Carrello 0
NORMATIVA

Ecobonus, Sismabonus, Industria 4.0: in arrivo proroghe agli incentivi

di Paola Mammarella
Commenti 10249

Segnali positivi dopo l’approvazione della nota di aggiornamento del Def. Nelle intenzioni del Governo anche ‘Scuola digitale’ e riforma del Catasto

Vedi Aggiornamento del 27/11/2017
Commenti 10249
26/09/2017 – Il Documento di economia e finanza (Def), approvato dal Consiglio dei Ministri, rivede al rialzo le prospettive di crescita e annuncia la riconferma degli incentivi agli investimenti delle imprese e delle detrazioni fiscali per i lavori di riqualificazione energetica ed edilizia. Previsto anche il completamento del piano nazionale “Scuole Digitale”. Torna inoltre come ogni anno anche l’intenzione di riformare l’obsoleto sistema catastale e reintrodurre l’imposta sulla prima casa per i redditi alti.
 

Ecobonus

La Legge di Bilancio confermerà le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, ma ci saranno sicuramente delle novità: le aliquote saranno rimodulate, differenziandole per misure che hanno un maggiore impatto in termini di emissioni e risparmio energetico, sarà quindi eliminata la detrazione secca e verranno incentivati maggiormente gli interventi di riqualificazione profonda. Per i condomìni si starebbe pensando a una riduzione dell’incentivo e ad alcune restrizioni delle modalità di accesso.
 
Come annunciato dal Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti al Cersaie di Bologna, gli incentivi potrebbero essere estesi ai lavori su giardini condominiali e balconi e agli interventi per la rimozione dell’amianto dai tetti. “L’Ecobonus - ha affermato Galletti - é uno strumento che è servito molto, che ha permesso grandi investimenti nel settore dell'efficientamento energetico. Noi ci crediamo, continuiamo a crederci e vogliamo investire ancora di più in questo strumento”.

Le anticipazioni di Galletti confermano le intenzioni della Strategia energetica nazionale del Governo, che propone un incentivo graduato in base al risparmio energetico ottenuto, l’istituzione di un Fondo per l’ecoprestito e una maggiore correlazione con il programma “Casa Italia” per la sicurezza antisismica. 
 

Sismabonus e Bonus ristrutturazioni

La Legge di Bilancio dovrebbe confermare anche le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie e la messa in sicurezza antisismica. In quest'ultimo caso, lo ricordiamo, le aliquote crescono in base al miglioramento antisismico raggiunto fino ad arrivare all'85% nei condomìni. 
 

Industria 4.0 e investimenti delle imprese

Come si legge nel Def, nella prossima Legge di Bilancio ci saranno nuove misure e la prosecuzione di quelle in essere. Si tratta, lo ricordiamo, del piano Industria 4.0 e di diverse iniziative volte a sostenere la modernizzazione delle imprese, come il super-ammortamento (supervalutazione del 140% degli investimenti in beni strumentali nuovi acquistati o in leasing), l’iper-ammortamento al 250% per gli investimenti in dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave Industria 4.0 (per i beni con valore superiore a 500mila euro), la Nuova Sabatini che sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire tramite finanziamento o in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware.
 
C’è poi la possibilità, riconosciuta alle nuove imprese, di cedere le perdite prodotte nei primi quattro esercizi di attività ad una società quotata che detenga una partecipazione nell’impresa cessionaria pari almeno al 20%. Completano il quadro gli interventi per l’autoimprenditorialità e per le start up innovative, l’estensione delle agevolazioni previste per le start-up alle PMI costituite sotto forma di S.r.l. e il patent box, cioè una tassazione agevolata sulle opere di ingegno.
 

Scuola Digitale

Il piano nazionale “Scuola Digitale” è stato lanciato nel 2015 per promuovere l’innovazione e la digitalizzazione della scuola italiana. Il Def annuncia che con la Legge di Bilancio sarà completato, compatibilmente con i vincoli di finanza pubblica, il piano di investimenti per il 2017: 15 milioni di euro per estendere il registro elettronico a tutte le classi del primo ciclo, 2,5 milioni per la creazione di ambienti didattici innovativi contro la dispersione scolastica nelle scuole delle periferie, 5,7 milioni per fornire assistenza per la manutenzione tecnica di strumenti informatici per le scuole del primo ciclo, 25 milioni per la formazione avanzata sui temi del digitale per il personale della scuola.
 

Riforma del Catasto

L’Unione Europea continua a raccomandare all’Italia la riforma del Catasto. Tutto per trasferire la tassazione dai fattori produttivi alle rendite. Nell’agenda del Governo torna quindi l’intenzione di abbandonare l’attuale sistema di classificazione, basato sui vani, per abbracciare quello basato sui metri quadri e su indicatori che, valutando la localizzazione e le caratteristiche dell’immobile, siano in grado di stimarne l’effettivo valore.
 
La riforma del Catasto è l’obiettivo di un disegno di legge presentato lo scorso aprile, ma ancora fermo in Senato.
 
Per consentire il riequilibrio della pressione fiscale, il Governo sta valutando la reintroduzione dell’imposta sulla prima casa per i redditi alti. L’imposta sulla prima casa colpisce già, lo ricordiamo, le abitazioni di lusso (accatastate come A1, A8 e A9). 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui