Carrello 0
RISTRUTTURAZIONE

‘Cammini e Percorsi’, in arrivo il secondo bando

di Alessandra Marra

Presto in concessione di valorizzazione 57 immobili di pregio lungo i percorsi ciclopedonali. L’11 dicembre scade il primo bando

Vedi Aggiornamento del 04/12/2017
29/11/2017 – In arrivo il secondo Bando ‘Cammini e Percorsi’ per l’assegnazione di altri immobili di pregio situati lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi italiani.
 
L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano presenteranno il nuovo bando lunedì 4 dicembre 2017 presso la “Libreria del Touring Club Italiano” a Roma.  
 

Cammini e percorsi: cosa prevede il nuovo bando

A differenza del primo, il secondo bando sarà dedicato agli immobili di maggior pregio e assegnerà i restanti beni in concessione di valorizzazione fino a 50 anni ad operatori, senza limiti di età, che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.
 
Ricordiamo, infatti, che il programma prevedeva, per quanto riguarda i beni di proprietà dello Stato e di altri Enti pubblici, due iter: 1) concessione gratuita ad imprese, cooperative e associazioni di giovani, finalizzata  alla realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza e alla promozione di percorsi pedonali, ciclabili e mototuristici; 2) concessione di valorizzazione da affidare a privati che siano in grado di sostenere importanti costi di investimento per il recupero degli immobili.
 

Immobili in concessione gratuita: in scadenza il 1° bando

Il primo bando, rivolto ad imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da under 40 che potranno ottenere gli immobili in concessione gratuita per 9 anni, scade il prossimo 11 dicembre.

Per partecipare alla gara è necessario presentare una proposta che non prevede l’offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell’iniziativa. Innanzitutto l’ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. 
 
Per sciogliere i dubbi di chi è interessato all’assegnazione di 43 immobili, l’Agenzia del Demanio ha pubblicato le FAQ ad alcune delle domande più ricorrenti.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Prodotti e materiali edili, li compreresti online? Leggi i risultati