizi di Smart Home, con una gestione efficiente e consapevole dei consumi. In un contesto urbanistico come quello italiano, riteniamo che siano necessari due piani di azione, uno a livello di incentivazione e uno a livello di semplificazione degli aspetti burocratici della normativa, ovviamente mantenendo prescrizioni e standard effettivamente motivati”.
 
 “In tema di efficientamento energetico - sottolinea Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio Nazionale Architetti - è di fondamentale importanza l’estensione dell’ecobonus ai condomini, prevista dalla Legge di Stabilità 2016: una battaglia, questa, che gli architetti italiani hanno portato avanti insieme a Legambiente”.
 
Serve ora che siano definite al più presto le modalità di accesso a questa opportunità per vincere una sfida così importante per il rilancio del settore edilizio. Serve anche che il Governo si impegni a prorogare le detrazioni in un orizzonte temporale almeno triennale per rendere possibile programmare adeguatamente gli investimenti necessari” - conclude Freyrie.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui