Carrello 0
AZIENDE

Lecablocco Bioclima Zero per una villa a Bologna

di ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca
Commenti 1580

Una attenta progettazione coniuga benessere abitativo e risparmio energetico all'insegna delle soluzioni ANPEL

Commenti 1580
01/06/2017 - Le caratteristiche e i vantaggi in termini di efficienza energetica, comfort e sicurezza strutturale della gamma Lecablocco Bioclima Zero sono i punti di forza di una villa unifamiliare di particolare pregio. Una attenta progettazione coniuga benessere abitativo e risparmio energetico all'insegna delle soluzioni ANPEL per la realizzazione di murature portati e isolate.
 
È un’area di particolare pregio del bolognese, che ospita un parco e una villa esistente risalente agli anni del dopoguerra, quella in cui è stata progettata una nuova villa monofamiliare. Fra i protagonisti delle scelte progettuali e costruttive c'è anche il Lecablocco Bioclima Zero, la gamma di blocchi in calcestruzzo a base di argilla espansa Leca sviluppati per murature, portanti e di tamponamento, solide ed energicamente efficienti.
 
Particolare attenzione è stata posta nella definizione del nuovo edificio all’interno del parco in modo da preservare le essenze arboree di pregio presenti (querce e pini).

L’intervento è composto da due blocchi: il principale, che ospita le funzioni abitative ed un secondo adibito a garage. La villa unifamiliare presenta una composizione formale molto semplice, dettata da canoni compositivi acquisiti dall’immaginario collettivo non disdegnando la ricerca dell’armonia delle forme, dei materiali e del rapporto con il contesto. Nel riproporre la tipologia tradizionale della casa unifamiliare, il progettista ha comunque cercato di coniugare l’abitazione con tetto a falde e portico con la moderna concezione di aperture per garantire ottima illuminazione e ventilazione delle stanze.

Gli spazi giorno al piano terra sono rivolti verso la corte interna sfruttando ampie vetrate, mentre verso il fronte strada si è scelto di orientare i vani di servizio sfruttandoli come aree filtro per abbattere i rumori del traffico. L’edificio principale è costituito da un volume a due piani con tetto a quattro falde e annesso con portico, mentre il secondo ripropone il classico capanno con tetto a due falde. Il piano terra ospita la cucina e il soggiorno, entrambi affacciati su un ampio portico, e i locali adibiti a servizi (cantina, lavanderia e servizio igienico); il piano primo, invece, le camere da letto e i servizi igienici.

I materiali impiegati riprendono quelli della tradizione bolognese: il mattone a vista, utilizzato come rivestimento, il manto di copertura in coppi e l’intonaco a base calce.
 
La scelta della tecnica costruttiva è stata determinata in modo da coniugare esigenze di tipo strutturale con quelle dettate dal risparmio energetico e dal contenimento dei costi. Per questo motivo la struttura portante è stata realizzata con muratura armata utilizzando blocchi multistrato in argilla espansa Lecablocco Bioclima Zero27p Portante, composti da un blocco portante in calcestruzzo Leca, uno strato di isolante in polistirene con grafite e una tavella piena in calcestruzzo di spessore totale 38 cm, in grado di assicurare un valore di trasmittanza termica U della parete intonacata pari a 0,27 W/m2K.

La famiglia Lecablocco Bioclima Zero rappresenta un vero e proprio sistema costruttivo ad alte prestazioni utilizzabile sia per la realizzazione di tamponamenti che di murature portanti armate anche in zona sismica, completo di pezzi speciali che conciliano le esigenze tecniche e di durabilità con la semplicità di esecuzione in cantiere. In particolare, i diversi elementi permettono di mantenere un isolamento termico omogeneo su tutto l'involucro verticale minimizzando l'incidenza dei ponti termici.
 
Oltre all'ottimo isolamento e inerzia termica dell'involucro offerto dai Lecablocco, sono stati previsti pannelli solari termici per acqua sanitaria, riscaldamento a bassa temperatura a pavimento e pannelli fotovoltaici. Particolare attenzione, infine, è stata posta nella progettazione accurata del comfort abitativo in relazione a illuminazione degli ambienti e al controllo della radiazione solare diretta.
 
Villa unifamiliare a Baricella (BO)
Committente: privato
Progettazione architettonica e DL: Arch. Maura Cantagalli - Faenza (RA)
Progettazione strutturale e DL: Ing. Lidia Renesto - Bologna
Progettazione termotecnica: p.i. Emilio Bianchi
Coordinatore sicurezza: Arch. Alberto Silvestrini
Impresa esecutrice: Lavori Edili F.lli Barone di Barone Carmelo & C. snc - Baricella (BO)
 
ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui