Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Nella Legge di Bilancio 2018 deroghe al Codice Appalti

di Paola Mammarella
Commenti 2023

Procedura negoziata e tempi ridotti per le Universiadi di Napoli e i Mondiali di sci di Cortina d’Ampezzo

Commenti 2023
06/12/2017 – Possibilità di ricorrere alla procedura negoziata per l'affidamento dei lavori e dei servizi di progettazione, ma anche tempi più snelli per la presentazione e l'esame delle offerte. Sono le deroghe al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) previste dal disegno di legge di Bilancio 2018, all’esame della Camera, per le Universiadi di Napoli e le finali di coppa del mondo e i campionati mondiali di sci alpino di Cortina d’Ampezzo.
 

Procedura negoziata e tempi ridotti per l'esame delle offerte

Per le finali di coppa del mondo e i campionati mondiali di sci alpino, che si terranno a Cortina d’Ampezzo, rispettivamente, nel marzo 2020 e nel febbraio 2021, sarà possibile ridurre i termini per la presentazione e l’esame delle offerte, ma anche ricorrere alla procedura negoziata senza pubblicazione del bando.

Per queste manifestazioni sportive la manovrina 2017 ha già previsto delle deroghe al Codice Appalti, cioè procedure semplificate per la progettazione e realizzazione o adeguamento di impianti a fune, collegamenti, anche viari diversi dalla viabilità statale, tra gli impianti, piste per lo sci da discesa, opere connesse alla riqualificazione dell’area turistica della provincia di Belluno, in particolare nel comune di Cortina d’Ampezzo.

Si tratta di deroghe che hanno sollevato le proteste degli edili dal momento che a loro avviso, mancando ancora qualche anno e non trattandosi di un evento imprevisto, si protrebbero utilizzare senza problemi le procedure ordinarie.
 

Affidamento degli incarichi senza gara

Nel 2019 si svolgeranno a Napoli le Universiadi, i giochi olimpici cui, con cadenza biennale, partecipano gli universitari di tutto il mondo. Per l'evento sarà nominato un commissario straordinario per progettazione e realizzazione di lavori e l’acquisizione di beni e servizi.

Il commissario predisporrà il piano degli interventi, tenendo conto dei progetti e degli interventi già approvati. Per l’approvazione dei progetti degli interventi convocherà una o più conferenze di servizi. 

Le opere inserite nel piano saranno considerate di pubblica utilità e urgenza e di preminente interesse nazionale. Per questo sarà possibile derogare al Codice Appalti, ad esempio affidando l'esercizio di specifiche funzioni a soggetti di alta e riconosciuta professionalità nelle discipline giuridico-economiche o ingegneristiche. 

Per far sì che tutto sia pronto in tempo, le opere dovranno essere consegnate entro il 30 aprile 2019.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui