Carrello 0
PROGETTAZIONE

Norme Tecniche per le Costruzioni, ecco la nuova bozza

di Rossella Calabrese
Commenti 19570

Entro settembre il via libera delle Regioni; pubblicazione in Gazzetta prevista per fine 2016

Vedi Aggiornamento del 19/05/2017
Commenti 19570
09/09/2016 - È stata trasmessa alla Conferenza Unificata la bozza aggiornata delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni. La prima riunione utile per l’acquisizione dell’intesa è prevista per il 22 settembre.
 
La bozza diffusa oggi riporta in rosso tutte le modifiche apportate nel corso della procedura di concerto interministeriale, rispetto al testo licenziato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici il 14 novembre 2014. Fra queste, sono evidenziate in celeste le modifiche richieste dal Dipartimento per la Protezione Civile il 1° giugno 2016.
 
Il testo fissa i principi da seguire nel progetto, nell’esecuzione e nel collaudo delle costruzioni e le prestazioni che gli edifici devono raggiungere in termini di resistenza meccanica e stabilità. La novità è l’adeguamento antisismico degli edifici esistenti sulla base di standard meno stringenti rispetto a quelli che saranno applicati alle nuove costruzioni.
 
Dovrebbero dunque essere rispettati i tempi annunciati all’inizio di agosto, che indicavano per la fine del 2016 la pubblicazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) e della relativa Circolare esplicativa.
 

L’iter delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

Le modifiche alle NTC 2008 sono state presentate al CSLLPP il 26 luglio 2013; la discussione della bozza delle nuove NTC è stata avviata nell’ottobre 2014. Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha dato il primo via libera alle nuove NTC nel novembre 2014, ma il testo è stato diffuso a marzo 2015.
 
Successivamente sono stati acquisiti il concerto tra Ministero delle Infrastrutture e Ministero dell’Interno e il parere del Dipartimento della Protezione Civile. Nei prossimi giorni è attesa l’intesa della Conferenza Stato-Regioni e la verifica di coerenza con la normativa in sede europea. Al termine di questi passaggi, le nuove NTC potranno essere pubblicate in Gazzetta Ufficiale.
 

La Circolare applicativa

Nel frattempo, alla fine del 2014 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha avviato la stesura della circolare applicativa delle nuove NTC. I Componenti della Commissione dovranno far pervenire le loro osservazioni entro il 12 settembre, per poi giungere ad una riunione, probabilmente finale, il 19 settembre.
 
La previsione del CSLLPP è quella di far uscire il testo definitivo della Circolare congiuntamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle Norme Tecniche, entro la fine del 2016.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
filippo rossi

... Forze sismiche più basse per l'adeguamento sismico degli edifici esistenti? ecco una bella idea all'italiana... quando il terremoto arriva, si ferma e chiede: "aspetta, questo è edificio nuovo? allora vai con 0.20g di accelerazione... Questo è vecchio ma adeguato? allora aspetta ci picchio con solo 0.12g di accelerazione!!" Ma quand'è che i politici capiranno che i vecchi edifici in muratura scadente dei centri se dei borghi storici non si possono adeguare perché fanno troppo pena dal punto di vista strutturale? Quand'è che capiranno che la penosa edilizia al risparmio anni50-60-70-80 si adegua in solo modo, buttandola giù e ricostruendola? Già me li vedo un domani i giudici che vanno a cercare i tecnici che hanno "adeguato sismicamente" edifici con le forze "ridotte" poi miseramente crollati quando è arrivato un terremoto non ridotto...