Carrello 0
FOCUS

10 tecnologie per rendere la casa più smart

di Alessandra Marra
Commenti 8624

Sistemi domotici, controllo da remoto, accessi tramite smartphone, estrattori d’aria intelligenti, specchi wifi e diffusori acustici wireless

Vedi Aggiornamento del 13/11/2017
Commenti 8624
14/09/2017 – Impostare la temperatura interna delle stanze da remoto, controllare ogni angolo della propria abitazione direttamente da un cellulare e aprire il portone di casa senza chiavi.
 
Queste alcune tecnologie che ieri erano solo uno spunto per qualche film futuristico ma oggi sono una realtà alla portata di tutti. Grazie alla rivoluzione che internet ha portato, con la conseguente comunicazione senza fili, oggi è possibile avere una casa connessa in cui qualunque cosa (dagli impianti termici alla lavatrice) può potenzialmente “prendere vita”.
 
Si assiste, infatti, già alla commercializzazione di elettrodomestici connessi che si autoregolano il lavoro, allarmi intelligenti connessi alle telecamere e allo smartphone,  TV e luci di casa impostate da remoto.
 
Una casa smart, però, non è solo una casa domotica ma è anche una casa efficiente in cui è possibile coniugare esigenze estetiche e pratiche in ‘modo intelligente’.
 

Sistemi domotici per una casa intelligente

I sistemi domotici hanno rivoluzionato la struttura organizzativa della casa semplificando e ottimizzando la gestione di alcune funzioni, possibili anche da remoto.
 
Ad esempio, è possibile realizzare in qualsiasi abitazione soluzioni per la sicurezza, il risparmio energetico, la multimedialità e il controllo locale a distanza senza realizzare grosse opere murarie e grazie a dispositivi connessi alla rete wifi.
 
Tra i sistemi domotici che permettono tutto questo c’è MyHOME_Up di BTICINO, un dispositivo dotato di ampio schermo Touch Screen da 10 pollici, che permette la completa gestione di tutte le funzioni domotiche (tutti gli oggetti connessi come videocitofonia, luci, smart TV ecc), anche attraverso profili personalizzabili secondo le specifiche esigenze dell’utente utilizzatore.


Un altro esempio è VITRUM HOME CONTROL in cui tutti i dispositivi comunicano con semplicità tra di loro in wireless.



Tra le interfacce per sistemi domotici c’è DELÉGO di EKINEX, un sistema per la supervisione e il controllo di un impianto domotico a standard KNX attraverso dispositivo mobili. L’App permette di controllare da remoto luci, clima, automatismi, apparecchiature audio/video, tapparelle ed altro ancora con un semplice tocco, da un solo dispositivo e da qualunque punto dell’edificio raggiunto dalla rete wi-fi oppure da remoto tramite connessione web. 



Sistemi domotici >> vedi tutti
 
Vedi tutte le aziende:
AVE Dornbracht MICRODEVICE
Bang & Olufsen EELECTRON Nobili Rubinetterie
Bft Ekinex OTIIMA
BTICINO GEWISS Sime
CAME HELVAR SOMFY ITALIA
Clivet HONEYWELL VIMAR
CORDIVARI Idrosistemi srl Vitrum
Domotica ClicHome INTERNORM It YOKIS

Automazione per impianti termici e videosorveglianza

Grazie ai sistemi di automazione per impianti elettrici è possibile gestire, anche dallo smartphone, gli impianti termici (accendendo o spegnendo la climatizzazione) e monitorare i relativi consumi.
 
Tra i sistemi di controllo per impianti di climatizzazione c’è THERMO ICE di GEWISS che permette di gestire sistemi di riscaldamento/raffrescamento utilizzando algoritmi che in ogni istante della giornata e in ogni stagione dell’anno assicurano la temperatura più confortevole, senza inutili sprechi di energia. In più, permette di gestire la temperatura di casa anche da remoto.


Anche sul fronte della videosorveglianza l’automazione permette grossi vantaggi: attraverso semplici videocamere collegate alla rete wifi è possibile controllare che la propria casa sia al sicuro direttamente dal cellulare.
 
Un esempio è EIKON EVO di VIMAR che permette di gestire le telecamere e i sistemi di allarme direttamente da uno smartphone; ciò permette di essere sempre informati su eventuali allarmi relativi a intrusioni, incendio o allagamento, a tutto favore della sicurezza.

 

Gestione dell’illuminazione

Per evitare i problemi, anche economici, che derivano dal lasciare le luci accese nel proprio appartamento, sono nati sistemi integrati di gestione luci che permettono lo spegnimento automatico una volta che la casa è vuota, dando anche la possibilità di personalizzare le accensioni da remoto.
 
Un esempio è SIMPLEHOME per gestione luci di COMELIT GROUP che permette di spegnere autonomamente l’illuminazione in caso di assenza di persone nel locale e di abbinare a ciò la funzione di accensione regolata dell’impianto di antintrusione. In più, permette la visualizzazione immediata delle luci accese in ogni ambiente con possibilità di comandarle singolarmente o per zone.


Per gestire i dispositivi HomeKit connessi e creare scenari personalizzati, come ad esempio “Rientro a casa” per aprire la porta del garage e accendere le luci, c’è IT4WIFI di NICE che permette gestire l’accensione dell’illuminazione e l’apertura dei cancelli con un segnale vocale allo smartphone o attivando il GPS dell’iPhone che, grazie alla geolocalizzazione, esegue i comandi con il solo avvicinamento a casa.


 

Impianti elettrici

Tra i prodotti innovativi sul fronte degli impianti elettrici c’è NODO e NODO BOX di LETROH. NODO è un binario innovativo che permette di posizionare e spostare, dove si vuole e in qualunque momento, prese di corrente, corpi illuminanti e accessori dedicati con un semplice gesto e senza bisogno di utensili. In questo modo è possibile slegare il progetto dalla rigidità dell'impianto elettrico e ridurre le opere murarie necessarie per aggiungere e togliere le prese.
 

NODO BOX è l’elemento presa del sistema e consente di collegare contemporaneamente due dispositivi. Grazie a questo dispositivo si possono gestire separatamente le accensioni di prese e luci, la cui alimentazione può avvenire in qualsiasi punto del binario.




 

Sistemi per la qualità dell’aria indoor

Grazie ai progressi tecnologici oggi è possibile installare sistemi di aspirazione che monitorano e migliorano automaticamente la qualità dell’aria, riducendo la presenza di agenti inquinanti, odori, ed eccessi di vapori negli ambienti chiusi.
 
Un esempio in questo senso è SNAP di ELICA, un estrattore d’aria intelligente che grazie a tre sensori che misurano costantemente la qualità, la temperatura e l’umidità dell’aria, attiva automaticamente il riciclo dell’aria evitando di dover aprire le finestre di casa e di conseguenza, il rischio di una relativa dispersione di calore.


Per il monitoraggio delle principali fonti di inquinamento indoor c’è TECNOVAIR di TECNOVA GROUP® un dispositivo in grado di rilevare fino a 24 diverse fonti di inquinamento (come campi elettromagnetici, gas radon, fumo/presenza incendi, polveri sottili ecc. Nel caso in cui Tecnovair rilevi la presenza di inquinanti a livelli di attenzione o pericolo, oltre ad emettere un allarme localmente, invierà una notifica all’App, informando in tempo reale sulla qualità dell’ambiente monitorato.

 

Gestione degli ingressi: addio chiavi di casa

Oggi è possibile aprire la porta di casa senza chiavi e, a volte, anche senza la propria presenza fisica. Questo è il caso di ARGO APP di ISEO SERRATURE con cui è possibile aprire tutte le porte dotate di dispositivi della serie Smart direttamente dallo smartphone, anche da remoto. In più, grazie all’App Argo è possibile verificare gli orari e i giorni di ingresso delle ultime 1000 entrate.


Nella vasta gamma dei sistemi di controllo accessi ci sono porte che invece dell’utilizzo della solita chiave permettono l’ingresso attraverso lettori di schede, pulsantiere con codici, videocamere e anche dispositivi biometrici (come le impronte digitali).
 
Un esempio in tal senso è Schüco Door Control System (DCS) di Schuco che permette di personalizzare il metodo d’ingresso (tastiera con codice impronte ecc) che si inserisce armonicamente nel design complessivo della porta.
 

Per la gestione dell’apertura dei cancelli, oltre che delle porte di casa, c’è BISECUR GATEWAY di HÖRMANN ITALIA, che permette il controllo direttamente da smartphone o tablet.
 

 

Finestre che si autoregolano

In una casa smart non possono mancare serramenti che si autoregolano in base alle condizioni atmosferiche. E’ il caso di VELUX Integra, la finestra per tetti che si chiude automaticamente in caso di pioggia e permette di programmare le aperture con il control pad touch screen.



Per regolare in modo intelligente le tapparelle c’è OXIMO IO di SOMFY ITALIA un sistema di automazione che fa un’analisi automatica mensile dello stato di funzionamento del motore, imposta l’apertura delle tapparelle in base alla abitudini dell’utenza, si arresta immediatamente in discesa in caso di rilevamento di ostacoli e resiste alle manomissioni. 


 


Suddivisione intelligente degli spazi

Rendere opaco un vetro solo quando si ha necessità? Oggi è possibile con VÈRIO di FLEXLITE, un vetro LCD elettrocromico stratificato, nel quale è racchiuso un film a cristalli liquidi, che si trasforma in pochi millisecondi da una tradizionale superficie vetrata in stato di trasparenza a uno stato di opacità totale, grazie all’azionamento di un semplice interruttore.


Per sfruttare in modo efficiente tutti gli spazi a disposizione in casa si può ricorrere a BIGFOOT® AMERICA DOPPIO di PROTEK®, un controtelaio per porta scorrevole con contenitore che permette di far scorrere e nascondere i due contenitori nel muro.


 

Arredamento ‘smart’

Per gli amanti della musica e del design le tecnologie moderne offrono diffusori acustici wirless attenti all’estetica che possono costituire un vero arredamento. Un esempio è BEOSOUND SHAPE di BANG & OLUFSEN, un sistema modulare wirless dotato di speaker, amplificatore, smorzatore acustico di cui è possibile definire dimensioni, forma, colore e perfino le performance acustiche secondo le proprie preferenze.


Un altro esempio di questo genere di sperimentazione tra sapienza artigianale e sofisticatezza ipertecnologica è I-MODULART | Docking station di PRESOTTO, un lettore audio-video per dispositivi elettronici.  


 

Bagni intelligenti: specchi wifi e miscelatori digitali

Oggi è possibile usufruire di una connessione Wifi anche attraverso un ‘semplice specchio’ da bagno. 
 
Ad esempio, MIRALITE CONNECT di GLASSOLUTIONS permette una connessione WI-FI e un accesso immediato alle applicazioni, anche personalizzate (come calendario, news, meteo, radio, info sul traffico) e di una connessione Bluethooth per ascoltare la musica dal telefono. In più permette di regolare in intensità e temperatura di colore della luce attraverso un interruttore ed è dotato di un sistema di disappannamento permanente.


Anche la miscelazione dell’acqua di un rubinetto può essere raggiunta dalla tecnologie; questo è il caso di ALLURE F-DIGITAL di GROHE , un miscelatore digitale per lavabo completo di pannello di controllo digitale multifunzione con tecnologia Wireless, controllo della temperatura e della portata, funzione pausa, funzione memoria, sensore controllo temperatura e chiusura automatica di sicurezza dopo 60 secondi.


 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
Ector

anche le superfici delle nostre casa possono essere smart: vetri auto-pulenti, pavimenti e rivestimenti easy-cleaning, tessuti e tende anti-macchia non sono più un miraggio, ma una concreta possibilità grazie ai protettivi nanotecnologici come ad esempio Ector