Carrello 0
AMBIENTE

Trento, in vigore il nuovo regolamento urbanistico edilizio provinciale

di Alessandra Marra
Commenti 3271

Il provvedimento regola le norme sul governo del territorio e snellisce la documentazione essenziale al rilascio dei titoli edilizi

Vedi Aggiornamento del 06/09/2017
Commenti 3271
13/06/2017 - Nella provincia autonoma di Trento è in vigore, dallo scorso 7 giugno, il Regolamento urbanistico-edilizio provinciale.
 
Il regolamento attua nel dettaglio il processo di semplificazione avviato dalla Legge Provinciale 15/2015 e stabilisce che i Comuni dovranno adeguare i rispettivi strumenti urbanistici o i regolamenti edilizi entro un anno dall’entrata in vigore.
 

Governo del territorio: nuove norme a Trento

Il Regolamento introduce alcune novità in materia di edilizia sostenibile (come l’istituzione di punti di ricarica), regolamenta il piano della banda larga ed extra-larga e il piano colore e disciplina alcuni interventi liberi (sugli edifici e nelle aree pertinenziali di edifici).
 
La norma disciplina anche il contributo di costruzione, gli interventi di ristrutturazione edilizia e i crediti nel caso di demolizione degli edifici incongrui.
 
Inoltre, il Regolamento contiene le norme finalizzate ad attuare il principio di informatizzazione e digitalizzazione dei documenti e la loro circolazione, in coerenza con i principi già fissati dalla legge provinciale.
 

Regolamento urbanistico Trento: la modulistica

Per i titoli edilizi viene indicata la documentazione da produrre prima del rilascio del titolo edilizio e quale in un secondo momento; sulla base di questo criterio verrà impostata la modulistica unica che verrà approvata con una specifica deliberazione della Giunta provinciale.
 
Nel regolamento viene snellita in maniera significativa la documentazione essenziale, rinviando, per la sua presentazione, quanto più possibile alle fasi successive al rilascio del titolo. La prospettiva è quella di giungere ad una modulistica “dinamica”, fruibile direttamente da cittadini e professionisti e “componibile” a seconda della tipologia d’intervento.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui