Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Dall’Istituto per il Credito Sportivo 10 milioni per gli impianti di scherma

di Alessandra Marra
Commenti 4804

Concessione di mutui agevolati per costruire, ristrutturare o mettere a norma le strutture

Vedi Aggiornamento del 15/07/2016
Commenti 4804
18/03/2016 – In arrivo 10 milioni di euro di mutui agevolati per la riqualificazione degli impianti di scherma o per l’acquisto di nuovi immobili dedicati a tale attività.
 
Questo quanto previsto dalla convenzione tra la Federazione Italiana Scherma e l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), siglata il 16 marzo 2016 a Roma, presso la sede ICS.
 

Riqualificazione impianti sportivi: le risorse a disposizione  

La convenzione prevede la concessione di mutui agevolati, finalizzati alla costruzione, ristrutturazione o messa a norma degli impianti dedicati alla scherma, nonché all’acquisto di pedane e attrezzature sportive per l’esercizio della pratica schermistica su tutto il territorio nazionale.  
 
L’accordo di durata triennale, si rivolge alla Federazione Italiana Scherma e alle Società e Associazioni Sportive affiliate alla FIS, prevedendo un plafond di 10 milioni di euro per gli interventi che riguarderanno la riqualificazione degli impianti, l’acquisto delle relative aree e degli immobili da destinare ad attività sportive, con  durata di 20 anni per soggetti privati e 25 anni per gli enti pubblici.
 
E’ previsto anche un plafond di 500 mila euro per i mutui relativi alle attrezzature (con durata massima fino a 5 anni) che godranno di un abbattimento totale del tasso, grazie al contributo apposito in conto interessi erogato dalla FIS.
 

Riqualificazione impianti sportivi: gli interventi di ICS 

Con questa convenzione prosegue il rapporto di partnership tra ICS e FIS con l’obiettivo comune di dare un sostegno concreto e un incentivo efficace alle società e ai soggetti pubblici che, grazie alle agevolazioni, potranno maggiormente investire per la riqualificazione e la dotazione adeguata degli impianti italiani.
 
Giorgio Scarso, presidente della Federazione Italiana Scherma, ha dichiarato: “La firma apposta oggi in calce alla convenzione, non soltanto permette all’intero movimento schermistico italiano di rinnovare una valida e proficua collaborazione, ma soprattutto apre le porte ad una seconda fase dell’accordo che vedrà allo studio soluzioni nuove, utili a stimolare ed incentivare gli investimenti volti al miglioramento dell’impiantistica sportiva adibita alla scherma”.
 
Paolo D’Alessio, Commissario Straordinario dell’Istituto, ha commentato: “Con la firma di questa convenzione vogliamo testimoniare il nostro sostegno ad uno sport di indiscusso prestigio. Grazie al Fondo di Garanzia, istituito presso il Credito Sportivo, possiamo già sostenere le operazioni con garanzie fino al 60% e i miei uffici sono già al lavoro per trovare altre facilitazioni che siano di incoraggiamento per tutte le società che vogliono investire nello sport”.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui