Carrello 0
Dagli anni Sessanta ad oggi, come cambia lo skyline milanese
PROGETTAZIONE

Dagli anni Sessanta ad oggi, come cambia lo skyline milanese

di Paola Mammarella
Commenti 2682

Torri direzionali e grattacieli residenziali si sfidano in altezza mentre ridisegnano il tessuto urbano della città

Vedi Aggiornamento del 11/12/2017
Commenti 2682
04/12/2017 – Dal dopoguerra ad oggi Milano ha ridisegnato il suo tessuto urbano. La riqualificazione di alcune aree ha cambiato anche lo skyline della città, dove torri direzionali e grattacieli residenziali si sfidano in altezza. vediamo qualche esempio
 

Grattacielo Pirelli

Iniziamo la rassegna con uno dei primi grattacieli milanesi simbolo della ripresa economica. Progettato dall’architetto Gio Ponti e dall’ingegnere Pier Luigi Nervi, con i suoi 127 metri dal 1958 al 1966 ha detenuto il primato di edificio più alto dell’Unione Europea.
Foto: 123rf

Nel 2008 è stato realizzato il nuovo belvedere valorizzando il trentunesimo piano dell’edificio.
 Foto: Archilovers - De8 Architetti
 

Torre Galfa

Della stessa epoca questo grattacielo, alto 102 metri, progettato dall’architetto Melchiorre Bega e ultimato nel 1959. Rimasto inutilizzato per molti anni, nel 2012 è stato occupato dal centro per le arti di Milano, gesto che ebbe l’appoggio di molti personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, tra cui Dario Fo. Nel 2016 sono iniziati i lavori per la sua riqualificazione che dovrebbero dargli una destinazione alberghiera e residenziale.  
Foto: Milano Città Stato
 

Torre Velasca

Inaugurata nel 1961 e alta 106 metri, è stata progettata dallo Studio BBPR su incarico della società Rice e realizzata su un’area devastata dai bombardamenti della II guerra mondiale. La sua forma la rende unica nel panorama internazionale.
Foto: 123rf

 
Ma passiamo ai grattacieli più moderni.
 

Torre Diamante

Ha un’altezza complessiva di 130 metri questo grattacielo realizzato dallo studio KPF - Kohn Pedersen Fox Associates nel 2012. Il cantiere è stato caratterizzato da soluzioni ad elevata velocità di montaggio, arrivando a realizzare un singolo piano completo in una sola settimana lavorativa.
 Foto: Archilovers - AGC Flat Glass italia 


Il progetto City Life, per la riqualificazione dell’area su cui sorgeva l’ex Fiera campionaria, si compone di tre torri:
 

Torre Hadid

Conosciuta anche come “Torre Generali”, fa parte del progetto City Life per la riqualificazione dell’area su cui sorgeva l’ex Fiera campionaria. Progettata dallo studio Zaha Hadid Architects, conta 44 piani ed è alta 170 metri.
 Foto: Archilovers
 

Torre Isozaki

La “Torre Allianz” è la più alta del complesso City Life (50 piani per 202 metri) e la prima ad essere completata nel 2015.Porta la firma dello studio Arata Isozaki & Associates.
 

Torre Libeskind

Completerà il progetto City Life questo grattacielo curvo che sarà alto 175 metri per 28 piani. L’edificio sarà pronto molto probabilmente nel 2018.
 Foto: Libeskind Tower
 

Bosco verticale

Progettato dall’architetto Stefano Boeri e terminato nel 2014, è un modello di edificio residenziale sostenibile, un progetto di riforestazione metropolitana che contribuisce alla rigenerazione dell’ambiente e alla biodiversità urbana senza espandere la città sul territorio. Il complesso si compone di due torri, una alta 110 metri e una più bassa di 72 metri.
  Foto: Stefano Boeri Architetti
 

Torre Unicredit

È altra 231 metri e ha 31 piani questa torre ultimata nel 2013. È stata completata nel 2012 e si trova nel centro direzionale di Milano. Fa parte di un complesso di tre edifici disposti a semicerchio intorno a piazza Gae Aulenti progettato dall'architetto César Pelli.
Foto: Flicker - Michal Janski
 

Palazzo Lombardia

È un complesso unitario di edifici, realizzato nel 2011, tra cui un grattacielo alto 161,3 metri con 43 piani. Il complesso è risultato vincitore di un concorso internazionale indetto dalla Regione Lombardia, aggiudicato al gruppo composto da Pei Cobb Freed & Partners di New York, Caputo Partnership e Sistema Duemila di Milano.
Foto: Archilovers - Fernando Guerra
 

Torre Solaria

Misura 143 metri per 43 piani ed è stata realizzata dallo Studio Arquitectonica di Miami. Si trova all’interno di un complesso, cui ha lavorato anche lo studio Caputo Partnership International, che comprende anche la torre “Aria” alta 17 piani.
Foto: Archilovers
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui