Carrello 0
FOCUS

Riscaldamento, sistemi efficienti per il controllo del calore

di Alessandra Marra
Commenti 2867

Radiatori, valvole termostatiche, contabilizzatori di calore e sistemi per il controllo igrometrico

Vedi Aggiornamento del 19/10/2017
Commenti 2867
12/10/2017 – Il freddo autunnale è alle porte e il prossimo 15 ottobre si potranno riaccendere i riscaldamenti. Da quest’anno, però, c’è un obbligo in più per gli impianti centralizzati: dal 30 giugno 2017, infatti, è obbligatorio aver installato le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore in tutti i condomini in modo da gestire l’energia in maniera più efficiente e da suddividere equamente le bollette.
 

Impianti di riscaldamento: gli obblighi di manutenzione

In vista della riaccensione degli impianti, molti predispongono la manutenzione e tutte le operazioni necessarie per un corretto funzionamento dell’impianto. Come ricorda la CNA Impianti, affinché la manutenzione del proprio impianto venga fatta a regola d’arte, bisogna rivolgersi ad installatori o ditte specializzate abilitate ai sensi del DM 37/2008. Inoltre, come specifica il DPR 74/2013 all’articolo 7, le tempistiche circa gli interventi di manutenzione vengono stabilite dall’installatore. 
 
Il tecnico abilitato, sia esso l’installatore che il manutentore dell’impianto, deve inoltre dichiarare per iscritto al proprio cliente quali siano le operazioni di controllo e manutenzione di cui necessita l’impianto da loro installato o manutenuto per garantirne la necessaria sicurezza, nonché la frequenza con la quale queste operazioni devono essere effettuate.
 
E’ utile far controllare le parti dell’impianto di riscaldamento più soggette ad usura; tra queste, ad esempio, gli ugelli gas, i ventilatori, la camera di combustione, i pressostati, gli elettrodi e le guarnizioni di tenuta.
 
Tra le principali operazioni di manutenzione e controllo: pulizia dello scambiatore lato fumi, prova di tiraggio della canna fumaria, regolazione del funzionamento dei dispositivi di comando e regolazione, pulizia del bruciatore, verifica dei dispositivi di protezione, controllo e sicurezza, controllo della regolarità dell’accensione e del funzionamento, verifica visiva dell’assenza di perdite di acqua, che non siano presenti oggetti che impediscano il regolare deflusso dei prodotti della combustione, che non sia ostruita la presa d’aria.
 
La CNA Impianti mette in luce che la verifica dell’efficienza energetica di un impianto, finalizzata a verificare il rendimento di combustione del generatore di calore che consente alla caldaia di funzionare a dovere con il minor utilizzo di energia possibile, va fatta ogni 4 anni ma alcune Regioni hanno ridotto a 2 anni il lasso di tempo che deve intercorrere tra un controllo di efficienza energetica e l’altro.
 

Riscaldamento domestico: terminali per la trasmissione del calore

Per diffondere il calore prodotto dagli impianti termici negli ambienti domestici è necessario utilizzare degli scambiatori di calore acqua-aria come i termosifoni (o radiatori), in cui lo scambio di calore avviene soprattutto per convezione.
 
Il termosifone è costituito da tubature collegate alla caldaia grazie alle quali è possibile lo spostamento del calore creato dalla combustione del gas. I principali materiali utilizzati per realizzare un radiatore sono: la ghisa, l'acciaio, l'alluminio ma si possono trovare sul mercato anche in altri materiali come il vetro.
 
Le forme dei termosifoni possono essere diverse ma è importante dimensionarli adeguatamente e scegliere il corretto posizionamento nell’ambiente valutando alcuni parametri come la geometria del locale, il rapporto tra le superfici vetrate ed opache e le esigenze architettoniche e di arredo. Solitamente sono rettangolari e ultimamente, per meglio distribuire il calore nella stanza sono stati realizzati dei termosifoni tubolari che riescono a massimizzare la resa termica.
 

Radiatori

Tra i radiatori in alluminio c’è ROADS STF di CORDIVARI che ben si adatta nelle ristrutturazioni che prevedono la collocazione di radiatori sotto finestra.


Tra i radiatori elettrici in vetro c’è THERMOGLANCE di ASOLA VETRO che funziona attraverso i raggi infrarossi che riscaldano prevalentemente gli oggetti e le superfici senza interferire con l’atmosfera, consentendo una distribuzione omogenea del calore. 


Tra i termoarredi c'è MEDUSA di IRSAP, radiatore in acciaio che permette una diffusione omogenea del calore, grazie alla sua forma circolare. 


Tra i termoarredi a pannello c’è CUBE di DELTACALOR, una cornice in acciaio che cela gli elementi radianti creando una piccola mensola che può essere utilizzata per riporre oggetti o asciugamani, illuminati da una soffusa luce d’effetto.


Tra gli scaldasalviette ad acqua calda elettrico in acciaio c’è GRAFFE di SCIROCCO H un tubo circolare in acciaio si snoda sinuosamente con valvole, staffe studiati in modo da integrarsi nel disegno del prodotto.


Molti radiatori sono diventati veri e propri oggetti di design, ricevendo diversi premi; tra i prodotti più premiati c’è ANDROID di ANTRAX, radiatore ad alta efficienza termica che permette l’entrata a regime in tempi molto brevi con un notevole risparmio energetico, vincitore del Red Dot Design Award, del MIAW - Muuuz International Award e del Good Design Award.


Tra i termoarredi in alluminio pressofuso premiati ai Red Dot Design Awards c’è anche OTTIMO di RADIATORI 2000 per aver saputo reinterpretare il classico modello di radiatore pressofuso donandogli una veste inedita e di forte connotazione di design/artistica.


Grazie al design innovativo e alle sue caratteristiche ecososostenibili, BEAMS di VASCO ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, come l'Henry Van de Velde label e l’Ovam Ecodesign Award poichè permette un risparmio energetico del 15% rispetto ai classici prodotti in acciaio.


Tra i termoarredi portatili più premiati c’è SCALETTA | Radiatore a pavimento di TUBES RADIATORI, realizzato in alluminio e a funzionamento elettrico che può posizionamento in tutti gli ambienti della casa, che ha ricevuto riconoscimenti da ADI Compasso d’Oro, German Design Award, MIAW - Muuuz International Awards, Good Design Awards e Interior Design’s Best of Year

 
RADIATORI >> VEDI TUTTI
 
VEDI TUTTE LE AZIENDE:
Antonio Lupi Design FOURSTEEL OLIMPIA SPLENDID
ANTRAX GENTRY HOME OMP
ARBLU Glassolutions Radiatori 2000
Asola Vetro Hotwave RIDEA
ATH Italia Idrosistemi srl RITMONIO
BATH&BATH INDA® RUBINETTERIE STELLA
BLEU PROVENCE Infralia S & P Italia
Boffi IRSAP SCIROCCO H
Cinier K8 Radiatori Sime
CORDIVARI LA CASTELLAMONTE Termoarredo Design
DELTACALOR mg12 Thermoeasy
ELETTROGAMMA Mo-el Tubes Radiatori
EMMETI Noken Vallvé
Fiora NOVELLINI VASCO
Fir Italia VOLA  
 

Riscaldamento domestico: i sistemi per il controllo del calore

Oggi ci sono diverse tecnologie che permetto di evitare un’eccessiva dispersione del calore e un controllo accurato della temperatura; ad esempio un termostato può controllare la temperatura e l'afflusso di acqua ai caloriferi della stanza, assicurandosi di far rispettare il valore a cui vogliamo tenere la temperatura con un sistema di controllo set point. A seconda della temperatura letta dal sensore quindi si apre o si chiude l'afflusso dell'acqua al calorifero.
 
La temperatura della stanza oscillerà, quindi, intorno al valore desiderato a seconda della dissipazione del calore e della capacità dei caloriferi.
 
Infine, per il controllo del calore si può optare per i sistemi domotici di gestione dell’energia che assicurano il pieno controllo dell’impianto anche da remoto.
 

Contabilizzatori di calore

Tra i ripartitori di calore c’è 7200 | MONITOR 2.0 Ripartitore di CALEFFI l'apparecchio che viene installato direttamente a contatto del corpo scaldante e ne qualifica la quantità di calore emessa. È di ridotte dimensioni (all'incirca grande come un telefonino) e viene fissato in modo irremovibile sul termosifone in modo che non possa essere manomesso. Ciascun ripartitore è in grado di conteggiare il consumo.

Un altro esempio è E43205 AMR di HONEYWELL, che sfrutta la tecnologia della radiofrequenza, e raccoglie i dati di consumo.

Per la contabilizzazione diretta del calore in impianti centralizzati c’è CONTER MIX di COMPARATO NELLO che permette di mantenere nella rete di distribuzione di acqua calda sanitaria una temperatura sufficientemente alta ad evitare la proliferazione del batterio della legionella.

CONTABILIZZATORI DI CALORE >> VEDI TUTTI
 
VEDI TUTTE LE AZIENDE:
ATAG Italia HONEYWELL
BERETTA Idrosistemi srl
CALEFFI IVAR
Comparato Nello RIELLO
Coster Sime
Giacomini  


Accessori per impianti termici e clima

Tra i termostati con sensore a liquido c’è VINDO TH di OVENTROP con campo di regolazione limitabile e bloccabile, impostazione tastabile e campo di regolazione 7-28 °C.


Tra le teste cronotermostatiche elettroniche per radiatore c’è K470H | Testa crono termostatica di GIACOMINI,  dispositivo tecnologicamente avanzato, compatto, silenzioso che permette un’agevole programmazione settimanale, con varie fasce di attivazione giornaliere e tre diversi set-point temperatura: comfort, economy/notte ed antigelo.

ACCESSORI PER IMPIANTI TERMICI E CLIMA >> VEDI TUTTI
 
VEDI TUTTE LE AZIENDE:
ATAG Italia Henco by Cappellotto
BERETTA HONEYWELL
CALEFFI                       IVAR
Comparato Nello NPI Italia
Coster OVENTROP
FIBROTUBI PANTHERM
FOURSTEEL pro clima®
GENTRY HOME Sanitrit
Giacomini Würth
 


Termoregolazione e controllo igrometrico

Tra i termostati ‘intelligenti’ c’è SMARTHER di BTICINO che permette di gestire in maniera semplice e innovativa diverse funzioni come il controllo e regolazione della temperatura ovunque e in qualsiasi momento, il controllo manuale via smartphone e la gestione di più termostati.

Un altro esempio è BESMART di BERETTA, più di un tradizionale termostato, è un prodotto realizzato con le ultime tecnologie di Home Automation, sviluppate per il controllo ed il confort del riscaldamento domestico.


Tra i sistemi di termoregolazione WiFi per dispositivi smart c’è CUBODOMO di IVAR che consente di regolare il riscaldamento da remoto in modo intelligente, riducendo gli sprechi energetici fino al 40% e interagisce sia con i sistemi di riscaldamento a radiatori, sia con gli impianti di riscaldamento radiante.
 

Un altro esempio è Termostato FF/Flank di EKINEX adatto al montaggio su una scatola da incasso a parete, rotonda o quadrata e dotata di LED integrati che possono essere programmati liberamente. 


TERMOREGOLAZIONE E CONTROLLO IGROMETRICO >> VEDI TUTTI
 
VEDI TUTTE LE AZIENDE:
ARISTON THERMO Eurotherm RDZ
ASTREL GROUP FOURSTEEL REHAU
ATAG Italia Giacomini REVIS
BERETTA GLT RIELLO
BTICINO Henco by Cappellotto Rinnai Italia
BUDERUS HONEYWELL Rossato Group
CALEFFI Idrosistemi srl Sime
CAME IRSAP TEM
CentraLine by Honeywell IVAR UPONOR
Coster OVENTROP VAILLANT
Ekinex PANTHERM  
 

Sistemi di controllo per impianti di climatizzazione

Tra i sistemi domotici per il controllo degli impianti c’è THERMO ICE di GEWISS che permette di gestire sistemi di riscaldamento/raffrescamento utilizzando algoritmi di controllo a due punti On/Off o proporzionale-integrale con controllo PWM.
 

Un altro esempio è ERGO di GALLETTI un nuovo sistema di gestione degli impianti di climatizzazione, composto da un software personalizzato e da comandi a microprocessore per i terminali di impianto che rendere intelligenti tutti i singoli componenti del sistema nell'ottica di un contenimento dei consumi.
 

SISTEMI DI CONTROLLO PER IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE >> VEDI TUTTI
 
VEDI TUTTE LE AZIENDE: 
AERMEC EMMETI MICRODEVICE
ANTRAX Eurotherm OVENTROP
ASTREL GROUP GALLETTI PANTHERM
ATAG Italia GEWISS REHAU
AVE Giacomini Rinnai Italia
BERETTA GLT Rossato Group
CALEFFI Henco by Cappellotto S & P Italia
CentraLine by Honeywell HONEYWELL Urmet
Clivet Idrosistemi srl Würth
Domotica ClicHome IVAR  

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui