Carrello 0
AZIENDE

BIM e valutazione economica del progetto

di ACCA software

BIM 5D per una determinazione precisa ed efficiente dei costi e una drastica riduzione nei tempi di realizzazione della stima

12/12/2017 - Sappiamo bene quanto sarebbe importante conoscere con esattezza l’impegno economico di un’opera edilizia già nella fase di progettazione, man mano che il progetto viene approfondito dalla fase preliminare a quella definitiva. Altrettanto importante sarebbe poter valutare in real time la stima di ipotesi costruttive legate a differenti soluzioni architettoniche, a scelte di materiali diversi.

Nella realtà il workflow tipicamente unidirezionale tra progettazione (architettonica, strutturale, impiantistica) e computazione può rendere estremamente laboriosa la definizione di questo valore, richiedendo di intervenire più volte sul preventivo realizzato con la conseguenza di un aumento nei costi, nel tempo impiegato e nella possibilità di commettere errori.

Almeno fino ad oggi anche i software di computo disponibili sul mercato, pur semplificando notevolmente il lavoro del professionista, di fatto non lo hanno agevolato, non garantendo perfetta integrazione tra queste fasi.

La diffusione della tecnologia BIM nel settore delle costruzioni in Italia rappresenta una efficace risposta all’esigenza.

Lavorare in un'ottica BIM significa avere un approccio olistico alla progettazione e consentire ai diversi attori del processo edilizio di lavorare in modo sincrono e collaborativo, senza più ripetitivi ed inefficienti passaggi di informazioni e documenti dallo scarsissimo valore aggiunto.
Il BIM semplifica notevolmente il lavoro necessario per la stima e il controllo dei costi in quanto riduce sensibilmente i tempi di computazione dei volumi, superfici, ecc., consente di ricavare dati che non sarebbe possibile ottenere con software CAD senza l’ausilio di specifici fogli di calcolo e rende le stime estremamente precise, e prive di errori o dimenticanze, computando con precisione tutto ciò che è modellato.
Per questo è però indispensabile che gli strumenti software abbiano, oltre a specifiche funzionalità, piena compatibilità: devono infatti garantire un corretto scambio di informazioni tra le diverse figure coinvolte nel processo costruttivo.

Da qui la necessità e l’importanza dell’adozione di formato standard internazionale, l’IFC certificato da BuildingSMART.
PriMus, il software di ACCA da oltre 20 anni sinonimo in Italia di computo e contabilità lavori, entra prepotentemente nel processo di digitalizzazione dell’edilizia con la nuova versione BIM.

PriMus BIM è il primo software di computo metrico e contabilità lavori pubblici che:
risponde efficacemente ai nuovi obblighi del Codice appalti e del decreto BIM, che prevedono l’adozione progressiva del BIM per gli appalti pubblici in Italia,
possiede la tecnologia per essere utilizzato in maniera appropriata nel flusso di progettazione BIM, in accordo con le norme tecniche nazionali (UNI 11337) ed internazionali (ISO 19650)
PriMus BIM integra le funzionalità per il computo e la direzione dei lavori nel flusso di progettazione con la metodologia BIM grazie:
- a nuove funzioni di redazione e controllo dei prezzari BIM;
- a PriMus-IFC per il computo metrico direttamente dai file IFC dei modelli BIM;
- a PriMus-PLATFORM, la piattaforma elettronica aperta per la direzione lavori, integrabile con usBIM.platform, la prima piattaforma collaborativa BIM italiana. 

Tra le tantissime novità proposte da questa nuova versione BIM, ne segnaliamo qui una: Prezzari BIM.
La funzione Redazione dei prezzari BIM di PriMus BIM associa elementi del modello alle descrizioni delle voci di elenco prezzi mediante particolari tag detti #TagBIM.

In questo modo queste proprietà sono riconosciute in PriMus BIM, o da altri software esterni, e permettono di ottenere il collegamento automatico tra l’oggetto del modello BIM e la voce di Elenco Prezzi quando si redige il computo metrico da file IFC.

Ciò consente di avere immediatamente il computo del modello IFC con evidente risparmio di tempo.
Altrettanto chiara è la diminuzione di potenziali errori: il tecnico che esegue il computo metrico, infatti, non può erroneamente scegliere voci che non corrispondono ad elementi o a lavorazioni previste in fase progettuale.
 
Scopri tutte le funzionalità del nuovo PriMus BIM.
 
ACCA software su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui