Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Ricostruzione delle strade danneggiate dal sisma, entro luglio cantieri per 40 milioni

di Paola Mammarella
Commenti 2512

Nel primo stralcio di programma previsti lavori per 474 milioni di euro

Vedi Aggiornamento del 30/05/2017
Commenti 2512
22/05/2017 – Prende il via la ricostruzione delle strade danneggiate dagli eventi sismici del Centro Italia. Anas avvierà entro fine maggio le procedure di affidamento dei lavori per circa 40 milioni di euro, che entro giugno raggiungeranno 100 milioni di euro. Secondo le stime di Anas e Governo, a luglio saranno attivi cantieri per 40 milioni di euro.

Lo hanno annunciato in conferenza il Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, il Capo del Dipartimento di Protezione Civile Fabrizio Curcio, il Commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, il Presidente Anas Gianni Vittorio Armani, i presidenti della quattro regioni interessate: Luca Ceriscioli (Marche), Catiuscia Marini (Umbria), Nicola Zingaretti (Lazio) e Luciano D'Alfonso (Abruzzo) e il Soggetto Attuatore per il ripristino delle viabilità, Fulvio M.Soccodato.
 

Strade, entro luglio cantieri per 40 milioni di euro

Data la complessità, hanno spiegato in conferenza, i lavori non sono stati eseguiti in regime di emergenza perché richiedevano rilievi tecnici, geologici e una approfondita fase di progettazione. Si è scelto quindi di seguire una procedura ordinaria di gara d'appalto.
 
È stato necessario inoltre accentrare le competenze per la realizzazione dei lavori su strade comunali, provinciali e regionali. Gli enti territoriali, in base al DL 205/2016, hanno delegato l’attuazione ad Anas. A questo ha fatto seguito la fase di ricognizione e programmazione, che ha interessato direttamente 124 strade con oltre 750 sopralluoghi e circa 500 interventi finanziati.
 
Il “Programma di ripristino delle strade colpite dal sisma”, elaborato da Anas, ha attribuito un livello di priorità da 1 a 5 per ogni intervento. In tutto sono stati individuati 497 interventi con priorità da 1 a 3, necessari per ripristinare la circolazione o le condizioni di sicurezza lungo la rete stradale principale, da realizzare nel primo stralcio del programma per un importo complessivo stimato in circa 474 milioni di euro.
 

Strade, gli appalti pronti a partire

Il primo bando riguarderà la Strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre”. I lavori, del valore di circa 2 milioni di euro, saranno completati entro 200 giorni dall’affidamento. Gli altri interventi relativi al ripristino del collegamento, per un valore di oltre 96 milioni di euro, saranno appaltati tra maggio e giugno. Nel tratto marchigiano, cui saranno destinati 60 milioni di euro, saranno realizzati lavori di riparazione, consolidamento e risanamento di 8 viadotti e 9 gallerie che richiederanno attività di indagine, rilievo e progettazione.
 
Per la Strada regionale 209 “Valnerina”, si lavorerà prima alla riapertura provvisoria, con 3 interventi di disgaggio massi pericolanti e protezione dei versanti, oltre all’intervento sul corpo stradale, per circa 10 milioni di euro. Anas ha inoltre avviato la progettazione per la soluzione definitiva, che richiederà un anno di lavori.
 
Gli altri lavori riguarderanno il ripristino della Viabilità di accesso a Castelluccio di Norcia.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui