Carrello 0
La nuova storia dei Caselli daziari di Milano firmata L22
ARCHITETTURA

La nuova storia dei Caselli daziari di Milano firmata L22

di Cecilia Di Marzo

Gli edifici ripensati come Poli dell’arte, del territorio e della cultura alimentare

30/11/2016 - L22 firma il progetto di restauro e rifunzionalizzazione degli ex-caselli daziari dell’Arco della Pace a Milano. Il recupero degli edifici, ripensati per le diverse destinazioni d’uso della cultura alimentare, dell’arte e del territorio, è coerente con lo sviluppo della città orientato alla riqualificazione e alla valorizzazione delle sue peculiarità.

I piccoli edifici gemelli degli ex-caselli daziari sorgono all’Arco della Pace, progettato da Luigi Cagnola in piena euforia napoleonica. Nel 2014, l’Agenzia del Demanio ha aggiudicato la concessione d’uso e di valorizzazione a titolo oneroso ai fini della riqualificazione e riconversione a Pessina Costruzioni. La società ha incaricato L22 di svilupparne il progetto di rifunzionalizzazione attraverso il totale restauro e risanamento conservativo, per la salvaguardia e conservazione degli elementi storico-artistici, architettonici e ambientali.

Il casello di Levante diventerà il Polo destinato alla divulgazione e sperimentazione della cultura alimentare, dedicato alla ristorazione e agli eventi legati al food.
Il casello di Ponente, ripensato per ospitare eventi per la valorizzazione delle eccellenze di Milano e della Lombardia, sarà il Polo di diffusione dell’arte e della cultura del territorio.

La sfida raccolta da L22 è quella di integrare la conservazione delle peculiarità storico-architettoniche con la valorizzazione funzionale intesa come leva di sviluppo locale, tenendo conto delle potenzialità degli edifici e delle loro possibilità di reinserimento nel tessuto urbano e socio-economico di cui fanno parte. Uno dei punti focali della riqualificazione di L22 è quello di migliorare percezione e fruizione dello spazio a tutta altezza dell’atrio concentrando l’attenzione su insoliti punti di vista.

Gli interventi principali del progetto di L22 sono:
- la creazione della passerella pedonale - l’intervento di maggiore impatto architettonico - che attraversa lo spazio cavo monumentale dell’atrio e offre una vista inedita dello spazio dell’atrio in posizione ravvicinata alla volta
- la chiusura dell’arco con pareti vetrate che trasforma l’essenza stessa dei dazi, tramutandoli da luogo di passaggio a luogo di sosta, relax e divertimento
- la chiusura del vestibolo con pareti vetrate per rendere fruibili tutti i locali
- la copertura a vetri del cortile.

Completati il restauro delle parti esterne monumentali e lo strip out, sono state avviate le opere di restauro e di rifunzionalizzazione degli spazi interni, che porteranno alla rinascita dei caselli per la primavera 2017.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui