Carrello 0
URBANISTICA

Riqualificazione delle periferie, in ritardo il bando da 500 milioni di euro

di Rossella Calabrese
Commenti 10718

Era atteso entro ieri il Programma per la rigenerazione delle aree urbane degradate

Vedi Aggiornamento del 08/06/2016
Commenti 10718
01/02/2016 - Era atteso entro il 31 gennaio il Bando da 500 milioni di euro per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie.
 
Il bando è previsto dalla Legge di Stabilità 2016 che ha predisposto per il 2016 un “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia”.
 
Obiettivi della misura sono:
- la realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate;
- l’accrescimento della sicurezza territoriale;
- il potenziamento della mobilità sostenibile;
- lo sviluppo di pratiche di inclusione sociale;
- l’adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali, culturali, educativi e didattici.
 
Secondo la tempistica prevista dalla legge di Stabilità, i progetti dovranno essere presentati entro il 1° marzo 2016. Il “Nucleo di valutazione” li esaminerà secondo i criteri fissati dal Bando. Successivamente saranno proclamati i vincitori, verranno sottoscritti accordi di programma o convenzioni con i Comuni e saranno definiti i tempi e le modalità di realizzazione degli interventi.

Ricordiamo che il Governo ha deciso di destinare 500 milioni di euro alla riqualificazione delle periferie alla fine di novembre 2015, all’indomani degli attacchi terroristici di Parigi, quando Matteo Renzi annunciò che “per ogni euro in più investito in sicurezza, ci deve essere un euro in più investito in cultura”.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui