Carrello 0
Bologna: installazioni site-specific sul tema 'The Wall'
CONCORSI

Bologna: installazioni site-specific sul tema 'The Wall'

di Cecilia Di Marzo

Estendere alla città la riflessione in merito al concetto di 'muro'

28/09/2017 - CODE - COmpetitions for DEsigners e con-fine art hanno bandito il concorso The Wall.  
"Il muro" sarà protagonista della prossima mostra di con-fine art, realtà d’avanguardia nell’organizzazione di mostre internazionali dall’elevato profilo culturale, già curatrice di “Dalì Experience” e dell’attuale “Bologna Experience”, che col proprio volume di 100.000 visitatori hanno con successo inaugurato un nuovo concetto di mostra, più vicina al fruitore, in una logica esperienza immersiva dell’opera d’arte. Anche attraverso l’esposizione di opere di artisti quali Giambattista Piranesi, Arnaldo Pomodoro, Hitomi Sato, la mostra "The Wall" vorrà indagare e raccontare il ruolo del muro nella storia, analizzandone i significati, le connotazioni, dimensioni tangibili e astratte che hanno sedimentato immaginario e rappresentatività di questo affascinantissimo elemento.
In linea con una percezione artistica in continuo movimento, aperta ai contributi non ancora espressi rispetto al tema di approfondimento, con-fine art invita i creativi a progettare una serie di installazioni, da immaginarsi contestualizzate negli ambiti più significativi di Bologna, per estendere alla città la riflessione avviata dalla mostra in merito al concetto di muro. The Wall offre ai progettisti un’opportunità unica di unirsi –con il proprio contributo creativo- ad una delle mostre più avvincenti del panorama culturale contemporaneo, beneficiando di una prestigiosa vetrina per esibire la propria concezione di muro e contribuendo, con il proprio pensiero, al dibattito internazionale sul ruolo e significato di uno dei più inseparabili protagonisti nella storia del genere umano: il muro.

Oggetto del concorso sarà il progetto di un’installazione site specific da inserire in alcuni contesti iconici della città di Bologna, e che affronti il tema del muro secondo i più diversi approcci interpretativi.
Ciascuna possibile lettura offerta del muro sarà ammessa, da oggetto fisico a simbolo di divisione, da confine in senso lato a limite culturale/psicologico: obiettivo del concorso sarà infatti quello di favorire la più libera espressione creativa di architetti ed artisti, per arricchire “The Wall” - la nuova mostra di con-fine art - di contributi inediti inerenti al concetto di muro, così come interpretato dai differenti partecipanti.

Le installazioni oggetto di progetto, dovranno essere contestualizzate in una o più delle location di seguito proposte, rappresentanti i luoghi rappresentativi della città di Bologna:
1. Complesso della Biblioteca Salaborsa, Fontana del Nettuno, Palazzo Re Enzo
2. Complesso del Palazzo del Podestà, Piazza Maggiore e la facciata della Basilica di San Petronio
3. Piazza Santo Stefano
4. Il complesso delle torri
5. Il complesso delle porte della città storica
6. Il complesso della Finestrella di Via Piella e del Canale delle Moline
7. Le torri di Kenzo Tange per le sedi della Regione Emilia-Romagna.

Il termine ultimo per l'iscrizione (“late”) è fissata per il 12/11/2017 (h 23.59 GMT), quello per la consegna degli elaborati per il 13/11/2017 (h 12.00 - mezzogiorno – GMT).

La Giuria è composta da Arnaldo Pomodoro, Massimo Iosa Ghini, Edoardo Tresoldi, Franco Purini, TAM associati, Valentina Silvestrini (ARTRIBUNE), Anna Rossellini (UNIBO), Alessandro Caruso (INSIDEART), Roberto Grandi (ISTITUZIONE BOLOGNA MUSEI) e Patrizio Ansaloni (LOOP s.r.l.).

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui