Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Impianti sportivi, proroga al 4 dicembre per il bando ‘Sport Missione Comune’

di Alessandra Marra
Commenti 7490

Più tempo ai Comuni per inviare all’Istituto per il Credito Sportivo il parere del CONI e le attestazioni di bilancio previsionale

Vedi Aggiornamento del 14/11/2017
Commenti 7490
23/10/2017 – È stata prorogata alle 24:00 del 4 Dicembre 2017 la scadenza per presentare le domande relative al Bando ‘Sport Missione Comune 2017’ lanciato dall’Istituto per il Credito Sportivo e dall’Anci.
 
La proroga è stata concessa per la riscontrata difficoltà oggettiva dei Comuni interessati a fornire la documentazione relativa al parere CONI ed alle attestazioni di bilancio previsionale 2017, entro la scadenza prefissata.
 
L’esame dell’istanza ai fini dell’ammissione al contributo rimane a sportello e sarà effettuato tenendo presente la data di arrivo delle documentazioni complete.
 

Impianti nelle periferie: Bando ‘Missione Comune’

Ricordiamo che il bando per la costruzione, l’ampliamento e la messa a norma di impianti sportivi ha una dotazione di 200 milioni di euro che si divide in due plafond: il primo, pari a 100 milioni, sarà offerto ai Comuni con mutui a tasso zero, il secondo plafond, per altri 100 milioni, verrà erogato ad enti locali e privati nell’ambito di operazioni di partenariato pubblico-privato a tasso agevolato.
 
I 100 milioni di mutui a tasso zero consentiranno, entro la fine del 2017, la definitiva realizzazione di progetti già in fase avanzata. Di questi 100 milioni di euro la metà (50 milioni) sarà riservata ad interventi realizzati dai Comuni delle aree interne e dalle Unioni di Comuni.

Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di 2 milioni di euro di mutui (4 milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni).
 
I mutui avranno una durata massima di 15 anni; nel caso in cui i mutui abbiano durate superiori e fino ad un massimo di 30 anni il contributo concesso a totale abbattimento della quota interessi sarà calcolato sulla durata massima di 15 anni e distribuito in quote di eguale importo su tutta la durata del piano d’ammortamento.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui