Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Scuole, ai Comuni 1,058 miliardi di euro per lavori antisismici

di Alessandra Marra
Commenti 5097

Il Ministro Fedeli annuncia l’elenco dei beneficiari e firma il decreto da 134 milioni di mutui Bei per 150 nuovi interventi

Vedi Aggiornamento del 17/01/2018
Commenti 5097
21/12/2017 - Presto i Comuni potranno beneficiare degli oltre 1,058 miliardi di euro per interventi antisismici nelle scuole.
 
Il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli ha annunciato, nel corso della conferenza stampa per la presentazione del libro ‘Fare scuola’ (in cui vengono illustrate le risorse stanziate i risultati ottenuti dal Governo in materia di edilizia scolastica), che è stato sottoscritto l’elenco dei Comuni beneficiari associati alle risorse.
 

Edilizia scolastica: 1,058 miliardi per i Comuni

Dopo la firma del riparto regionale dei 1,058 miliardi di euro avvenuta lo scorso 22 novembre, è stato sottoscritto l’elenco dei Comuni beneficiari associati a quel riparto, sulla base delle programmazioni regionali definite.
 
Le risorse permetteranno ai Comuni di realizzare interventi come la ricognizione degli edifici e le indagini diagnostiche sui solai e l'adeguamento sismico e la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

Lo stanziamento di 1,058 miliardi di euro proviene dal Fondo Investimenti da 46 miliardi di euro, istituito dalla Legge di Bilancio 2017, e finanzia due capitoli di spesa per il triennio 2017-2019: la prevenzione del rischio sismico (772 milioni di euro) e altri interventi di edilizia scolastica (285,6 milioni di euro), come si evince dalla tabella allegata al dpcm 21 luglio 2017.
 
La Regione che si è assicurata la quota maggiore di risorse è la Campania con 149 milioni di euro, seguita dall’Emilia Romagna con 94,4 milioni e dalla Calabria, con 87,5 milioni. In fondo alla classifica la Liguria con circa 20 milioni di euro, la Sardegna con circa 19 milioni e il Molise con quasi 17 milioni. 
 

Scuole, mutui Bei da 134 milioni per 150 interventi 

Nella stessa occasione il Ministro Fedeli ha firmato il decreto di accertamento di ulteriori 134 milioni della programmazione BEI 2015 che consentirà di autorizzare, già a gennaio, circa 150 nuovi interventi.
 
I prestiti saranno destinati alla realizzazione di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico e costruzione di nuovi edifici scolastici.

“Il monitoraggio efficace – ha sottolineato la Fedeli – permette di poter reinvestire ogni anno una quota parte rilevante delle risorse investite a vantaggio di ulteriori scuole. Si tratta di un decreto molto atteso per gli scorrimenti di graduatoria”.
 

Edilizia scolastica: interventi per l’Abruzzo

Infine, la Fedeli ha annunciato il piano stralcio per l’Abruzzo, derivante dal sisma del 2009, che discende dal lavoro fatto in collaborazione con la Struttura di missione per il sisma in Abruzzo presso la Presidenza e con gli Uffici speciali per la ricostruzione.
 
Si tratta di 147 milioni per 86 interventi strategici che consentiranno di ridare vita alle scuole danneggiate dal Sisma del 2009. 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui