Carrello 0
NORMATIVA

Split payment, pubblicati gli elenchi provvisori delle società controllate e quotate

di Paola Mammarella

Entro il 15 novembre la lista definitiva. In arrivo anche la scissione dell’Iva per tutte le società controllate dalle Amministrazioni pubbliche

Vedi Aggiornamento del 04/07/2018
03/11/2017 – Il Dipartimento dell’Economia e delle Finanze (Def) ha pubblicato l’elenco provvisorio delle società controllate e quotate che, in base alla Manovrina 2017 (Legge 96/2017), sono tenute all’applicazione dello split payment.
 

Split payment, gli elenchi

I professionisti e le imprese che lavorano con le società presenti nell’elenco non riceveranno l’Iva, perché questa sarà versata direttamente all’Erario.
 
Nell’elenco non sono presenti le Pubbliche Amministrazioni perché già tenute ad applicare la scissione dell’Iva. Per le PA occorre fare riferimento all’elenco Ipa, pubblicato a cura del Governo.
 
Gli elenchi al momento sono provvisori. Le società inserite possono infatti segnalare eventuali incongruenze o errori, fornendo idonea documentazione. L’elenco definitivo arriverà entro il 15 novembre.
 

Split payment, come funziona

Al momento, fino a che non entreranno in vigore le modifiche in fase di definizione, lo split payment riguarda le amministrazioni dello Stato, gli enti territoriali, le università, le aziende sanitarie, le società controllate dallo Stato e le società quotate in Borsa.
 
Una delle maggiori novità, in vigore dal 1° luglio 2017, è l’estensione dello split payment ai professionisti. Fino ad allora, il meccanismo di scissione dell’Iva ha riguardato solo le imprese.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Prodotti e materiali edili, li compreresti online? Leggi i risultati