Carrello 0
AZIENDE

Il nuovo sistema antifurto BTicino per i professionisti della sicurezza

di BTicino
Commenti 2807

Una soluzione flessibile, controllabile anche da remoto, integrata con il sistema domotico MyHOME_Up

Commenti 2807
24/05/2017 - L'offerta BTicino in ambito di sicurezza domestica si rinnova con un antifurto di prestazioni elevate e grande flessibilità. Un’architettura impiantistica che grazie all’impiego di tecnologie IP, GSM E PSTN consente sia il cablaggio filare, sia una soluzione ibrida filare/radio e garantisce prestazioni conformi al Grado 2 della norma EN-50131.

Integrabile con il sistema domotico MyHOME_Up e con le telecamere del sistema TVCC IP con protocollo ONVIF, l’antifurto è controllabile anche da remoto tramite app. Da qualsiasi dispositivo mobile è possibile gestire funzioni come l’inserimento, il disinserimento, la parzializzazione, la verifica dello stato dell’impianto e la video verifica su rete IP.

Sistema filare completo
Alla centrale, cuore del sistema, si collegano tutti i dispositivi di campo grazie all’impiego di un cavo multipolare. Sensori e contatti magnetici sono analogici e connessi con cablaggio a stella alla centralo o a uno dei dispositivi di espansione utilizzabili sull’impianto. Le centrali, predisposte per la connessione su IP, si collegano direttamente alla rete grazie a una porta Ethernet disponibile a bordo scheda.

Sistema filare con espansione radio
L'impianto filare può essere esteso via radio grazie a un modulo di espansione e all’impiego di sensori alimentati a batteria. Questa soluzione, particolarmente vantaggiosa nelle ristrutturazioni, consente di realizzare un impianto limitando gli interventi ed eventuali opere murarie. La tecnologia radio bi-direzionale garantisce prestazioni e affidabilità allo stesso livello delle soluzioni filari. Soluzione integrata con la domotica MyHome_Up Le centrali con scheda di rete integrata possono dialogare con il sistema domotico MyHOME_Up, consentendo la realizzazione di impianti di sicurezza integrati con altre applicazioni e amplificandone significativamente le potenzialità d’impiego.

Oltre alla gestione delle funzioni domotiche dell'impianto MyHOME_Up, ora è anche possibile:
• la gestione locale e remota delle principali funzionalità dell'impianto antifurto (es. ricezione allarmi, inserimento/disinserimento, gestione scenari che integrano oggetti o funzioni antifurto);
• la creazione di scenari Smart eseguibili in funzione dello stato del sistema di allarme o dell'impianto MyHOME_Up, ad esempio all’attivazione dello scenario “risveglio” si disinserisce l’antifurto, si alzano le tapparelle e si predispone la temperatura della casa a un livello di comfort.

Soluzione integrata con le telecamere TVCC IP protocollo ONVIF
Gli impianti connessi in rete possono integrare telecamere IP dal catalogo TVCC BTicino compatibili con il protocollo ONVIF (Open network video interfacce forum), senza schede o hardware aggiuntivi. Questa potenzialità completa l’integrazione dell’impianto antifurto con la videosorveglianza e la domotica: l’app oltre a gestire le funzioni dell’antifurto, consente di visualizzare le immagini inviate dalle telecamere presenti negli ambienti.

Comunicazione con controllo remoto delle funzioni
E’ possibile attivare le funzioni dell'impianto o essere avvisati in caso di effrazione attraverso le segnalazioni delle app residenti sui dispositivi mobili e anche con l'invio di messaggi vocali, e-mail e SMS. Queste funzioni sono svolte dalla centrale e da comunicatori telefonici PSTN e GSM.

I principali elementi dell’offerta

Centrali per tutte le esigenze
Le centrali sono disponibili in quattro differenti modelli con grado di sicurezza 2 o 3, secondo Norma CEI EN 50131-1. Alloggiate in una apposita scocca metallica, dispongono già di diversi ingressi e uscite programmabili. I modelli differiscono per numero di zone (ingressi o uscite) e di altri dispositivi associabili. Certificazioni T 0 1 4 / 1th Edition 2003 + A1:2002 + A2:2003 + A3:2005, CE , EN50131-1, EN50131-3, EN50131-6, EN50136-1-1 Ente Certificatore IMQ - Sistemi di Sicurezza. Il sistema comprende una serie molto ampia e articolata di dispostivi: sensori, sistemi di comando e controllo, segnalazione.

Alcuni dispostivi per l’impianto filare
• Tastiera “soft-touch” con display a cristalli liquidi per la gestione di tutte le funzioni. Grazie al profilo molto sottile, solo 25 mm, può essere collocata in qualsiasi ambiente. Visualizza e gestisce i principali parametri dell’impianto.
• Lettore di prossimità nelle versioni Axolute, Livinglight o Matix, permette l’inserimento/disinserimento dell'impianto avvicinando la chiave transponder disponibile in vari colori. L’accensione opzionale di un led multicolore conferma l’operazione; per utenti ipovedenti è disponibile una segnalazione acustica.
• Rivelatori per la protezione di finestre e tapparelle, sensori volumetrici da interno e da esterno, IR e doppia tecnologia.
• Sirene da interno e da esterno.
• Moduli d’espansione Alcuni dispositivi per l’estensione radio e per la comunicazione remota
• Interfaccia impianto filare/estensione radio
• Telecomando radio (interfaccia utente) dal design ergonomico e minimalista, ha una sezione circolare che facilita l’azionamento dei pulsanti e, grazie alla comunicazione bidirezionale, fornisce in qualunque momento l’indicazione dello stato tramite LED e vibrazione.
• Sensori IR da interno singola e doppia tecnologia a tenda, da esterno, contatti magnetici per serramenti vari.
• Sirena radio
• Comunicatori telefonici GSM e PSTN

BTICINO su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui