Carrello 0
PROGETTAZIONE

Edifici in legno, i nuovi landmark urbani

di Paola Mammarella
Commenti 4490

Non solo soluzioni architettoniche di impatto, ma sostenibilità ambientale e adattabilità a tutti i contesti

Vedi Aggiornamento del 24/11/2017
Commenti 4490
30/10/2017 – Leggero, sostenibile e facilmente riciclabile. Il legno è sempre più usato nelle costruzioni perché riesce a coniugare molti requisiti: consente il risparmio energetico e il raggiungimento di elevati standard di sicurezza antisismica, senza trascurare l’estetica e il comfort abitativo.
 
Ma non solo, perché un edificio in legno ha tempi di realizzazione più brevi e sa adattarsi anche a condizioni del suolo proibitive.
 
Case, bar, parcheggi, scuole, torri belvedere e teatri. Vediamo in qualche esempio come sono state sfruttate le potenzialità del legno.
 

Domespace – Quimper (Francia)

È una casa circolare in legno, attualmente utilizzata come abitazione-showroom, firmata da Patrick Marsilli che, dal 1989, ne ha fatti costruire circa cento modelli, soprattutto in Francia. La peculiarità di questa casa è la possibilità di ruotare in base alla posizione del sole. Manualmente, o con un telecomando, si può attivare uno spostamento fino a 320°nei due sensi. Sfrutta l’energia solare passiva d’inverno, con il supporto di un camino centrale e nei mesi estivi il fresco è garantito dal sistema di ventilazione incrociata all’interno. 
 Foto: Domespace.com
 

Cellar bar – Madalena (Portogallo)

Lo studio FCC Arquitectura ha realizzato la riqualificazione con ampliamento di un edificio abbandonato. Un corpo in legno, con linee tondeggianti, è stato innestato nel fabbricato iniziale, caratterizzato invece da linee squadrate.
 Foto: Archilovers - FG+SG

Uno degli ambienti in primo piano
 Foto: Archilovers - FG+SG
 

Circular pavillion – Parigi (Francia)

Non ha niente di circolare questa struttura realizzata nel 2015 su progetto dello studio Encore Heureux Architects. Deve invece il suo nome al concetto di economia circolare dato che è stato realizzato per più del 60% con elementi riciclati. 
 Foto: Archilovers - Cyrus Cornut
 

Parcheggio – Zutphen (Paesi Bassi)

Questo parcheggio, attiguo alla stazione ferroviaria, si trova in un ex quartiere industriale oggetto di un processo di riqualificazione. La forma si ispira ai depositi e alle fabbriche tradizionali, un tempo attive nella zona. Le superfici aperte consentono l’illuminazione e la ventilazione naturale.
 Foto: Archilovers - Harry Noback

Una foto degli interni
 Foto: Archilovers - Harry Noback
 

Scuola dell’infanzia – Valdaora di Sotto (BZ)

Fonde tradizione, vita contemporanea e natura questa scuola sudtirolese. Le sue linee richiamano il concetto di sicurezza del nido, ma anche quello di libertà. Il legno assicura prestazioni energetiche elevate
 Foto: Archilovers - Hertha Hurnaus
 

Strand East Tower – Londra (Regno Unito)

Questa torre, alta 40 metri, è stata realizzata nel 2012 e fa parte del processo di riqualificazione urbana iniziato con le Olimpiadi 2012. Rappresenta il simbolo della riconversione di un'area degradata in un nuovo quartiere votato all'ecosostenibilità.
 Foto: Promolegno
 

Pyramidenkogel – Keutschach (Austria)

È la torre in legno più alta del mondo, è stata inaugurata nel 2013 e misura 100 metri. Progettata da Klaura Kaden + Partner ZT GmbH Architekten, mette in mostra tutte le peculiarità del legno: resistenza statica, sicurezza, velocità di realizzazione, eco-compatibilità e performance energetiche.
 Foto: Promolegno

Una foto panoramica della torre
 Foto: Woerthersee.com 
 

Teatro Aperto di via Spada – Brisighella (RA)

Il restauro con ampliamento del teatro, iniziato nel 2009, ha dovuto fare i conti con la natura franosa del suolo, inaccessibile a mezzi pesanti, che ha imposto l’uso di strutture leggere in un cantiere snello e caratterizzato da montaggi a secco di elementi facilmente trasportabili e movimentabili.
 Foto: Promolegno

Un'immagine del progetto
 Immagine: Promolegno
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui