Carrello 0
IMPIANTI

Edilizia sportiva, presto 150 milioni di mutui agevolati per stadi senza barriere

di Alessandra Marra
Commenti 4663

Accordo Lega Pro e Credito sportivo anche per interventi strutturali volti all'accoglienza e alla sicurezza degli impianti sportivi

Vedi Aggiornamento del 06/09/2017
Commenti 4663
18/10/2016 – In arrivo 150 milioni di euro di mutui a tassi agevolati per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli stadi e la realizzazione di progetti per la sicurezza degli impianti sportivi.
 
A prevederlo la convenzione, firmata ieri dal Presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina e il Commissario Straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo ISC) Paolo D’Alessio, destinata allo sviluppo dell’edilizia sportiva e al sostegno finanziario all’operatività delle società sportive di Lega Pro.

 
Edilizia sportiva: mutui agevolati per stadi senza barriere

Grazie alla convenzione, che avrà la durata di 3 anni, sarà attivata una collaborazione strategica nell’ambito dell’edilizia sportiva per la realizzazione di interventi strutturali volti a migliorare l’esperienza sportiva delle famiglie alle partite, sotto il punto di vista della sicurezza e dell’accoglienza di tutte le categorie di persone, anche quelle con dei limiti fisici.
 
Per tutti questi interventi l’Ics metterà a disposizione un plafond di mutui a tassi agevolati, grazie a contributi negli interessi, di 150 milioni di euro.
 
In particolare, tutti gli interventi ricompresi nel progetto “Stadi senza barriere”, finalizzato all’abbattimento di tutte le barriere tra il pubblico e il terreno di gioco nonché tra i settori, potranno usufruire di un apposito plafond dedicato di 30 milioni di euro a tassi particolarmente agevolati.
 
La novità principale della convenzione sottoscritta è rappresentata dalla condivisione del ricorso ad un Consorzio di garanzia fidi, da individuare di comune accordo, per favorire l’accesso al credito delle società di Lega Pro attraverso il rilascio di una garanzia del 40% che, in connessione a quella prestata per il 60% dal Fondo di garanzia per l’impiantistica sportiva gestito dal Credito Sportivo, possa coprire integralmente le garanzie richieste dalla banca finanziatrice.
 

Impiantistica sportiva: accoglienza e sicurezza

 “Attraverso i nostri servizi finanziari, vogliamo dare ai club di Lega Pro la possibilità di crescere in termini di impiantistica sportiva” ha commentato il Commissario Paolo D’Alessio, “e in particolare questa intesa renderà possibile il finanziamento di grandi e piccoli progetti di sport attraverso i quali colmare il gap rispetto agli altri paesi in termini di qualità dell'ospitalità e della sicurezza degli impianti”.
 
“Vogliamo rendere possibili tutti quegli investimenti che consentano di incrementare la fruibilità quotidiana degli impianti da parte di tutta la comunità, e così riusciremo a rigenerare il calcio italiano e a riportare le famiglie allo stadio” ha concluso D’Alessio.
 
Gabriele Gravina ha affermato: “ La convenzione sottoscritta con Ics si inserisce nel percorso delle  attività dedicate ai club, ai tifosi per gli stadi e ha tra gli obiettivi anche quello del sostegno finanziario per gli interventi sulle strutture destinate ai settori giovanili dei nostri club e sugli impianti di allenamento. L’accordo è nato con uno scopo condiviso: quello di migliorare l’offerta del prodotto-calcio e la sua fruizione, sia sotto il profilo della qualità dell’ospitalità che della sicurezza”.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui